Utente 124XXX
Salve, mia mamma ha 62 anni ed e' stata operata d'urgenza per un'occlusione intestinale del sigma K stenostante. Vi scrivo esattamente la descrizione microscopica dell'esame istologico dell'organo asportato colon sigmoideo:
"Adenocarcinoma moderatamente differenziato ulcerato e necrotico infiltrante la parete colica a tutto spessore ed esteso al tessuto adiposo periviscerale; infiltrato infiammatorio reattivo della sierosa circostante. Indenni i 13 linfonodi periviscerali. Indenni i margini di resezione. Diagnosi: Adenocarcinoma pT3 N0 G2".

Descrizione macroscopica:
"Resezione lunga cm 15 suturata con punti metallici. All'apertura nel tratto intermedio, e' presente neoformazione di cm 5x5x4 stenostante ed infiltrante la parete."

Tutti hanno consigliato di fare la chemioterapia, gentilmente che tipo di chemio consigliate in base a questo tipo di tumore? Occorre far il port o sono sufficienti le pillole? Il CEA dopo 2 giorni dell'operazione e' 14,2. Quanto e' affidabile tale parametro?
La mamma al momento ha la stomia esterna perche' il colon non e' stato collegato a causa di un'eccessiva dilatazione di una delle due parti.

Grazie mille in anticipo per il Vostro supporto.
[#1] dopo  
Dr. Vito Barbieri
32% attività
16% attualità
16% socialità
CATANZARO (CZ)
Rank MI+ 64
Iscritto dal 2007
Gentile Signora,
il caso di sua madre benchè comune è ancora oggetto di discussione perchè è al limite tra i casi in cui la chemioterapia postoperatoria è sicuramente utile (T4 opp. N1) ed i casi in cui sicuramente non lo è (T1-2 N0).
Non è stato possibile definire in questo caso un beneficio certo per la chemioterapia per cui si sceglie da caso a caso mettendo insieme tutti i pro e contro nel singolo paziente comprese le aspettative dello stesso.
Volendola fare non ci sarebbe molta differenza (dicono gli studi) tra la capecitabina (pillole) ed i trattamenti che richiedono infusioni endovenose prolungate e quindi il posizionamento di un port.
Il CEA deve essere valutato dopo almeno 20 gg dall'operazione (bisogna che sia prima metabolizzato quello in circolo).
Cordiali Saluti
[#2] dopo  
Utente 124XXX

Iscritto dal 2009
Egr. Dottore, la ringrazio per la velocita' con cui mi ha risposto. Abbiamo anche avuto il risultato del CEA valutato dopo un mese e 10 giorni dall'operazione ed e' 1.1. La chemio in pillole puo' perdere di efficacia considerando che una parte del colon e' stata rimossa?
La ringrazio ancora per la sua disponibilita'.
Cordiali Saluti
[#3] dopo  
Dr. Vito Barbieri
32% attività
16% attualità
16% socialità
CATANZARO (CZ)
Rank MI+ 64
Iscritto dal 2007
Il valore del CEA ora è normalissimo.
La chemio, in flebo o in pillole, non perde efficacia (non deve mica agire sulla parte rimossa). Si fa proprio perchè raggiunga qualunque parte dell'organismo, oltre che le aree circostanti l'intervento, per esercitare la sua azione precauzionale.
Cordiali Saluti
[#4] dopo  
Utente 124XXX

Iscritto dal 2009
Egr. Dottore,

Grazie ancora e cordiali saluti.