Utente 108XXX


Diagnosi:adeocarcinoma gastrico stadi IV.
Nel marzo 2008 riscontro casuale all' ecografia addominale di masse pelviche in sede anessiale bilaterale 10/03/08 Cea:0,51 Ca:19-9;9,8 Ca125:13
12/03/08 TAC addome e pelvi:anesso destro di 7,3x 5,5cm con densita' disomogenea e margini regolari,annesso sinistro non dissociabile dall' utero che risulta anch'esso di dimensioni aumentate e disomogeneo .
ESAME ISTOLOGICO dala laparoisterectomia con annessectomia bilaterale ed omontectomia: omento esente da lesioni istologiche.Tumore di Krukemberg bilaterale dell' ovaio con aspetti compatibili con primitivita' gastrica CK 7 pos, CK20 pos/neg;Cea pos utero negativo.
29/03/08 EGDS H Ceccano: biopsia regione antrale.
Esame istologico:mucosa gastrica a ghiandole piloro-cardiali sede di carcinoma gastrico di tipo diffuso a cellule ad anello con castone.
Aprle 2008:ricovero in Multimedica di Sesto S. Giovanni nel quale il 7/5/08 ha subito un intervento (effettuato dalla Dott. Bignami Paola) di gastrectomia subtotale emicolectomia destra allargata al trasverso medio -distale.Non è stata eseguita perfusione intraperitoneale ipertermica per estenzione della malattia (carcinosi peritoneale diffusa) .
Esame istologico:Adenocarcinoma gastrico, a cellule ad anello con castone, di tipo diffuso sec. Lauren (G3) infiltrante la sottosierosa. diffusi aspetti linfoinvasivi.Marginidi resezione chirurgici indenni.Metastasi in 7 linfonodi su18 repertati.Omento con infiltrazione di adenocarcinoma gastrico scarsamente differenziato.
pT4 pN2(16/33) pM1(G3), stadio IV.
21/06/08: I ciclo di chemioterapia secondo lo schema Eloxatin,Taxotere e Xeloda fino al VI ciclo il 13/10/08. Dal mese di novembre 2008 ha incominciato ad avere problemi di appetito quindi il 23/01/09 ha effettuato l'RX seriato del tenue con l'ipotesi che ci fosse un lieve restringimento dell'anastomatosi ileo-colica.Dal mese di gennaio qualsiasi tipo di alimento ingerito (dopo due o tre razioni di cibo sia liquido che solido) viene rimesso.
Il 26/03/09 è stata effettuata la TAC con contrasto ed è emerso una ripresentazione della malattia sul piccolo intestino che ostruisce il passaggio di qualsiasi tipo di sostanza. L'oncologo le ha consigliato di intraprendere nuovamente un nuovo tipo di chemioterapia. Si sta attendendo l'arrivo di questa Tac (da Campobasso) per stabilire le sostanze specifiche per questo nuovo ciclo di chemioterapia.
Secondo lei ci sono altre strade da percorrere? Aspetto sue notizie ....cordiali saluti

[#1] dopo  
Dr. Carlo Pastore
36% attività
12% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 64
Iscritto dal 2004
Gentile Utente,

innanzitutto si potrebbe tentare di verificare se possibile un intervento per ripristinare quantomeno il transito intestinale. Subito dopo è necessario intraprendere un nuovo trattamento chemioterapico con farmaci diversi da quelli già impiegati. Si può abbinare inoltre un trattamento ipertermico locale (vedi sito www.ipertermiaroma.it ). Resto a disposizione, cari saluti

Carlo Pastore
www.ipertermiaroma.it