Utente 110XXX
gentilissimi, ho fatto domanda per invalidità civile perché affetta da HCV. Diagnosi: Epatite Cronica attiva HCV correlata curata con Interferone e Ribavirina ma che, purtroppo, non sono serviti a nulla. Da pochi giorni è arrivato il certificato di riconoscimnto: il 50% di invalidità mentre ho letto sul vs. sito che avrei dovuto avere il 51%. Vi chiedo se quell'1% in + cambia qualcosa? Premetto che lavoro come segretaria in cassa integrazione in una azienda che ha già un lavoratore invalido e non ho la minima idea di quali siano i miei diritti sia sul lavoro che per una pensione o altro. Vi sarei grata se mi poteste rispondere. Saluti

[#1] dopo  
Dr. Mario Corcelli

52% attività
8% attualità
20% socialità
MILANO (MI)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2009
Gentile Utente,
La legge considera diverse soglie di invalidità, in corrispondenza delle quali prevede diversi benefici:

- la soglia minima è quella di un terzo (34%). Con tale grado di invalidità si ha diritto alle prestazioni protesiche e ortopediche;

- la soglia del 46% è prevista per l'iscrizione nelle liste speciali per l'assunzione obbligatoria al lavoro;

- la soglia del 74% dà diritto all'assegno mensile in qualità di invalido parziale; esenzione dal ticket per alcune o tutte le prestazioni specialistiche, in genere correlate alla patologia invalidante;

- la soglia del 100% dà diritto alla pensione di inabilità in qualità di invalido totale e, per i soggetti non deambulanti e non autosufficienti, all'indennità di accompagnamento.

Nel suo caso, visto che il lavoro ce l'ha, il solo beneficio che le potrebbe arrecare una valutazione del 51% è quello di un congedo straordinario di 15 giorni, se previsto dal suo contratto di lavoro.
Nel caso, non auspicabile, di perdita del lavoro, avrebbe diritto alla iscrizione nel collocamento protetto.

Per il resto, a prescindere dal grado di invalidità, certamente le sarà noto che l'epatite cronica attiva rientra tra le patologie croniche che danno diritto all'esenzione dal ticket per le analisi, gli accertamenti diagnostici e i farmaci strettamente correlati a questa patologia.

Cordiali saluti.
Mario Corcelli, MD
Milano - specialista Medicina Legale e Igiene-Tecnica Ospedaliera
http://www.medico-legale.it

[#2] dopo  
Utente 110XXX

Egregio Dott. Corcelli,

La ringrazio per la sua cortese e sollecita risposta.

Da quello che ho capito, non mi conviene fare ricorso e mi tengo il mio 50% che non cambia niente.

Saluti e grazie ancora.

[#3] dopo  
Dr. Alessandro Vallebona

24% attività
0% attualità
12% socialità
CECINA (LI)

Rank MI+ 36
Iscritto dal 2009
Non cambia nulla fra il 46% ed il 66%. Con il 67% ha diritto all'esenzione ticket su tutte le prestazioni, non solo su quelle relative alla sua patologia. Nella mia esperienza peraltro, essendo le tabelle di legge del 1992 (D.M. n° 43) fatte con i piedi, ritengo che le voci riportate nelle tabelle possano essere di riferimento, ma occorre adottare una ragionevole discrezionalità. Può accadere che un'epatite cronica possa essere valutata anche meno del 51% od anche di più a seconda della gravità del quadro clinico e metabolico.
Dr. Alessandro vallebona

[#4] dopo  
37801

Cancellato nel 2010
come mai oscurate mie risposte?

[#5] dopo  
Utente 110XXX

Grazie dott. Vallebona per la sua risposta. Posso fare un'altra domanda?
Bene.
Avevo fatto domanda per la legge 210/92 nel 2005 pur se fuori termine dei tre anni previsto.
La domanda non è stata accettata proprio per fuori termine; ho fatto ricorso nel 2007 e il 20 aprile ho ricevuto il rigetto del ricorso in quanto "l'istanza è da considerare non tempestiva". La mia richiesta è:posso fare un altro ricorso? e se sì a chi mi posso rivolgere per avere un aiuto?
Vi sarei grata si mi posteste rispondere.

Grazie a tutti

[#6] dopo  
Dr. Mario Corcelli

52% attività
8% attualità
20% socialità
MILANO (MI)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2009
Gentile Utente,
Il termine è perentorio di tre anni nel caso di vaccinazioni o di epatiti post-trasfusionali o di dieci anni nei casi di infezioni da HIV.
I termini decorrono dal momento in cui, sulla base della documentazione, l'avente diritto risulti aver avuto conoscenza del danno.

In ogni caso in questo sito può trovare ogni informazione utile.
http://www.indennizzolegge210.it/
Mario Corcelli, MD
Milano - specialista Medicina Legale e Igiene-Tecnica Ospedaliera
http://www.medico-legale.it

[#7] dopo  
Dr. Alessandro Vallebona

24% attività
0% attualità
12% socialità
CECINA (LI)

Rank MI+ 36
Iscritto dal 2009
Il collega ha perfettamente ragione, le rispondo perché mi ha chiamato direttamente ma non ho nulla da aggiungere a quanto già chiaramente espresso
Dr. Alessandro vallebona

[#8] dopo  
Utente 110XXX

GRAZIE A TUTTI