Utente 109XXX
Salve,
da quanto ho una nuova partner non riesco più a raggiungere una buona erezione che permetta la penetrazione. Spesso l'erezione si perde nel momento di indossare il preservativo o anche prima (quando cioè arriva il momento di prenderlo, aprirlo, etc..). Pensavo che il problema fosse legato al preservativo, così ne ho provati vari, più comodi, ma nulla. Abbiamo anche provato a fare senza, ma anche lì al momento di penetrare si perde l'erezione. A questo punto è facile pensare che sia un problema di testa, tuttavia penso ci sia anche altro, infatti anche nella masturbazione non riesco a mantenere l'erezione, nel senso che la raggiungo, ma se non stimolato, bastano anche pochi secondi (tipo una 20ina) e questa si perde.
C'è da dire che la cosa strana e che se la partner mi stimola oralmente o masturbandomi, raggiungo l'erezione e arrivo alla iaculazione tranquillamente, il problema sta nella penetrazione. Nel momento in cui devo penetrare perdo l'erezione.

Ho letto precedentemente altri problemi simili, quindi vi aggiungo dei dettagli sulla mia situazione.
Ho 25 anni, non ho una vita sessuale regolare (vita sessuale per lo più fatta da partner occcasionali) ed in ogni caso, negli ultimi due anni (ahi me!) non ho avuto rapporti. Sono un ragazzo ansioso ed insicuro e penso che anche per questi motivi ho tale problema. Ora mi sento un pò ferito nella mia virilità e se le cose continuano così entrerò sicuro in paranoia. Fumo (solo sigarette, un pacchetto da 20 al giorno), bevo (poco, diciamo una birra ogni due giorni e magari solo il sabato "esagero" :) ), faccio poco sport (diaciamo una partita a calcetto ogni 2 settimane). Per quanto riguarda la parte anatomica del membro, probabilmente (anzi, sicuaremnte visto che supero abbondanetemente il valore 1.30) rientro nella "Disfunzione Erettile su base Geometrica" (ho letto articolo sul vostro sito).

Come mi consigliate di muovermi.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Caro Utente,e' chiaro che l'aspetto psicologico abbia preso il sopravvento ma,da medico,non posso sottolineare come il fumo influisca in modo determinante sulla disfunzione erettile.Visto che e' così bene informato,Le consiglierei di consultare un esperto andrologo che lo sia almeno quanto Lei sia per quanto riguarda gli aspetti clinici del problema,che comportamentali...auguri di buona Pasqua.