Utente 323XXX
Gent. dott., volevo chiedere informazione per mio marito che ha 54 anni. Stamattina, mentre era in bicicletta, è stato urtato da una macchina ed è caduto battendo prevalentemente la parte dx del corpo. Inizialmente è stato accompagnato a casa dalla persona investitrice ma dopo poche ore, lamentando dolore alla spalla oltre ad evidenti escoriazioni in altre parti del corpo (zona frontale dx, ginocchio dx, gamba dx e mani) l'ho accompagnato in pronto soccorso.
La diagnosi conclusiva, oltre a trauma cranico lieve non commotivo è stata: "DIASTASI DELL'ARTICOLAZIONE ACROMION CLAVICOLARE (6 mm) in seguito a trauma contusivo spalla dx gomito dx e ginocchio dx".
Cercando in internet il significato preciso del termine "DIASTASI" ho letto che significa "allontanamento PERMANENTE di superfici ossee normalmente contigue" e la parola che mi ha preoccupato è stato proprio il termine "permanente".

Domanda: "E' veramente così dottore? Il danno sarà permanente? Non si può ripristinare la vicinanza delle due strutture ossee?".

Ora ha il braccio al collo e gli hanno consigliato ghiaccio locale, evitare movimenti in elevazione anteriore ed adduzione, applicazioni locali di itami cerotti (1 al dì x 7 gg), eventuali us locali e tachidol 1 bustina 2 vv al dì x 6 gg. Controllo ortopedico se persiste dolore.

Grazie anticipatamente x la risposta.
[#1] dopo  
Prof. Enrico Pelilli
24% attività
16% attualità
12% socialità
TORINO (TO)
Rank MI+ 52
Iscritto dal 2016
Prenota una visita specialistica
Il termine diastasi è quello che è stato riportato dal referto Rx.
La valutazione dovrebbe essere fatta comparativamente con la contro laterale e, se confermata, si tratterebbe di una sublussazione dell'articolazione.
Penso che suo marito sia stato valutato dallo Specialista Ortopedico, in caso contrario si prenoti una visita urgente.