Utente 966XXX
Buongiorno,
volevo un consulto prima di una visita andrologica.
Il mio problema è semplice, ho una relazione stabile e allo stesso modo ho una attività sessuale con la mia compagna normale, ora il problema che mi si sta ponendo è che da un mesi ad oggi durante i nostri rapporti in fase di eccitazione ho un leggero fastidio al glande, che sempre da mesi ad oggi non si trova più su un asse ma la punta devia verso sinistra.
Allo stesso modo durante il rapporto (all'inizio a dire il vero) sento un dolore e conseguentemente raggiungo l'eiaculazione che però non coincide con l'orgasmo.
ora il mio medico mi ha detto che potrei avere un problema di frenulo corto di conseguenza mi ha dato una pomata anestetizzante che devo dire mi permette di esser più performante durante il rapporto.
Durante la masturbazione non ho alcun problema a gestire l'eiaculazione, allo stesso modo non ho mai avuto problemi cosi visibili di eiaculazione.
A questo proposito volevo chiedervi se siete in grado di consigliarmi una struttura dove fare le dovute visite andrologiche.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
Caro signore,
bisognerebbe per lo meno palpare il pene e vederlo. Di qua non so dirle cosa sia. Alle Molinette troverà ottimi colleghi specialisti. Faccia sapere come vanno0 le cose se desidera.
[#2] dopo  
Utente 966XXX

Iscritto dal 2009
Saprebbe darmi un riferimento, al momento son riuscito a prendere un appuntamento presso l'ospedale SAN Luigi che penso faccia cmq capo alle molinette.
una risposta cmq gliela farò avere non dopo l'esito della visita.
ma per il momento cosi su due piedi con la crema elma ho risolto del tutto il problema quindi quello che mi vien da pensare è che sia proprio quel tipo di patologia.

La ringrazio
[#3] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
Caro signore,
evitio l' autoprescrizione. SDemper. Emla toglie sensibilità comunque essa siaq determinata, pertanto no ritenga dirimente. Per quanto riguarda i riferimenti li può trovare o sul nostro indirizzario o su quello della società italiana di andrologia.
[#4] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Caro lettore ,

oltre alle corrette indicazioni ricevute dal collega Cavallini, se desidera poi avere più informazioni dettagliate su questa frequente disfunzione sessuale le consiglio di consultare anche l’articolo pubblicato sul nostro sito e visibile all'indirizzo:

http://www.medicitalia.it/02it/notizia.asp?idpost=27950.

Un cordiale saluto.

Giovanni Beretta
www.andrologiamedica.org
www.centromedicocerva.it
www.centrodemetra.com
[#5] dopo  
Utente 966XXX

Iscritto dal 2009
Buonasera,

dopo il vostro consulto ho preso la decisione e ho fatto tutto l'iter ossia visita con l'andrologo/urologo presso il san luigi. La dott.ssa Ragni devo dire ch è stata esemplare, mi ha diagnosticato un frenulo breve, di conseguenza mi son sottoposto ad una frenulotomia e frenuloplastica in allungamento, tutto andato benissimo.
ormai son passati più di 20 giorni, i punti son caduti tutti, il glande sta pr riprendere un aspetto normale, e normale sta tornando ad essere anche la ma vita sessuale con la mia compagna. A tal proposito posso dire che i nostri rapporti sono cambiati, io ho una sensibilità che mi da la possiblità di percepire le spinte durante il rapporto (cosa che prima non riuscivo o cmq no avevo mai sentito) con molta soddisfazione di entrambi.
Ora la domanda che mi affligge è: il fatto che cmq sia super sensibile la parte ancora adesso a distanza di giorni quasi un mese sia sensibile ad uno sfregamento in prima battuta?
Il problema dell'EP sembra che si sia risolto o per lo meno lo spero solo che sono un pochino titubante in merito al fatto che le mie sensazioni sono completamenet cambiate, quindi il fatto che sembra come che stia facendo l'amore per la prima volta è normale?
adesso con il tempo ed i rapporti tutto sistemerà?
grazie mille per il supporto
[#6] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Caro lettore ,

tutto quello che ci racconta sembra secondo "protocollo" e con il tempo tutto dovrebbe sistemarsi ma l'ultima parola spetta sempre al chirurgo che l'ha operata.

Un cordiale saluto.

Giovanni Beretta

www.andrologiamedica.org
www.centromedicocerva.it
www.centrodemetra.com

[#7] dopo  
Utente 966XXX

Iscritto dal 2009
Grazie mille, adesso quindi mi metto l'anima in pace e cercherò di abituarmi a questo cambio anatomico sul mio corpo. In caso i sintomo continuasse allora come anche da accordi con il medico farò un consulto direttamente con lei.

Distinti saluti

[#8] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Caro lettore ,

comunque ci aggiorni, se lo desidera.

Ancora un cordiale saluto.

Giovanni Beretta
www.andrologiamedica.org
www.centromedicocerva.it
www.centrodemetra.com
[#9] dopo  
Utente 966XXX

Iscritto dal 2009
Buongiorno, eccomi qui.

Anzitutto grazie per il supporto, volevo solo chiedervi un ulteriore consulto.
allora l'operazione è andata benissimo adesso la sensibilità/rossore sono completamente svaniti da tempo, resta cmq il fatto che si riesco ad essere leggermente più performante ma cmq non abbastanza, i rapporti sono sempre cmq corti. Allora mi sono recato dal mio andrologo/medico che mi ha anche operato, e sembra che i sintomi siano tutti in linea quindi per aiutarmi a capire meglio mi ha prescritto il prigily 30mg. ora ho preso questo farmaco ma puntualmente sto male, diarrea, e subito dopo l'assunzione urino praticamente tutto.
come posso fare per chiudere questo problema una volta per tutte?
[#10] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Caro lettore ,

bisogna a questo punto risentire il suo urologo per eventualmente impostare una diversa terapia .

Nel frattempo se desidera poi avere più informazioni dettagliate su questa frequente disfunzione sessuale ed eventuali terapie , come quella già prescritta, le consiglio di consultare, se non ancora fatto, anche l’articolo pubblicato sempre sul nostro sito e visibile all'indirizzo:

http://www.medicitalia.it/02it/notizia.asp?idpost=73034 .

Un cordiale saluto.
[#11] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
Caro signore,
dalla terapia impèostata direi che il suo problema è psicogemno. Se così senta un collega perchè piuttosto che farmnaci alla sua età che tolgono il sintomo solo memntaneamente, il sottoscritto preferisce inviare a psicologo.