Utente 116XXX
Mio marito, che ha 65 anni ed è in condizioni fisiche buone, più di 10 anni fa è stato operato di ernia del disco: l'intervento, forse perchè tardivo, ha lasciato stascichi a carico della gamba sinista, con dolore occasionale e un indebolimento visibile della muscolatura del polpaccio, che ha perso volume e tono.
Ora il problema che lo preoccupa è che la parte bassa della gamba e soprattutto la caviglia tendono ad arrossarsi in un modo tenue ma persistente, pur se senza particolare dolore o pesantezza dell'arto o gonfiore evidente alle vene del polpaccio. Mio marito per lavoro sta in piedi molte ore al giorno, piuttosto fermo o con poco movimento, e credo che questo peggiori la situazione, infatti da seduto l'arrossamento si attenua e da coricato passa
Al d là di un Ecodoppler all'arto, che è già in programma e di cui vi inoltrerò a breve l'esito, credete che il problema accusato e la sintomatologia descritta debba preoccuparci? Mio suocero, defunto da tempo, in tarda età era stato amputato ad una gamba per problemi vascolari e precedentemente aveva subito un by pass e mio marito teme la familiarità...ci sono comunque cure o misure che possano attenuare o prevenire l'insorgere di problemi vascolari gravi?
Un cordiale grazie per la cortese attenzion

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Prof. Marco Catani
44% attività
4% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2008
gentile signora,

credo che già parlare come facciamo noi, utilizzando un mezzo limitato come questo (computer-internet), ha un valore piuttosto relativo, se poi lo facciamo senza neanche dati di fatto, è ancora più deludente sia per me ma soprattutto per voi. aspettiamo l'ecocolor e poi ne riparliamo.

a presto

cordiali saluti