Utente 116XXX
Buongiorno, avevo una lesione cutanea di DUBBIA diagnosi sulla tempia e per questo motivo si è optato per rimuovere una piccola parte della lesione così da poter effettuare l'esame istologico e decidere quindi come procedere per rimuovere la parte restante (a seconda dell'esito dell'esame). L'esame ha confermato il fatto che si tratta di un NEVO benigno, tuttavia non mi è chiaro l'intervento al quale mi dovrò sottoporre perchè mi pare che il chirurgo mi avesse detto che, in caso si trattasse di un NEVO, avrebbe dovuto asportare un margine piuttosto ampio di cute attorno alla lesione (superiore ai soliti 2 o 3 millimetri che avrebbero osservato in caso di epitelioma, ad esempio). Ma questa non è la procedura che viene utilizzata per asportare un melanoma? Devo per forza subire un'asportazione così ampia, che mi lascerebbe una cicatrice a "W", anche in caso di un semplice nevo benigno?

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Antonio Maria Miotti
28% attività
0% attualità
12% socialità
UDINE (UD)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2004
Gent.mo Sig.re,
è improbabile che sia necessario un ampio margine di escissione, dato l'esito dell'esame istologico.
Le suggerisco, tuttavia, di porre questa domanda al chirurgo che effettuerà l'intervento, dato che le indicazioni "a distanza" hanno alcuni limiti in assenza di una valutazione clinica.
Cordiali saluti
[#2] dopo  
Dr. Antonio Maria Miotti
28% attività
0% attualità
12% socialità
UDINE (UD)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2004
Gent.mo Sig.re,
è improbabile che sia necessario un ampio margine di escissione, dato l'esito dell'esame istologico.
Le suggerisco, tuttavia, di porre questa domanda al chirurgo che effettuerà l'intervento, dato che le indicazioni "a distanza" hanno alcuni limiti in assenza di una valutazione clinica.
Cordiali saluti