Utente 736XXX
Gentile Dottore,
mia madre, ultraottantenne, dopo un recente ricovero con P.max 240 e P. min.120, con diagnosi: TIA in pz.con cardiopatia ipertensiva, troponinosi,diabete mellito di tipo 2, sindrome metabolica, è in terapia da 13 giorni con Pantor (40 mg), Congescor (2,5 mg 1c), TiKlid (2c al dì), Tareg (160 mg 1c ), Torvast (20 mg 1c).
Da quando assume tali farrmaci, accusa notevole stanchezza, debolezza, sensazione di freddo, tanto da non riuscire a stare alzata se non per poco tempo; inoltre, presenta minzione frequente.
Considera corretta la terapia o ritiene opportuni degli aggiustamenti per migliorare la situazione?
La ringrazio vivamente e Le porgo distinti saluti.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Vincenzo Martino
40% attività
0% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2008
Gentile utente, le patologie di cui è affetto sua madre depongono per un quadro clinico complesso che rendono difficile darle un consulto on line senza la visione, almeno, di esami strumentali come anche delle semplici analisi del sangue. In linea generale i farmaci da lei elencati non sono diuretici e pertanto non spiegherebbero l'aumentata diuresi, che forse può essere indicativa di uno scompenso glicemico, mentre per quanto riguarda l'astenia ,ad essa potrebbero additarsi varie situazioni: anemia, scompenso cardiaco, danno muscolare indotto dalle statine. In definitiva, penso che sia ben chiaro che la paziente meriterebbe una valutazione complessiva da un collega "supervisore", come il curante o altro specialista.
Saluti