Utente 308XXX
Buongiorno! ad un certo punto, improvvisamente, si è infiammata la ghiandola bartolini sinistra (possibile a seguito di uno sforzo o di una ceretta?). Visitata dal ginecologo dopo circa una settimana che mi dava fastidio anche se comunque riuscivo a camminare a sedermi(anche se con un po di fastidio) a portare pantaloni, mi ha prescritto una settimana di antibiotico (2 al gg da 500 mg). Ora, al termine della cura, la ghiandola si è di molto ridotta, non fa più male in nessuna posizione però è ancora "dura" . Ho paura che si rigonfi sopratutto se sollecitata dai rapporti....che fare? Grazie

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Giampiero Griselli
52% attività
20% attualità
20% socialità
BRESCIA (BS)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2002
Prenota una visita specialistica
Gent.le
sembrerebbe che la terapia abbia dato buoni risultati, pur non ancoora completi, per cui penso che valga la pena di aver pazienza.
D'altronde l'alternativa è chirurgica.
Faccia attenzione alle confricazioni (es . assorbenti, salva slip, etc)e magari rimandi ancora per qualche giorno i rapporti, dando la possibilità alla ghiandola di "sfiammarsi" completamente.
In caso di recidive si prenderà in considerazione il piccolo atto chirurgico di cui sopra.
Cordialità.
[#2] dopo  
Utente 308XXX

Iscritto dal 2007
Grazie per la celere risposta! E anche per avermi tranquillizato.....l'idea dell'alternativa chirurgica però mi spaventa un po', più che altro mi spaventa la sedazione........(anestesia totale?)....
[#3] dopo  
Dr. Giampiero Griselli
52% attività
20% attualità
20% socialità
BRESCIA (BS)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2002
No, la locale può bastare.
Cordialità