Utente 132XXX
Salve a tutti, io da più di un anno soffro di problemi alla schiena, ho fatto la risonanza magnetica la quale ha dato questi risultati:
Sequenze:
TSE T1 e T2W sul piano sagittale
B-FFE sul piano assiale
Modiche irregolarità spondilosiche somatiche ed alterazioni artrosiche interapofisarie a carico dei metameri vertebrali in esame.
Riduzione del segnale, nelle sequenzeT2W,de4gli elementi intersomaticinel tratto L4-S1da riferire a feomeni di disidratazione; concomita: Al livello diL3-L4, protrusione discale mediana paramediana bilaterale con minima impronta sul sacco durale. Al livello L4-L5 sullo sfondo di protrusione discale circonferenziale è presente focalità erniaria mediana dx che comprime il sacco durale;
Conservato l’allineamento posteriore dei soma.
Regolare per spessore e segnale il midollo spinale nel tratto esplorato.
Cono midollare in sede regolare.
Canale neurale di conformazione ed ampiezza regolare.
Nei limiti la fisiologica lordosi.

Dopo la risonanza mi sono recato in un centro di fisioterapia a Salerno i quali dopo la visita fisiatrica mi hanno consigliato di sottopormi a questo tipo di terapia.
5 tecarterapia
10 sportlab (riforzo addominali, dorsali e gambe)
10 terapie di esercizi prepriocettivi posturli individualiNegli ultimi mesi ,inoltre, come su consiglio del mio ortopedico mi sono messo a dieta,sono alto 176 cm, e sono passato da 85Kg a 70Kg ovviamente seguito dal dietologo.

Nonostante tutto non ho avuto grandi risultati.
Quindi mi sono rivolto ad un neurochirgo,molto bravo devo dire, il quale mi ha detto che dobbiamo fare di tutto per curare la mia protrusione L4-L5 in modo conservativo, e quindi mi ha prescritto una terapia medica, molto efficace devo dire, associata alla terapia medica mi ha consigliato alcuni esercizi, ad esempio stare appeso ad una sbarra o ad un spalliera ed eseguire dei movimenti laterali con il bacino ovviamente stando con le gambe sospese ed poggiate su qualcosa, o meglio ancore usare la panca inversione, tutto questo per cercare di riallargare lo spazio tra i dischi, io oltretutto ho anche un problema di lordosi e per questo mi ha consigliato di andare anche in piscina e di lavorare sopratutto di dorso, cioè l'80% dorso e il 20% stile libero.
Secondo voi con questo tipo di terapie stavolta posso risolvere il problema, sapete è più di un anno che faccio tentativi ma fino ad oggi sono stati tutti vani.
Grazie e buon lavoro.

[#1]  
Dr. Giulio Pio Urbano

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
4% attualità
16% socialità
RHO (MI)

Rank MI+ 56
Iscritto dal 2008
Gentile utente,

mi pare che il collega NCH, sia stato molto corretto nell'affrontare il suo problema.

Purtroppo dovrà avere molta pazienza per vederne i risultati.

Il mio consiglio è quello di armarsi di molta, molta, ed ancora di più, buona volontà e pazienza, nel seguire i consigli e gli esercizi consigliati.

Vedrà che infine la sua costanza sarà premiata.

Metta in programma un controllo dal suo Specialista NCH di riferimento se la situazione, tra 5/6 mesi, fosse ancora particolarmente invalidante.

Cordialità.
Urbano Giulio Pio MD
Specialista Medicina Fisica Riabilitazione
e Psicoterapia
3398917774(h16-20)