Utente 119XXX
buona pomeriggio a tutti. volevo esporvi il mio problema. il 12 giugno sono stato operato di fistola sacro coccigea con metodologia chiusa però purtroppo si sono infettati i punti e il mio chirurgo è stato costretto a riaprire la ferita. io pensavo fosse finito tutto li e invece l'infezione continua e la notte scorsa dava veramente un odore nauseante. questa mattina il medico ha riaperto per la medicazione e mi ha spiegato che esistono dei batteri anaerobi che vivono (in modo stazionario) sull'ano precisamente all'imboccatura e che questi batteri hanno creato un'infezione (premetto che chi ha visto la ferita ha detto che si vede una zona verde). oltre ai soliti lavaggi con betadine e acqua ossigenata oggi il mio medico ha optato per infiltrarmi direttamente un antibiotico (credo da 1500 mg perchè c'era scritto sulla scatola 500 mg + 1 g). ora anche se sono sicuro che per rispondere dovreste vedere la ferita, vorrei sapere se è un decorso normale o mi devo preoccupare. a ecco quasi dimenticavo di chiedervi che rischi comporta un'infezione di questo tipo?. grazie in anticipo.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Stefano Spina
48% attività
12% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 80
Iscritto dal 2008
Non possiamo dire che sia un decorso normale, perche' l'infezione della ferita e' pur sempre una complicanza. C'e' da rilevare pero' che, visto la zona in cui si trova, si tratta comunque di una complicanza che capita con una certa frequenza. Ad ogni modo mi pare che il suo Chirurgo la sta seguendo nel migliore dei modi.
Si armi di molta pazienza, perche' questi post-operatori sono sempre piu' lunghi e fastidiosi di quanto ci si possa immaginare. Se vuole ci aggiorni sull'evoluzione del suo caso.
Cordiali saluti