Utente 101XXX
Ho 67 anni e mi sono sottoposto ad un esame di ecografia trans-rettale dalla quale risulta la seguente diagnosi:prostata aumentata di volume con iniziale ipertrofia della ghiandola periuretrale.A carico della ghiandola periferica si evidenzia sfumata banda ipoecogena a sin.Vescicole seminali nei limiti bilateralmente.
Con con l'aiuto del vocabolario non sono riuscito a capire la gravità ho meno della diagnosi e quanto rischio corro nel prossimo futuro.
Per meglio definire la situazione clinica aggiungo ulteriori dati risultanti dalle analisi fatte circa tre mesi fà:Testosterone 3.3 ;Testosterone libero 9.8 ;PSA 0.7 ; PSA libero0.18 ;Rapporto PSA libero/Totale0.26.
Tra Qualche giorno farò una visita di controllo Andrologica. Cosa posso chiedere all'Andrologo?
Vi ringrazio e invio
Cordiali saluti


Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
Caro signore,
guai grossi visto il PSA basso direi assolutamente di no. Il resto è mancia come si dice dalle mie parti: è una prostata un po ingrandita, probabilmente con qualche modesta infiammazione, ma niente di più. Bisogna valutarne i sintomi e le eventuali azioni sul flusso urinario. Quetso chiederà al collega, ma per carsità stia tranquillo.
[#2] dopo  
Utente 101XXX

Iscritto dal 2009
Ringrazio per la risposta che in modo esauriente e tempestivo mi stata data e penso che il servizio che mi avete reso sia degno di essere considerato socialmente molto utile.
Cordiali saluti da
Utente 101634
[#3] dopo  
Dr. Giuseppe Quarto
44% attività
20% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 84
Iscritto dal 2007
caro utente nella diagnosi del tumore della prostata il parametro più importante da seguire è il psa che nel suo caso è ben al di sotto dei valori sospetti
[#4] dopo  
Dr. Edoardo Pescatori
44% attività
12% attualità
20% socialità
REGGIO EMILIA (RE)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2007
Gentile lettore,
per quale motivo ha fatto l'ecografia transrettale? Ha disturbi urinari?
[#5] dopo  
Utente 101XXX

Iscritto dal 2009
Intanto ringrazio i dottori che gentilmente hanno preso i considerazione la necessità di tranquillizzarmi attenendosi a quanto era scritto nella diagnosi inviata.
Ritengo sia doveroso, tra l'altro,rispondere alla domanda del dott. Pescatori che mi chiede se ho disturbi urinari;
Urino ogni due ore e mezza, tre e non sento la necessità di andare a urinare durante la notte.
Il flusso dipende da come mi alimento e quanto bevo, ma il getto minimo é sempre garantito e la vescica riesco comunque a svuotarla del tutto.
Secondo l'adrologo l'intervallo di tempo che intercorreva tra una urinata e l'altra era troppo breve prescrivendomi una compressa di Lura alla sera prima di dormire un esame ecotransrettale.
Le confesso che io non mi son sentito di assumere la compressa perche non ero assillato dal problema di ritenzione dell'urina pur sapendo che tutto questo non era corretto.
Un personale Ringraziamento per i dottori che hanno risposto al mio appello e a tutto lo Staff.
Cordialmente l'utente 101634 rigrazia.
[#6] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
Comunque a disposizione per ricevere sue notizie.