Utente 116XXX
salve! sono una ragazza di 25 anni, corporatura nella norma, nessuna malattia, attività fisica praticata con regolarità.
negli ultimi mesi ho avvertito x la prima volta dolori alla schiena e mi sono sottoposta ad una tac rachide lombosacrale.
l'esito è stato il seguente:
Segni di artrosi somatica ed interapofisaria
Protrusione discale posteriore mediana e paramediana bilaterale del disco intersomatico L5-S1 che impronta il sacco durale
Normale ampiezza del canale vertebrale.
Vorrei sapere cosa significa qsta diagnosi e a che tipologia di specialista rivolgermi
Grazie
[#1] dopo  
Prof. Alessandro Caruso
40% attività +40
16 attualità +16
20 socialità +20
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2006
Gentile signora, il suo rachide lombare presenta una discopatia con protrusione discale ,ossia il disco intervertebrale tra la vertebra L5 e la S1 è sofferente, lo spazio discale ristretto ed il disco protrude, cioè esce fuori dal suo bordo, deborda e va a toccare il sacco durale, cioè tocca delle strutture nervose, ma non comprime radici nervose o altro. Sempre stando al referto della tac.
Le consiglierei un consulto specialistico ortopedico e poi uno dal Fisiatra per un completo ciclo di fisiochinesiterapia mirata e specifica.
Se dovesse essere necessaria è da fare anche una RISONANZA MAGNETICA, ma sarà l'ortopedico a dire e stabilire ciò.
Cordialmente