Login | Registrati | Recupera password
0/0

Tiroide - formazioni ovalari e linfonodi riscontrati da eco

(archivio consulti: per vedere la pagina aggiornata clicca QUI)
  1. #1
    Utente uomo
    Iscritto dal
    2009

    Tiroide - formazioni ovalari e linfonodi riscontrati da eco

    Salve, mia madre, che ha 75 anni, da qualche anno ha riscontrato un'ingrossamento nel lato destro del collo. Recentemente le hanno fatto una "ECO COLLO" che ha avuto il seguente esito:
    "Tiroide di dimensioni conservate nel lobo sinistro si osservano 3 formazioni ovalari (liquida 6 mm, ipoecogena 11 mm, isoecogena 6 mm). Conservata l'ecostruttura del lobo dx. In sede latero-cervicale, e sottomandibolare, bibilateralmente, si osservano alcuni linfonodi ovalari, di tipo arattivo, del diametro medio di 6-18 mm."

    Quattro giorni dopo le hanno fatto fare un esame dell'ormone Tireostimolante (TSH) con esito:
    "1.92 mlU/mL (intervalli di riferimento: 0.35 – 4.60).
    Il dosaggio dell’ormone TSH e’ risultato compreso tra lo 0.35 e 4.3 mUl/L: in tal caso l’algoritmo relativo al TSH reflex implementato in questo laboratorio non prevede il dosaggio delle frazioni libere"

    E il giorno seguente (con l'esito eco collo ma prima di aver recevuto l'esito dell'esame TSH) e' stata visitata da un Endocrinologo che ha scritto il seguente referto:
    "Ho visitato la signora (nome) di 75 anni per una tireopatia in pz con ASO dei tronchi epiaortici (kinging carotideo bilaterale) con vasculopatia vascolare cronica. Il quadro depone per una forma al limite del micronodulare, clinicamente non tossica (al momento non sono disponibili i dosaggi degli ormoni tiroidei). Al momento non é necessaria una terapia. Farei un controllo fra 8-10 mesi con:
    1. TSH reflex
    2. Ecografia tiroidea"

    Nonostante non sappiamo bene cosa siano queste formazioni ovalari (6 mm, 11 mm e 6 mm) e linfonodi ovalari (6-18 mm) di tipo arattivo (cosa signfica?) riscontrati, siamo preoccupati. Cortesemente, potreste dirci se la situazione e' effettivamente preoccupante? Cosa ci consigliate di fare? Va bene aspettare 8-10 mesi o meglio fare altri controlli?
    Inoltre mia madre da un po' e saltuariamente (per 6-7 giorni consecutivi ogni 2-3 mesi circa) lamenta delle difficlta' a deglutire la saliva e teme che la cosa possa essere collegata ai noduli riscotrati. Lamenta anche qualche sintomo di stanchezza che in passato non aveva (forse questo dipende dall'eta').

    Mi scuso per la lunghezza del messaggio, e Vi ringrazio anticipatente per la Vostra risposta e aiuto. Cordiali saluti.



  2. #2
    Indice di partecipazione al sito: 65 Medico specialista in: Endocrinologia

    Perfezionato in:
    Diabetologia e malattie del metabolismo

    Risponde dal
    2009
    Concordo perfettamente con il collega. E' necessario un controllo ogni 8-10 mesi con eco tiroide e dosaggio ormonale. I linfonodi reattivi sono linfonodi stimolati da processi infiammatori.


    Dr. PAOLA MOSSA
    Specialista in Endocrinologia Malattie Metaboliche e del Ricambio - Terapia Dietetica - Cagliari

  3. #3
    Utente uomo
    Iscritto dal
    2009
    La ringrazio molta per la risposta (mi scuso per il ritardo ma non ho avuto accesso ad internet nei giorni scorsi).

    Potrebbe gentilmente spiegare cosa vuol dire linfonodi "reattivi" e "stimolati da processi infiammatori"?

    Quindi nonostante le grosse dimensioni di 18mm e la difficlta' a deglutire la saliva (ora risontrata ogni giorno nelle ultime 3 settimane) possiamo stare tranquilli fino al prossimo controllo tra 8-10 mesi ?

    Grazie ancora e cordiali saluti



  4. #4
    Indice di partecipazione al sito: 65 Medico specialista in: Endocrinologia

    Perfezionato in:
    Diabetologia e malattie del metabolismo

    Risponde dal
    2009
    i linfonodi sono delle stazioni intermedie del corpo che vigilano affinchè agenti esterni (batterici, virali etc) vengano bloccati al loro ingresso nel corpo. per fare ciò i linfonodi aumentano di volume ecco perchè si parla di aumento di volume "reattivo" si intende che lo facciano per reazione ad agenti esterni. in quella sede le cause sono molte: denti, mal di gola etc.E' normale che facciano così, e spesso non ritornano mai al volume iniziale per cui all'ecografia vengono trovati e descritti così.
    18 mm di diametro non è una grossa dimensione talvolta i linfonodi superano anche i 2 cm, ma non possono essere causa di disturbo alla deglutizione per la posizione (di lato al collo e subito sotto la mandibola). Se il disturbo ha i caratteri che mi riferisce è invece molto importante che venga vista da un neurologo perchè spesso le cause di disturbo nella deglutizione sono neurologiche.


    Dr. PAOLA MOSSA
    Specialista in Endocrinologia Malattie Metaboliche e del Ricambio - Terapia Dietetica - Cagliari

  5. #5
    Utente uomo
    Iscritto dal
    2009
    Grazie per la spiegazione, molto chiara, e per la rassicurazione. Faremo un controllo con un neurologo allora.
    Cordiali saluti.




Discussioni Simili

  1. Linfonodi multipli
    in Endocrinologia
    Risposte: 1
    Ultimo Messaggio: 26/01/2009, 19:45
  2. Risposte: 1
    Ultimo Messaggio: 26/01/2009, 15:55
  3. Risposte: 6
    Ultimo Messaggio: 10/02/2009, 14:27
  4. Risposte: 7
    Ultimo Messaggio: 25/01/2009, 20:32
  5. Risposte: 2
    Ultimo Messaggio: 11/02/2009, 11:35
ultima modifica:  13/08/2014 - 0,11        © 2000-2011 medicitalia.it è un marchio registrato di MEDICITALIA s.r.l. - P.I. 01582700090 - staff@medicitalia.it - Fax: 02 89950896