Utente 979XXX
MIA MADRE, 71 ANNI, CIRCA 3 ANNI FA E' HA ESEGUITO UN INTERVENTO CHIRURGICO DI SOSTITUZIONE VALVOLARE MITRALICA CON ANULOPLASTICA ALLA TRICUSPIDE. ULTIMAMENTE AVEVA DEI SINTOMI CON DIFFICOLTA' DI DEAMBULAZIONE E DOLORI ALLE GAMBE. IN UN ECOCOLRDOPPLER AGLI ARTI INFERIORI SI EVIDENZIAVA UNA STENOSI ALL'ARTERIA FEMORALE DX, PER CUI SI EVIDENZIAVA LA NECESSITA' DI FARE UNA ANGIOTAC PER POI FARE UNA ANGIOPLASTICA. SE A SX LA SITUZIONE E' BUONA, COSI' COME HANNO DETTO I MEDICI, COME E' POSSIBILE CHE ABBIA LA STESSA SINTOMATOLOGIA ANCHE A SX? NELLA GAMBA SX HA GONFIORE COME A DX. IL MEDICO CHIRURGO VASCOLARE CI HA DETTO CHE POTREBBE DERIVARE DA PROBLEMI ALLA COLONNA VERTEBRALE. MA SE COSI' FOSSE, QUESTA ULTIMA CAUSA DAREBBE ANCHE GONFIORE? NON CI STIAMO CAPENDO PIU' NIENTE. GRAZIE INFINITE.

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Prof. Marco Catani
44% attività
4% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2008
gentile signora,

è difficile valutare l'operato di un medico essendo presente, figuriamoci a distanza, con notizie frammentarie, ed in più utilizzando un sistema estremamente limitato come quello da noi utilizzato (computer-internet).

suppongo da quello che dice pertanto che il chirurgo vascolare abbia richiesto la tc non solo per approfondire il problema vascolare ma indagare ed approfondire appunto la colonna. le chiedo pertanto, ringraziandola in anticipo, di tenermi aggiornato,

cordiali saluti