Utente 876XXX
Buona sera,
lo scorso ottobre lo specialista in "Dermosifilopatica" mi ha diagnosticato dei condilomi ai genitali e, tramite 6 sedute di crioterapia, provveduto al tentativo di rimozione prescrivendo anche due cicli di Immuno Skip (20 pillole giornaliere a ciclo intervallate da 10 giorni di riposo) e nemalin crema.
Nel mese di dicembre, persistendo i condilomi (anche se notevolmente regrediti), ho cominciato un ciclo di 12 settimane di Aldara.
Dopo due settimane (6 applicazioni), anche se visivamente i condilomi sembravano scomparsi, ho dovuto sospendere non tanto per i fastidi associati (il giorno dopo l'applicazione la temperatura corporea superava i 37° e per le ultime applicazioni i 38° ) ma soprattutto per i forti arrossamenti delle parti trattate.
Nel mese di gennaio a seguito della ricomparsa dei condilomi il medico mi ha fatto riprendere l’uso dell’aldara, sospeso nuovamente per intolleranza dopo altre due settimane con utilizzo contemporaneo anche di un ciclo di Immuno Skin Plus.
Oggi, a distanza di 5 mesi, i condilomi continuano ad essere presenti come pure i fastidi al pene (senso di pesantezza).
Esiste qualche altra terapia che faccia al mio caso considerando che ne la rimozione fisica ne l’aldara sono riusciti a debellarli.
Grazie.
[#1] dopo  
Dr. Luigi Laino
56% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 96
Iscritto dal 2005
Gentile utente,

da questa sede possiamo asserire che una condilomatosi genitale deve essere curata con efficacia.

Le terapie elettive variano in base al caso, al tipo alla sede di insorgenza, di diffusione e dimensioni: fra le varie metodiche, si sicuro, la Laserterapia CO2 è una fra le più versatili ed elettive, seguita dalla Diatermocoagulazione

ne parli con il suo Venereologo.

cari saluti