Utente 102XXX
Il suocero di mia sorella ha subito un intervento al cuore e gli hanno messo 3 baypass.i medici dicono che l intervento è andato bene ma tornato a casa ha iniziato ad accusare dolori al petto e gli hanno riscontrato un infezione alla ferita provocata dicono molto probabilmente da un batterio preso in sala operatoria.volevo sapere il miglior centro ospedagliero per poter risolvere questo problema ed anche per avere un parere medico in piu,anche perche mi hanno detto che per questo tipo di infezione si puo morire.Mi scuso per il rigiro di parole ma non sono un medico.ringrazio anticipatamente.Doriano

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Andrea Annoni
28% attività
12% attualità
16% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2008
Gentile utente,premesso che con un servizio online come questo è difficile valutare il problema della deiscenza della ferita poichè è una valutazione che si fa proprio vedendo le caratteristiche della ferita stessa,in linea di massima le dico di non spaventarsi poichè è esperienza comune che in questo tipo di interventi una piccola percentuale di pazienti possano presentare come complicanza l'infezione della ferita;il centro migliore io credo che sia proprio quello dove è stato operato poichè conoscono bene il caso clinico ed è possibile rapportarsi con i chirurghi che l'hanno operato e ai quali dovrebbe essere sottoposto il problema,in linea di massima la ferita va lalutata,eventualmente se si ha il sospetto di un'infezione sottostante potrebbe valere la pena riaprirne una parte ed eseguire un tampone per vedere di che tipo di batterio si trata ed istituire una adeguata copertura antibiotica,inizialmente a largo spettro poi con i risultati del tampone cutaneo mirato al tipo di battere.Va inoltre considerato se l'infesione è solo confinata a cute e sottocute o se esiste anche un problema di coinvolgimento sternale e va valutata anche la stabilità dello sterno stesso.Infine vanno considerate le condizioni generali del paziente se ha febbre o meno e gli esami ematochimici se vi è leucocitosi e aumento delgi indici infiammatori.;se le è possibile contatti i chirurghi che l'hanno operato e faccia valutare il problema,sono sicuro che potranno darle le indicazioni sulla gestione di questo problema la cui valutazione è come le ho detto soprattutto visiva sulle caratteristiche della ferita stessa.
cordialmente
dr.Annoni
[#2] dopo  
Utente 102XXX

Iscritto dal 2009
Dr.Annoni la ringrazio per la risposta molto soddisfacente.Ha quanto ho capito lei conosce bene L' ospedale OPA o Pasquinucci (credo sia questo il nome)di MassaCarrara quindi come centro posso stare tranquillo? O è meglio anche un altro parere medico?La informo che mio suocero soffre anche di diabete.Grazie