Utente 930XXX
Buonasera,riassumo in breve il mio caso.In seguito a incidente stradale occorsomi a novembre 2007 (tamponamento + urto laterale),mi diagnosticano classico colpo di frusta. Terapia:sirdalud,collarino e fisioterapia (quest ultima nn eseguita per impegni lavorativi all estero e mancanza di alcun disturbo). Da febbraio inizio a soffrire di una cefalea latente praticamente giornaliera. Ad Aprile visita presso centro cefalee: RMN Encefalo negativa,nessun acuzia neurologica. Diagnosi cefalea tensiva. Terapia Laroxyl 12 gc al di' assunto fino a settembre con scarsi benefici. Settembre : Byte notturno per leggera malocclusione,nessun beneficio. Ottobre : dolenzia e difficolta' movimenti al collo accompagnano la solita cefalea persistente. Novembre: visita a Pronto Soccorso x episodio acuto (dolore puntorio al collo,intensa emicrania) Diagnosi : cervicalgia. Antidolorifico e via. Da li' intensificazione della sintomatologia : cefalea intensa,dolore al collo,insonnia,tachicardia,pulsazioni alla nuca,dolore al braccio destro,nevralgie dentali,confusione mentale.
Il curante mi prescrive na terapia cortisonica (Medrol) con cui ho un assopimento dei sintomi e mi prescrive un RMN Cervicale con esito:regolare allineamento dei metametri nel piano sagittale e le dimensioni del canale osseo. La corda midollare non presenta anomalie morfologiche o di segnale. Lo studio dei dischi intersomatici mette in evidenza una modesta protrusione osteofitica degli spigoli somatici a C4-C5 nel versante destro. regolare il tratto di passaggio cervico-dorsale. Seoondo lui pero' la protrusione non dovrebbe causarmi tutti questi disturbi e mi ha consigliato di consultare un bravo Osteopata-Massofisioterapico. Cosa ne pensate?

[#1]  
Dr. Mauro Granata

Referente scientifico Referente Scientifico
28% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2005
Per quanto sia possibile esprimere un giudizio in questo contesto il consiglio del suo medico mi sembra sensato. Probabilmente la genesi del disturbo è di origine muscolotensiva. Si rivolga quindi ad un bravo fisioterapista per una serie di sedute di massoterapia e mobilizzazione del rachide cervicale. Bene anche l'associazione per qualche giorno con un decontratturante muscolare con le caratteristiche del Sirdalud da assumere alla sera prima di andare a dormire. Cordiali saluti. MG
Mauro Granata

[#2] dopo  
Utente 930XXX

Grazie per la solerte risposta. Preciso che ho solo 30 anni,quindi il mio curante ipotizza che la protrusione si sia venuta a creare a causa della mia negligenza nel non effettuare la fisioterapia al momento del trauma. Sempre secondo il suo modesto parere (e' un endocrinologo),vista anche l importante sintomatologia nervosa (confusione mentale,ansia,tachicardia) potrebbe esserci stata a quel tempo anche una sublussazione di qualche vertebra o dell atlante (compatibile' con lo spostamento violento laterale dellatesta),e che col passare del tempo e senza adeguati trattamenti questo crei un costante stato iritativo dei nervi. Ma possiile che dall RMN non sia risultata questa sospetta sublussazione?

[#3]  
Dr. Mauro Granata

Referente scientifico Referente Scientifico
28% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2005
Appunto... non si metta in testa idee strane. Si metta invece nelle mani di un buon fisioterapista. MG
Mauro Granata