Utente 125XXX
Salve,
sono una ragazza di 28 anni, peso 61 Kg, svolgo un'attività lavorativa che mi provoca non poco stress e che svolgo principalmnte alzata. Da circa 10 mesi, associata ad un buon allenamento fisico, seguo un'alimentazione così strutturata:
- 5 fette biscottate integrali suddivisa fra colazione, pranzo e cena
- 250 gr. di carne bianca al dì
- verdure a volontà
- 2 mele bianche al dì
- mezzo pacchetto di craker integrale
solo il sabato sera e tutta la domenica mi concedo qualche "sgarro"
Sgarro basato sostanzialmente da carboidrati e birra che mi concedo di sera.
Il problema sorge il lunedì mattina:
- ho dolori alle ossa lungo tutto il corpo
- mani e piedi gonfissimi
- pancia e stomaco gonfi
- viso, ma soprattutto occhi, gonfi
- stanchezza, vertigini
- dolori intercostali, alla schiena
- ghiandole del collo ingrossate e doloranti
Per smaltire gonfiore e dolore impiego quasi 3 giorni.
Inizialmente inputavo la causa alla pillola anticoncezionale che ho assunto per più di 2 anni, ma adesso che non ne faccio più uso continuo ad avere lo stesso problema.
In questo momento sto seguendo solo da un mese una cura a base di cartilagine di squalo prescritta dal mio ortopedico.
Non so davvero a cosa imputare questo mio stato, anche perchè il mio ragazzo segue quasi il mio stesso piano alimentare, il sabato sera e la domenica mangiamo e beviamo le stesse cose, ma il lunedì mattina a parte un normale gonfiore non avverte più nulla.
E' possibile che sia diventata intollerante o allergica a qualcosa?
Questa è la prima volta che espongo il problema ad uno specialista, nell'attesa di un consulto medico ravvicinato spero che possiate essermi di aiuto voi.
Cordiai saluti

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
20563

Cancellato nel 2010
Allergia? dubito.

Le manifestazioni allergiche vere sono rappresentate da cali della pressione, crisi d'asma, sfoghi sulla pelle poco dopo aver mangiato la sostanza allergizzante.

Altre forme di intolleranza sono legate al latte o al glutine.

I suoi dolori e gonfiori sono di natura aspecifica, non fanno sospettare niente di preciso. O sono effettivamente dovuti a qualcosa di proibito che assume nel weekend, oppure magari non sono di natura organica ma psicologica, oppure come nelle forme "del lunedi'" (bissinosi e simili) dipendono in realta'da qualcosa presente nell'ambiente lavorativo, a cui lei reagisce male dopo due gg. di stacco, mentre poi si riadatta, e non da qualcosa del weekend.

Nel caso fosse colpa degli "sgarri", non le resta che astenersi da tali sgarri alimentari due o tre weekend, e vedere se i lunedi' dopo va meglio. In tal caso avra' trovato la diagnosi, anche se grossolana, e una cura, anche se drastica.