Utente 123XXX
Buongiorno dottore, vorrei sottopormi ad un intervento di otoplastica. Ma i recenti fatti di cronaca mi spaventano tanto e soprattutto l'anestesia. in passato ho fatto 2 interventi (occhio e mano) ma erano indispensabili. ci sono rischi di perdere la vita? con l'anestesia locale dovrei ridurre i rischi? poi come faccio a sapere i centri attrezzati a milano? quali requisiti devono avere? ci sono casi di morti per otoplastica? l'ultima cosa, l'anestesia che fa il dentista è la stessa degli interventi estetici? grazie mille dottore
[#1] dopo  
Dr. Alessandro Medici
24% attività
0% attualità
12% socialità
ALESSANDRIA (AL)
Rank MI+ 36
Iscritto dal 2000
Gentile utente.
Non esistono interventi scevri da possibili complicanze.
Le cronache raccontano persone decedute anche per l'anestesia locale, senza tuttavia riportare quante altre persone vengono quotidianamente sottoposte ad anestesia locale o generale e non hanno alcuna complicazione.
Per quanto riguarda l'otoplastica, la scelta tra un tipo o l'altro di anestesia è fondamentalemnte del chirurgo e della tipologia d'intervento (esistono diverse metodiche a seconda del difetto da correggere e dell'esperienza del chirurgo).
In linea di massimo la maggior parte delle otoplastiche possono essere eseguite in anestesia locale.
A Milano esistono diversi centri sia pubblici che privati; le consiglio di evitare gli ambulatori preferendo decisamente strutture che le garantiscono una tutela maggiore.
Può chiedere informazioni all'ordine dei medici che le fornirà indicazioni sulla legalità della struttura e sulle credenziali (laurea, ev eventuale specialità) del chirurgo.
Inoltre può ottenere informazioni anche presso le società scientifiche di settore (SICPRE - SIES - SICMF)
L'anestesia del dentista (solitamente mevicaina con o senza andrenalina) è più o meno simile (dipende dalla scelta del chirurgo o dell'anestesista.
Saluti
[#2] dopo  
Dr.ssa Sarah Marchionni
24% attività
0% attualità
12% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 36
Iscritto dal 2008
Buon giorno,
per ridurre il rischio legato all'anestesia le consiglio come il collega di farsi operare presso una casa di cura e non un ambulatorio medico. Consideri comunque che prima di intervenire dovrà eseguire una serie di esami che appureranno il suo stato di salute: si interviene solamente se tutto è nella norma. L'intervento solitamente viene eseguito in anestesia locale, come dal dentista, ma spesso si associa la sedazione, cioè si viene "tranquillizzati" pur rimanendo svegli.