Utente 655XXX
Buon giorno mi rivolgo a questo forum per avere ulteriori informazioni a riguardo...ringrazio tutti per la cortese attenzione.
Il problema non è il mio ma del mio ragazzo.da circa due anni è comparso sull'asta del pene un pseudo brufoletto...andammo dal dermatologo e disse che non era nulla di grave..dalla scorsa estate sono comparsi altri brufoletti simili...siamo nuovamente andati dal dermatologo che subito ha detto di ricorrere al laser senza dirci nulla di che..noi abbiamo chiesto di cosa si trattasse e lui ha risposto...si pensa al virus hpv condiloma...mi ha prescritto una visita ginecologica...pap test e se necessario hpv test...io sn in cura da un ginecologo da due anni perchè ho una cisti ovarica quindi sono più che sicura di essere sana...comunque mi sono nuovamente sottoposta a questa visita effettuando anche il pap test che è risultato negativo a tutto...quindi io non sono infetta...il mio ragazzo fa il laser senza anestesia dolori atroci...dopo un mese ricompare qualcosa..non convinta io prendo appuntamento da un altro dermatologo questo a novembre..dice che il laser ha ustionato il tessuto e non si riesce a vedere bene di cosa si tratti...siamo ritornati ieri ha detto cheanche per lui è condiloma...io nn convinta gli faccio fare una biopsia con anestesia e nel contempo lui attua elettrocoagulazione con elettrobisturi...ora aspettiamo l esito istopatologico..ma io mi chiedo com'è possibile che io sono sana???e che non mi ha contagiato?noi pensiamo di sposarci...è possibile procreare???sono afflitta.attendo una risposta e vi ringrazio in anticipo.

[#1] dopo  
Dr. Alessandro Benini

Referente scientifico Referente Scientifico
28% attività
4% attualità
16% socialità
OSTRA (AN)
SANTARCANGELO DI ROMAGNA (RN)
FANO (PU)

Rank MI+ 48
Iscritto dal 2000
Gentile Utente avere le manifestazioni da HPV non vuol dire averlo contratto da poco tempo(paradossalmente sono stati descritti alcuni casi di bambini, in america, presentanti l'HPV nonostante non avessero subito abusi sessuali,sembra che possa venir contratto per esempio anche durante il passaggio nel canale del parto)
Importante invece che i rapporti tra di voi siano protetti finchè non verrà dichiarato guarito perchè può avvenire il contagio ma anche tale affermazione non è una certezza(si parla sempre in percentuali di probabilità di trasmissione che sono comunque alte quando uno dei due partner presenta le manifestazioni)
A completezza le consiglio la lettura dell'articolo sull' HPV presente nella sezione Minforma del nostro portale.
Cari saluti
Dr.Alessandro Benini
Dirigente Medico Centro Grandi Ustionati
Osp."M.Bufalini" Cesena

[#2] dopo  
Dr. Giampiero Griselli

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
BRESCIA (BS)
FERRARA (FE)
PORTO TOLLE (RO)
TORINO (TO)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2002
Gent.le pz
partendo dalla ovvia considerazione che prima di attuare una terapia è opportuno avere fatto una diagnosi congruente, dobbiamo, in assenza di visita assumere il fatto che di condilomi si tratti.
Come tutte le malattie infettive, ed in questo caso si tratta di malattie ad origine virale (HPV), vi è un certo grado di contagiosità , che viene determinato da vari fattori, non ultimo la "predisposizione del terreno"legata a situazioni immunologiche.
In parole povere la contagiosità non è certo del 100% ma è molto più bassa, tanto è vero che non è obbligatorio che ...contatto con condiloma= contagio sicuro!
Per quanto riguarda la procreazione non ci sono problemi, tanto più che il suo PAP test è negativo.
Questo problema coinvolge una larga parte della popolazione; è ben affrontabile dai medici,per cui sconsiglio eccessive ansie ma un controllo accurato ed una eliminazione delle lesioni quando siano repertate.
Tranquilli per il matrimonio e figli.
Cordialità
Dott.Giampiero Griselli Dermovenereologo
www.dermoonline.com
Ferrara,Torino,Padova,Brescia,Porto Tolle, S.M.Maddalena (RO)

[#3] dopo  
Utente 655XXX

mi dovete nuovamente scusare ma la situazione è evoluta...venerdi siamo stati dal dermatologo ha fatto una biopsia,dalla quale è uscito del sangue,e poi ha fatto l elettrocoagulazione...ha detto di applicare una crema cicatrizzante.Allo stato attuale il mio ragazzo si ritrova con i genitali pieni di bollicine...simili al pseudocondiloma diagnosticatogli.Mi chiedo se è stata la biopsia e quindi il sangue ad infettare le zone vicine o se è una reazione allergica alla pomata usata..All'origine aveva solo una specie di bollicina il giorno dopo la biopsia e quindi ieri ne ha più di 10.E'una situazione preoccupante??Ma è vero che non esistono cure valide per debellare questo virus??io il 15 finisco di iniettarmi l ultima dose del gardisil...vaccino hpv.Ma il mio ragazzo guarirà?Ha un forte prurito e laddovè prude compare una bollicina.Sto incominciando ad avere seri dubbi anche sul dermatologo...Mi dovete scusare ma voi per me siete una speranza in più...spero di cuore che la situazione si risolva sono davvero preoccupata.








[#4] dopo  
Dr. Luigi Laino

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2005
Gentile utente,

il vostro discorso è purtroppo inestricabile da questa sede :posso solo dire - in linea teorica - che l'intervento di biopsia non può aver causato quello che riferite.

tornate dal dermatologo e fata immediatamente chiarezza, senza applicare nulla che possa controvertire il quadro.

cari saluti
Dr. Luigi Laino DermoVenereologo Tricologo
Già Dirigente Istituto San Gallicano
Tel. 06.45.55.06.61
www.latuapelle.it