Utente 999XXX
Buon giorno, ho 18 anni e una vita sessuale attiva con la mia ragazza con la quale ho rapporti protetti. Da un paio di giorni ho notato un lieve arrossamento al glande, la pelle dello stesso sembra un pò secca e desquamata, avverto un leggero e più che sopportabile prurito, scorrendo il dito sul glande e facendo un pò di pressione si staccano come dei pezzettini biancastri e leggermente umidi (probabilmente pelle) questo fenomeno scompare per qualche ora dopo ogni lavaggio.
Avevo riscontrato gli stessi sintomi qualche mese fa e l'arrossamento/desquamazione mi era passata dopo un paio di settimane in seguito a frequenti lavaggi e all'uso del Canesten (che ho assunto di mia iniziativa pensando di aver riscontrato una lieve forma di candida) anche se non so se sia stato il Canesten in sè a risolvere il problema.
Inoltre in questo momento assumo diversi farmaci: seguo una cura antibiotica a causa di lieve otite e bronchite, sotto indicazioni dei medici ho cambiato vari antibiotici nel giro di una settimana (Augmentin, Ciproxin ed ora uso Klacid), per l'otite ho usato Anauran per qualche giorno e a causa di congiuntivite uso il collirio Netildex.
Leggendo su questo sito articoli su casi analoghi ho visto che alcuni farmaci potrebbero essere causa degli arrossamenti e desquamazioni al pene, potrebbe essere il mio caso?
Volevo sapere se il problema si potrebbe risolvere da solo o se applicare nuovamente del Canesten o altri farmaci.
Cordiali saluti
[#1] dopo  
Dr. Marco Tracanna
20% attività
0% attualità
4% socialità
PESCARA (PE)
Rank MI+ 24
Iscritto dal 2008
Gentile utente,
il problema da lei riscontrato rappresenta una situazione piuttosto frequente per gli uomini sessualmente attivi. La flora batterica e fungina è differente tra uomo e donna e spesso ciò comporta balaniti nell'uomo e vaginiti nella donna. Come lei può ben comprendere non è assolutamente possibile effettuare una diagnosi per via telematica (non ci stancheremo mai di ripeterlo!) ma l'unica via corretta per affrontare il problema è quella di rivolgersi ad uno specialista dermatologo per una visita accurata.
Le porgo i miei più cordiali saluti,
[#2] dopo  
Dr. Luigi Laino
56% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 96
Iscritto dal 2005
Concordo con i consigli forniti dal Collega: aggiungo per praticità e per implementare qualche dati utile sulla sua salute la lettura del personale articolo sulle balanopostiti all'indirizzo:

http://www.medicitalia.it/02it/notizia.asp?idpost=39890

cari saluti