Utente 108XXX
Mia madre (84 anni) in data 6 aprile u.s. è stata sottoposta a toracentesi diagnostica (es.citologico:aggregati di cellule neoplastiche coerenti con secondarismo da neoplasia mammaria). La TC del torace (8 aprile u.s.) evidenziava abbondante versamento pleurico sx con ispessimento pleura viscerale, sfumato adensamento seg.apicale lobo sup dx fibloso; millimetrica formazione nodulare lobo inf dx subpleurica; formazioni nodulari solide dotate di enhancement dopo MDC diametro 1 cm all'angolo cardiofrenico sx di natura infonodale; linfonodi in loggia di Banrely e in finestra aorto-polmonare; CA 15.3 (164). L'8 aprile era stata sottoposta a toracentesi sx evacuativa (700 ml liquido paglierino-es. citologico: RX+, PR+, al momento trattata con Femara, ormonoterapia).
in data 4 u.s. ha effettuato esami del sangue con le seguenti differenze rispetto all'esame di ca. tre mesi fa: CEA da 24,8 a 8; CA15.3 da163,7 a 77; linfociti: 13,2; granulociti neutrofili: 78,8; lattato deidrogenasi: da 339 a 559. Quest'ultimo mi preoccupa perchè è aumentato anzichè diminuire. Premesso che mia madre settimana prox dovrà poi effettuare la rx del torace per verificare quanto liquido è rimasto (speriamo non sia aumentato)Vi chiedo un parere su questa nuova situazione (avevo già chiesto un Vs cortese parere a suo tempo ottentendo un ottimo consiglio del quale ringrazio ancora- Dr. Carlo Pastore) e cosa ne pensate su questo aumento del LDH. Dimenticavo: a mia madre è stata prescritta agli inizi di aprile oltre che Femara anche Cardioaspirina (per fibrillazione atriale) e Topazole (per lieve forma di ipertiroidismo).
Ripeto, vorrei un Vs parere sulla nuova situazione alla luce del fatto che LDH è aumentato nonostante gli altri valori che ho citato sono diminuiti.
Ringrazio anticipatamente.
[#1] dopo  
Dr. Carlo Pastore
36% attività
12% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 64
Iscritto dal 2004
Gentile Utente,

innanzitutto a mio avviso occorre eseguire una stadiazione completa mediante TC total body + cranio con mdc e scintigrafia ossea. L'aumento della lattico deidrogenasi infatti potrebbe essere legato ad un coinvolgimento del fegato da parte della malattia, cosa da verificare. Inoltre terrei d'occhio la situazione toracica e valuterei l'eventualità di un talcaggio (procedura di chirurgia toracica) per evitare il riformarsi del versamento pleurico. In alternativa eseguirei una nuova toracentesi con l'istillazione nel cavo pleurico di una modica quantità di mitomicina C (si tratta di un vecchio chemioterapico che aiuta nel tenere a daba le cellule maligne responsabili del versamento stesso).

Resto a disposizione, cari saluti

Carlo Pastore
www.ipertermiaroma.it
[#2] dopo  
Utente 108XXX

Iscritto dal 2009
Grazie di cuore.
Tornerò in argomento quando si avrà l'esito della RX al torace.
Un coriale saluto.