Utente 115XXX
Salve, mi è stata diagnosticata 5 anni fa una prostatite. Il problema è stato affrantato nel più classico dei modi con l'estratto lipido-sterolico di Serenoa repens, qualche ciclo di antibiotici perché nel liquido seminale c'erano dei batteri e con degli integratori di cui non ricordo il nome.
Il problema apparentemente è stato risolto, dopo un lunghissimo periodo di terapia.
Dico apparentemente perché mi è rimasto un leggero senso di peso al basso ventre (subito sopra il pube) e dell'occasionale bruciore dopo le minzioni o dopo l'eiaculazione nonostante la prostata sia tornata alle dimenzioni standard e non risultino alterazioni negli esami del sangue (psa e roba del genere)
La situazione è abbastanza sostenibile, ma mi chiedevo se devo convivere con questo per tutta la vita, in fondo ho solo 25 anni...
Ho cercato di consultare altri medici, ma tutti alla fine continuano a prescrivermi cicli di estratto lipido-sterolico di Serenoa repens, che lasciano il tempo che trovano... che fare?

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Caro Utente,affrontare una prostatite,a qualsiesi età,non é agevole...mi sembra,però,di capire che le terapie antibotiche eseguite siano state mirate sulla presenza di batteri nel liquido seminale,quindi corrette.Non vorrei che il lungo periodo di terapia abbia modifcato la flora batterica intestinale e,quindi,dato luogo a quel risentimento sovrapubico che riferisce.La concordanza di strategie tra più medici dovrebbe tranquillizzare.Di più non é coretto dire da questa postazione mediatica.Cordialità.
[#2] dopo  
Dr. Diego Pozza
40% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2000
caro lettore,

qualche volta una prostatite può determinare una sclerosi del collo vescicale che diventa "rigido" e che può determinare alcuni problemi di svuotamento vescicale.
Ne parli con il suo specialista.
altre volte possono verificarsi riaccensioni dei fenomeni "prostatitici" che potrebbero essere trattati farmacologicamente
cari saluti
[#3] dopo  
Utente 115XXX

Iscritto dal 2009
Dr. Izzo,
effettivamente dei problemi intestinali sono presenti, ma probabilmente li ho sottovalutati. Vedrò di fare una indagine più accurata e percorrere anche questa strada. La ringrazio.

Dr. Pozza,
lo svuotamento è corretto, dalle ecografie che ho fatto non si nota (almeno secondo il parere di chi le ha eseguite e degli specialisti che le hanno guardate) nulla di strano. Solo continuo ad avere i bruciori e quel fastidioso senso di peso. Con questa situazione riprendere i cicli di terapia con l'estratto lipido-sterolico di Serenoa repens potrebbe aiutare?