Utente 411XXX
Buonasera gentilissimi dottori, vi interrogo poiché mio padre 71enne affetto da adenocarcinoma polmonare con metastasi pleuriche è risultato idoneo al pembrolizumab, ha un PDL-1 espesso al 60%. È già alla seconda somministrazione. Tuttora i primi risultati non si vedono e mio padre a volte è affetto da una forte dispnea e affanno che addirittura gli impediscono di fare due passi che stanca come se avesse corso per km, tant'è che l'oncologo è costretto a somministrargli delle dosi di corticosteroidi orali, medrol, o intramuscolati, soldesam da 8mg.
Sono un pò preoccupato per questa situazione, l'oncologo mi dice che se si somministrano i corticosteroidi potrebbero inibire e rendere inefficace il pembrolizumab. Volevo sapere se è davvero così, e volevo sapere se magari continuando il trattamento questa dispnea potrebbe attenuarsi e regredire. E magari da quando potrebbero cominciare a vedersi i primi risultati. Oltre all'adenocorcinoma mio padre è affetto già da 10 anni da Bpco ed enfisiema polmonare.
La ringrazio per il tempo che dedicherà a rispondere. Cordiali saluti.
[#1] dopo  
Dr. Giorgio Lo Iacono
24% attività
16% attualità
12% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 52
Iscritto dal 2015
Gentilissimo,
i sintomi che lei riferisce sono condizioni note legate sia alla patologia neoplastica di base, alla sua BPCO/Enfisema che alla somministrazione del farmaco in se.
Per quanto riguarda l’utilizzo di corticosteroidi i maggiori effetti sulla terapia sono legati alle somministrazioni prima dell’inizio della terapia. Durante la terapia è spesso prevista la terapia con cortisonici di vario tipo.
Gli effetti della terapia con immunoterapia sono spesso lenti a comparire e addirittura dopo le prime somministrazioni potrebbe verificarsi anche un'apparente progressione. Bisogna dunque aspettare diversi cicli di terapia.
[#2] dopo  
Utente 411XXX

Iscritto dal 2016
Gentilissimo, la ringrazio per la pronta risposta. Sono davvero preoccupato in quanto mio padre ieri è stato ricoverato per una insufficienza respiratoria di lieve-media entità. Oggi, sempre ricoverato presso il reparto oncologico, al solo mangiare, compare questo affanno tant'è che ogni 3 4 forchettate deve riposarsi qualche secondo. Non so veramente cosa pensare! Il medico oggi mi disse che dalla Tac che hanno fatto ieri vi è un pò di versamento pleurico.
[#3] dopo  
Dr. Giorgio Lo Iacono
24% attività
16% attualità
12% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 52
Iscritto dal 2015
I colleghi valuteranno se la dispnea è legata al versamento, che in caso di necessità sarà drenato, o se relativo al quadro generale.