Utente 124XXX
Buon giorno,

ho 36 anni e da diversi anni ho problemi alla prostata, inizialmente dovuti ad una infezione da streptococco curata con antibiotici che sebbene abbiamo eliminato la fase acuta non hanno completamente risolto il problema. Dopo un paio di tentativi mi e' stato detto che comunque avrei dovuto convivere con uno stato cronico di leggero fastidio. Sebbene raramente abbia avuto bruciori acuti, prevalentemente dopo l'eiaculazione, ho deciso di recente di sottopormi nuovamente ad analisi e mi e' stata diagnosticata una prostatite con ingrossamento. Ho una frequente minzione e una sensazione di non svuotare completamente la prostata anche se all'ecografia risulta essere vuota. Non ho al momento nessun problema di erezione. Mi e' stato raccomandato di predere un farmaco che si chiama Prostakan e un sedativo per combattere lo stress che a parere del mio medico potrebbe essere la causa. La mia domanda e' questa: in casi di questo tipo e' normale prescrivere un sedativo seppur in dosi limitate?
Grazie per la risposta

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
Caro signore,
non entro nel merito della visita e della prescrizone, senz' altro lo stress è un cofattore nelle genesi delle prostiti. Personalmente non prescrivo psicofarmaci in questi casi, ma è una mia abitudine. Le consiglierei di evitare thè, caffè, alcoolici, fumo, piccanti ed insaccati.
[#2] dopo  
Utente 124XXX

Iscritto dal 2009
Gentile Dr. Cavallini,

innanzitutto la ringrazio molto per la sollecita risposta. Lei ritiene che eliminando le sostanze sopracitate otterrei lo stesso effetto del sedativo? Premettendo che non presento all'apparenza nessun segno particolare di stress
[#3] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
Caro signore,
come detto non entro nel meritro dellas prescrizione, che de visu le cose sono molto più chiare che via internet. Quelle prescrizoni igienico dietitiche sono validate nella letteratura corrente come misure atte diminuire gravità e frequenza di recidiva e cronicizzazione della prostatite.
[#4] dopo  
Utente 124XXX

Iscritto dal 2009
Certo capisco il suo punto di vista, la ringrazio ancora per i consigli medici.
[#5] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
Faccia sapere se vuole.