Utente 104XXX
Volevo un vostro parere sulla chemioterapia con folfoiri nel contesto di una neoplasia al colon con metastasi al fegato non ancora operato per interessamento della vena porta
Ringrazio anticipatamente chi mi vorrà rispondere
[#1] dopo  
Dr. Carlo Pastore
36% attività
12% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 64
Iscritto dal 2004
Gentile Utente,

direi che è una terapia potenzialmente efficace. Si potrebbero addizionare delle applicazioni di ipertermia capacitiva per dare ulteriore energia alla chemioterapia.

Resto a disposizione, cari saluti

Carlo Pastore
www.ipertermiaroma.it
[#2] dopo  
Utente 104XXX

Iscritto dal 2009
La ringrazio innanzitutto per la risposta immediata le farò sapere quanto prima visto che la persona in questione ne ha già fatti 4 cicli che ha tollerato ottimamente e domani dobbiamo fare la tac di controllo
Poi con questo nuovo referto alla mano le riferirò tutta la storia.
Per quanto riguarda l'ipertermia io l'avevo già vista come opzione ma ci è stato detto che è ancora in via di sperimentazione
Cari saluti
[#3] dopo  
Utente 104XXX

Iscritto dal 2009
Salve torno a disturbarvi per chiedervi un' informazione, oggi mio padre ha ricevuto l'esito, anche se non scritto, della tac dove risulta essersi ristretta la neoplasia del colon tanto da essere operabile ma si sono lievemente incrementate le metastasi al fegato
Ora vi domando a lui è stato proposto di effettuare terapia con folfoxri e avastin o subito o dopo intevento per rimuovere la neoplasia
Secondo voi è una buona strategia terapeutica o solo un modo per salvare il salvabile
Vi premetto che mio padre nonstante tutto gode di buona salute lavora e continua a fare per quanto possibile una vita normale
Cari saluti
[#4] dopo  
Dr. Carlo Pastore
36% attività
12% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 64
Iscritto dal 2004
Gentile Utente,

l'intervento sul colon è a mio avviso da fare per evitare che la neoplasia residua possa occludere in futuro. Per quanto riguarda le metastasi epatiche l'aggiunta di bevacizumab (Avastin) aumenta le possibilità di risposta. L'ipertermia è una metodica che già si adotta, essendo disponibili apparecchiature per eseguirla (ulteriori informazioni sono disponibili sul mio sito www.ipertermiaroma.it). Resto a disposizione, cari saluti

Carlo Pastore
www.ipertermiaroma.it
[#5] dopo  
Utente 104XXX

Iscritto dal 2009
La ringrazio infinitamente per la pronta risposta e le farò sapere altri sviluppi secondo lei ci sono buone possibilità si sopravvivenza?
Saluti
[#6] dopo  
Dr. Carlo Pastore
36% attività
12% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 64
Iscritto dal 2004
Gentile Utente,

si tratta di una malattia assai grave in una fase avanzata (metastasi epatiche). Si deve tentare di tenerla sotto controllo il più possibile.

Resto a disposizione

Cari saluti

Carlo Pastore
www.ipertermiaroma.it
[#7] dopo  
Utente 104XXX

Iscritto dal 2009
salve torno a disturbarvi per un quesito che mi sta tenendo in ansia.
Mio padre operato il 30/03 emicolectomia destra per adenocarcinoma metastatico al fegato, dopo un decorso post operatorio regolare all'uscita dall'ospedale febbre e brividi al controllo del chirugo che ha effettuato l'intervento e successiva ecografia si evidenziava colicistite terapia con rocefin prima 2 al giorno e poi 1 al giorno e così via dal 10 di aprile.
Ora le condizioni di mio padre sono molto migliorate visto che è tornato anche a lavorare il chirurgo dice che è in via di guarigione e giovedì dovrebbe iniziare la chemio di nuovo ma l'andamento termicoè il seguente la mattina mai sopra 36,5 poi la sera più o meno dalle 18 in poi ci aggiriamo sui 37,1 37,3 il chirurgo dice che gli esami del sangue fatti anche ieri vanno bene anche quelli del fegato i gobuli biamchi da 10000 sono passati a 7000 lui a perso qualche chilo con l'intervento ma a parte una senzazione di corpo freddo in alcune parti della giornata sta abbastanza bene
Mi sapete dare una risposta voi sul perchè di questa febbricola secondo voi può entrare in qualche modo con le metastasi al fegato?
Grazie per la collaborazione
[#8] dopo  
Dr. Carlo Pastore
36% attività
12% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 64
Iscritto dal 2004
Gentile Utente,

la febbricola a mio avviso è collegata al problema della colecisti. Certamente anche le lesioni epatiche metastatiche possono contribuire al rialzo termico.

Un caro saluto

Carlo Pastore
www.ipertermiaroma.it
[#9] dopo  
Utente 104XXX

Iscritto dal 2009
Grazie per la pronta risposta siete sempre persone formidabili
[#10] dopo  
Utente 104XXX

Iscritto dal 2009
Buongiorno è da un pò che non ci sentiamo perchè forturnatamente le cose non vanno sempre storte.
Vi volevo illustrare la situazione attuale di mio padre e chiedere l'ennesimo parere.
Come ricorderete dai post precedenti in data 30/03 aveva effettuato una emicolectomia dx con conseguente episodio di colicistite, il tutto è ottimamente rientrato.
Il 23/04 ha iniziato la chemio folfoxiri ma i folati hanno fatto allergia, il medico ha detto che probabilmente era passato troppo poco tempo dall'intervento ed il fisico non era ancora pronto, comunque in data 14/05 è stata iniziata terapia FOLFIRI + AVASTIN senza acido folinico.
Da premettere che in data 05/05 al controllo ecografico per la colecisti si evidenziavano in sede epatica 4 e non 9 lesioni ripetitive ma queste 4 erano aumentate di dimensioni.
Ora dopo questa lunga lettera la situazione è questa forse farà ridere ma mio padre arrivato al terzo ciclo di chemio gli esami ematochimici sono ottimi ha ripreso il peso che aveva perso con l'intervento,lavora va tranquillamente in vacanza ed è anche abbronzato insomma al momento l'unica cosa che lamenta è una dermatite dovuta all'irinotecan.
Invece io vi domando l'attuale situaziane fisica di mio padre può far pensare se non ad una remissione almeno ad un arresto della malattia od è solamente uno specchietto per le allodole?
Un grazie infinito per il servizio e la vostra umanità.
[#11] dopo  
Utente 104XXX

Iscritto dal 2009
Buongiorno vi scrivo perchè mi è sembrato strano che non abbiate risposto al mio post precedente, ho forse invol,ontariamente detto qualcosa di sbagliato? Se cosi fosse mi scuso molto.
Ora vi volevo aggiornare sulla situazione, mio padre ha fatto il terzo ciclo di folfiri più avastin, è stato un pò ritardato perchè i globuli bianchi erano un pò abbassati ma poi sono tornati nella normalità, lo stato di salute è sempre paradossalmente buono, l'unica cosa è un leggero abbassamento di voce con un pò di muco alla gola a cui però nessun medico ha dato peso, mi devo preoccupare?
Volevo farvi un ulteriore domanda voi sapreste dirmi perchè a mio padre è sempre stata fatta tc torace addome e mai una tc total body? Ci sarà un motivo particolare?
Se non è troppo disturbo mi potete rispondere anche al post precedente vi prego io cerco di essere forte ma ho bisogno del vostro aiuto grazie ancora
[#12] dopo  
Utente 104XXX

Iscritto dal 2009
Perchè non rispondete più ai miei post?
Ci sono problemi?
Un saluto ed un grazie comumque.
[#13] dopo  
Dr. Carlo Pastore
36% attività
12% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 64
Iscritto dal 2004
Gentile Utente,

che lo stato di salute generale sia buono non desta meraviglia. Molto probabilmente le lesioni ripetitive rispondono alla terapia in modo egregio. La buona condizione generale in genere correla con l'andamento di malattia. Certamente è una situazione che va seguita strettamente ed a mio avviso da rivalutare dopo i 3 cicli mediante una TC. Viene fatta in questo caso torace ed addome perchè assai raramente questo tipo di neoplasia metastatizza in sede encefalica (anche se io personalmente preferisco sempre avere un quadro completo dell'organismo quando si parla di malattia metastatica).

Resto a disposizione, un caro saluto

Carlo Pastore
www.ipertermiroma.it
[#14] dopo  
Utente 104XXX

Iscritto dal 2009
Grazie infinite per la risposta che oltre a rendermi felice mi tranquillizza la tac è predisposta dopo il quarto ciclo che dovrebbe essere in data 21/07
Sarei interessata a sapere se lei reputa valida ancora l'ipertermia la situazione prima dell'inizio della terapia era malattia confinata al fegato con 4 secondarismi di circa 5 centimetri di cui uno sembra da come hanno detto sia attaccato alla vena cava ma non è mai stato scritto su nessun referto
Grazie ancora ed un saluto
[#15] dopo  
Dr. Carlo Pastore
36% attività
12% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 64
Iscritto dal 2004
Di nulla... Direi di si, sarei sempre dell'idea di un beneficio nell'abbinamento con ipertermia a livello epatico.

Resto a disposizione, un caro saluto

Carlo Pastore
www.ipertermiaroma.it
[#16] dopo  
Utente 104XXX

Iscritto dal 2009
Dottor pastore mi scusi se non l'ho ringraziata prima ma purtroppo ho avuto dei problemi con la rete.
A risentirci dopo i prossimi controlli
Un saluto.
[#17] dopo  
Dr. Carlo Pastore
36% attività
12% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 64
Iscritto dal 2004
Figurati... un caro saluto

Carlo Pastore
www.ipertermiaroma.it
[#18] dopo  
Utente 104XXX

Iscritto dal 2009
Buongiorno innanzitutto, volevo fare una domanda mi rendo conto stupida, mio padre ha appena effettuato il 4° ciclo folfiri avastin per il trattamento delle succitate metastasi al fegato, per domani è prevista l'eco di controllo cosa dobbiamo aspettarci anche alla luce dei miei post precedenti?
Grazie infinuite per la cortese risposta
[#19] dopo  
Dr. Carlo Pastore
36% attività
12% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 64
Iscritto dal 2004
Gentile Utente,

domanda da 100 milioni di dollari... nessuno può saperlo... magari trascrivimi il referto dell'ecografia e posso fornire un commento...

Un grande in bocca al lupo

Carlo Pastore
www.ipertermiaroma.it
[#20] dopo  
Utente 104XXX

Iscritto dal 2009
Caro dottor pastore rispondo solo ora al suo post del 26/07 perchè ho atteso sia l'esito dell'eco, che peraltro non ho possibilità di trascriverle perchè è rimasto al day hospital, sia perchè oggi abbiamo avuto unincontro con l'oncologo curante.
Le espongo la situazione attuale: fatti 4 cicli FOLFIRI+AVASTIN all'ecografia risulta invariata la situazione quindi 4 secondarismi di circa 5 centimetri non ci sono altre evidenze di malattia nei limiti ecografici.
Con questo referto l'oncologo a preferito cambiare terapia e cosi dal 11/08 FOLFOX+CETUXIMAB poi rivalutare con tac fra quattro cicli di chemio.
La mia domanda è qual'è la differenza tra FOLFIRI AVASTIN
E FOLFOX CETUXIMAB, si può sperare ad una migliore risposta?
Comunque le condizioni di mio padre continuano a restare ottime, a proposito il valore LDH è a 909 si può sperare con questa nuova terapia di farlo scendere un pò?
Ringrazio il dottor pastore o chiunque di voi vorrà gentilmente rispondermi.
[#21] dopo  
Dr. Carlo Pastore
36% attività
12% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 64
Iscritto dal 2004
Gentile Utente,

il cambio di protocollo mi sembra opportuno; il folfiri più avastin prevedeva farmaci deniminati 5-fluorouracile, irinotecan e bevacizumab, invece il nuovo protocollo include 5-fluorouracile, oxaliplatino e cetuximab. In particolare il cetuximab fa parte di quella nuova classe farmacologica denominata farmaci a bersaglio molecolare (si impiega nei tumori che esprimono abbondantemente l'EGFR). Si può senza dubbio sperare in una efficacia del nuovo trattamento. Se il trattamento sarà efficace miglioreranno anche i parametri epatici.

Resto a disposizione, un caro saluto


Carlo Pastore
www.ipertermiaroma.it
[#22] dopo  
Utente 104XXX

Iscritto dal 2009
Grazie mille per l'esauriente risposta a risentirci prossimamente, un saluto.
[#23] dopo  
Utente 104XXX

Iscritto dal 2009
Dottor pastore buongiorno ed eccomi di nuovo quà per l'ennesimo problema, come dicevo nei post precedenti mio padre ha iniziato folfox+cetuximab e fin qui a parte la dermatite allucinante da cetuximab non altri problemi,ma purtroppo c'è sempre un ma, di nuovo infiammazione della colecisti rilevata ecograficamente terapia rocefin più toradol nessun risultato terapia rocefin + lixidol nessun risultato, oggi se ne esce fuori il nostro medico di base con tazocin ed depalgos(ossicodone+paracetamolo) ma è necessario arrivare la fratello cattivo della morfina per la colecisti o secondo lei non ce la stanno raccontando tutta?
Le dico però che sià l'oncologo che la dottoressa che ha fatto l'eco che il medico parlano di infiammazione della colicisti.
Mio padre al momento sta abbastanza male tra dolori e debolezze si potrà riprendere visto che il 27 deve rifare un'altro ciclo di chemio.
Un'ultima cosa mi sembra di aver letto che l'efficacia del cetuximab si correli con la dermatite che produce l'ho sognato?
Un saluto ed un grazie infinite
[#24] dopo  
Dr. Carlo Pastore
36% attività
12% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 64
Iscritto dal 2004
Gentile Utente,

non è preoccupante impiegare il depalgos... è una buona combinazione analgesica. Se i colleghi che vedono costantemente il paziente parlano di colecistite non vi è motivo di dubitare. Vero che la dermatite spesso correla con la risposta ed una forte dermatite in genere è parallela ad una buona risposta.

resto a disposizione, un caro saluto

Carlo Pastore
www.ipertermiaroma.it
[#25] dopo  
Utente 104XXX

Iscritto dal 2009
Grazie infinite per le veloci esaurienti e conforttanti risposte.
[#26] dopo  
Utente 104XXX

Iscritto dal 2009
Un saluto innanzitutto, volevo chiedere qualche informazione visto che in questi giorni da noi non è possibile rintracciare alcun medico valido:
1) è normale una grande spossatezza, sonnolenza e leggera confusione in paziente trattato con depalgos tazocin e comunque in trattamento chemioterapico con folfox+cetuximab.
2) quale può essere il rimedio per tirarlo un pò su?
3) questo quesito ci lascia particolarmente perplessi, durante una eco renale nel 2007 si era evidenziata una cisti renale, alla successiva tac era risultata essere una cisti semplice di urina di 3 cm, premetto che all'epoca ancora non c'era evidenza della patologia ancora in atto, comunque dall'inizio della chemio questa ciste ha iniziato a diminuire fino a scomparire è possibile? Può una ciste sparire con una chemioterapia, visto che nel 2007 ci avevano detto che non sarebbe scomparsa ma casomai cresciuta
Grazie anticipate per la vostra risposta
[#27] dopo  
Utente 104XXX

Iscritto dal 2009
Caro dottor pastore ho visto che al momento sta rispondendo ad alcuni post quando ha un momentino libero può rispondere anche al mio di ieri sera grazie per l'aiuto
[#28] dopo  
Dr. Carlo Pastore
36% attività
12% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 64
Iscritto dal 2004
Ops, perdono, mi era sfuggito...

Allora: la sintomatologia può dipendere dal depalgos... magari si può tentare un altro antidolorifico. Occorre anche verificare mediante emocromo la concentrazione di emoglobina nel sangue per vedere se è troppo bassa e si può aiutare con i fattori di crescita specifici. Anche la somministrazione di nandrolone è da valutare per dargli un pò di energia. Per quanto riguarda la ciste direi che la chemioterapia non entra in alcun modo nella regressione... probabilmente è regredita spontaneamente.

Un caro saluto

Carlo Pastore
www.ipertermiaroma.it
[#29] dopo  
Utente 104XXX

Iscritto dal 2009
Non si preoccupi per la svista i nostri medici anche se sono solerti non danno indicazioni particolarmente felici ultimamente, la terrò comunque informata e la ringrazio tantissimo.
[#30] dopo  
Utente 104XXX

Iscritto dal 2009
Salve dottor pastore la volevo informare putroppo che mio padre se ne è andato venerdi 4 settembre.
Fino a mercoledì ci hanno detto colecistite e poi di colpo era la malattia che aveva infiltrato le vie biliari.
Ora non l'annoio con tutta la storia ma sto aspettando le cartelle cliniche poi le riferirò il tutto.
Un saluto ed un grazie per l'aiuto in questi mesi