Utente 833XXX
Salve,

Salve, ho 30 anni e a seguito di controlli per attività sportiva agonistica mi è stato rilevato, dopo essermi sottoposto a Ecocolordoppler cardiaco, un prolasso valvolare mitralico; cito il testo del referto, secondo me parecchio confuso, forse voi sapreste tradurmelo in termini più semplici e soprattutto dirmi se mi devo preoccupare e quanto.

"Prolasso valvolare mitralico di tipo "non classico" (lembi "billowing" e "floppy", ma con spessore minore a 5 mm), condizionante rigurgito centrale di grado lieve.
Per altro aspetti morfo-strutturali e funzionali sostanzialmente contenibili nei limiti di norma per la classe d'età e la taglia corporea del soggetto: in particolare si osserva ventricolo sinistro di normale geometria (indice di massa minore a 125 g/m2 - Spessore parietale relativo minore a 0,42), sinergicamente contrattile, con funzione sistolica globale conservata.
Quali aspetti collaterali di scarsa rilevanza clinica si segnalano lievi rigurgiti a bassa velocità delle valvole destre (fisiologici). "

Quanto sopra è il referto dell'esame, aggiungo che sono in terapia con Elopram 20 mg al giorno da diverso tempo e so' che anche questo farmaco potrebbe arrecare disturbi cardiotossici.

Alla luce di quanto esposto vorrei sapere se mi devo sottoporre ad ulteriori esami secondo voi o se posso continuare a svolgere attività sportiva agonistica stando tranquillo nonostante tutto ciò.

Ringrazio anticipatamente

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Vincenzo Martino
40% attività
0% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2008
Gentile utente, l'esame ecocardiografico riportato è in realtà, a parte l'alterazione anatomica dei lembi valvolari mitralici non determinanti tuttavia una insufficienza valvolare particolarmente importante, è dà ritenersi nei limiti della norma e non limitante la sua attività fisica. Ritengo ovvio che dovendo affrontare una attività agonistica, le sia indicato in aggiunta all'ecocardiogramma già effettuato anche un test da sforzo al cicloergometro nonchè un Holter ECG.
Saluti
[#2] dopo  
Utente 833XXX

Iscritto dal 2008
Egregio Dottore,

La ringrazio per la sua tempestiva risposta ciò che più mi lasciava perplesso del referto e ciò che non riesco ad interpretare bene era l'espressione:

"Prolasso valvolare mitralico di tipo "non classico" (lembi "billowing" e "floppy", ma con spessore minore a 5 mm)"

In particolare la cosa che mi ha messo in apprensione era appunto, come ha sottolineato lei, l'alterazione dei lembi mitralici

Ho dimenticato di aggiungere che alla prova del cicloergometro non sono stati rilevati problemi di sorta, riporto il referto di seguito:

ESAME OBIETTIVO:

Mv su tutto l'ambito. Toni validi, pause libere. Addome piano trattabile. PA=130/80.

ECG BASALE: RS nella norma.

"Test al cicloergometro di tipo "rampa" (60 Watt/min) condotto fino a esaurimento. Asintomatico. Fc max 173 bpm (90% della FC massica teorica). Carico max 226 watt (7,4 METs). Non aritmie. Non modificazioni ecg-grafiche evidenziate.

Preciso che non mi è mai stato proposto di sottopormi a Holter ECG fino ad oggi, dovrei chiederlo ? E' un esame importante alla luce di quanto sopra esposto ?

Per quanto riguarda l'assunzione dell'Elopram è vero il fatto che possa rivelarsi cardiotossico e arrecare problemi cardiaci ?

Grazie ancora resto in attesa

[#3] dopo  
Dr. Vincenzo Martino
40% attività
0% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2008
L'esame Holter è un esame complementare da effettuare qualora lamenti palpitazioni o fossero comparse aritmie al test da sforzo. Pertanto, al momento può soprassedere. Infine elopram non induce cardiotossicità anche in casi di sovraddosagio.
Saluti