Utente 121XXX
Gentili Dottori, ho 26 anni.A 18 anni ho contratto pseudomonas alla prostata. Ciò che mi ha spinto a sentire un andrologo ai tempi è stata la scomparsa improvvisa di erezioni. Dopo un'importante cura antibiotica avevo risolto la cosa e la situazione era tornata alla normalità.Fino a dicembre dello scorso anno ho condotto una più che regolare vita sessuale senza alcun problema. Dopo un periodo di intensa attività sessuale ho iniziato ad avvertire dolori alla minzione, reni e sono ricomparse difficoltà erettili e soprattutto di eiaculazione precoce. Mi sono rivolto ad un andrologo di un rinomato centro milanese che sulla base del mio storico e di un'esplorazione alla prostata ha riscontrato una prostatite e mi ha prescritto un ciclo di levofloxacina. I dolori sono spariti dopo 10 giorni ma, sebbene attenuati, sono rimasti i disturbi di eiaculazione precoce e di DE. Ad una seconda visita l'andrologo tranqullizzandomi sul fatto che i sintomi fossero legati alla prostatite ha deciso di somministrarmi Levitra 20mg ogni 15gg. Io dopo una ricerca ho deciso di dividere la compressa in 4 dosi e assumendo appena 5mg di Levitra durante i fine settimana: la situazione era decisamente migliorata (tranne per l'eiaculazione precoce, che sebbene sostanzialmente attenuata permaneva). Alle terza e ultima visita ho fatto presente al mio specialista l'iniziativa che avevo preso nell assumere il Levitra e sorpreso mi ha detto che quel dosaggio è quasi placebo. Dopo tre visite e 8 mesi mi ha prescritto un tampne uretrale e una spermicoltura e mi ha consigliato di continuare ad usare Levitra. Mi chiedo è normale la tempistica del trattamento? Ma soprattutto riuscirò mai a ritornare ad avere una vita sessuale regolare come in passato senza ricorrere a pillole varie ed eventuali? Sono terrorizzato perchè da quello che ho letto, le prostatiti difficilmente si curano. In più continuo a non spiegarmi questa correlazione tra la prostatite e la DE. Non sarebbe il caso di chiedere indagini piu approfondite al mio specialista?
Ringraziandovi in anticipo per l'attenzione vi saluto cordialmente!

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
Caro signore,
a volte alle prostatiti si sovrappongono altre cause: metaboliche, circolatorie, ormonali e psicologiche. Visto ilk dosaggio per lei efficace di Levitra, potrebbe venire qualche idea. Varrebbe la pena approfondire. Ne parli col collega.