Utente 125XXX
Buonasera, sono una ragazza di 21 anni. Ho sempre praticato sport, sin da piccola, (basket, nuoto, ginnastica artistica, pallavolo che ancora oggi pratico). Da circa 3 anni e mezzo ho problematici dolori diurni e soprattutto notturni alla schiena, alle gambe e alle braccia. Inizialmente ho pensato a problemi di scoliosi causati dalla mia postura e dallo sport che pratico, ma dalle lastre non è risultata alcuna anomalia. La notte sento dolori muscolari fortissimi in tutta la schiena, dal bacino al collo. Come se non bastasse al mio risveglio ho per il 98% delle volte braccia e gambe addormentate e doloranti. Ho anche svolto tutte le analisi sotto prescrizione del mio medico di famiglia. Come dato rilevante è scaturita solo l'anemia di cui ero già a conoscenza.
Navigando per cercare risposte alle mie domande, ho letto che alcune persone con i miei stessi sintomi è stato prescritto di eseguire il test Ecocolordoppler venoso.
Potrebbe essere la soluzione ai miei problemi? Mi domando spesso come sarò tra 30 anni, se ho già dei dolori cosi forti a 21 anni! Non è incoraggiante!

Vi ringrazio anticipatamente per l'attenzione!


Buona Giornata

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Prof. Marco Catani
44% attività
4% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2008
gentile utente,

l'esame che lei cita serve per lo studio dell'asse vascolare venoso di uno o più distretti (arti superiori o inferiori per esempio), compresi quelli più profondi come per esempioi flussi portali.

questo esame non invasivo e ripetibile deve essere eseguito con un preciso scopo diagnostico. senza un quesito specifico potrebbe essere inutile e quindi dannoso in questo caso, vista la sua non invasività dell'esame, economicamente e basta, questo sia se svolto privatamente (in questo caso se pagato di tasca sua) o della collettività (se si rivolgesse ad una struttura pubblica).

per tale motivo e viste le scarse notizie e la impossibilità di poterla visitare e di poter consultare la documentazione finora prodotta, visto inoltre lo strumento che stiamo utilizzando, le consiglierei di ritornare dal suo curante per un ulteriore controllo, in quella occasione potrebbe infatti decidere di approfondire, sotto il punto di vista diagnostico per arrivare alfine alla diagnosi e se ci fosse bisogno ad una terapia.

non si preoccupi è solo un momento può guardare con ottimismo ai suoi "primi" 30 anni.

mi faccia sapere

cordiali saluti
[#2] dopo  
Utente 125XXX

Iscritto dal 2009
Grazie per i chiarimenti.
Purtroppo il mio medico di famiglia come "soluzione" alle mie lamentele mi prescrive di ripetere le analisi del sangue, da cui non risulta alcuna anomalia. Potrebbe consigliarmi a quale categoria specialistica potrei rivolgermi per alleviare almeno in parte i dolori alla schiena? Che tipo di soluzione alternativa potrei adottare?
Ripetere continuamente analisi, che danno lo stesso identico risultato potrebbe essere ancor più economicamente compromettente del test a cui mi riferivo in modo consapevolmente profano.

Grazie
[#3] dopo  
Prof. Marco Catani
44% attività
4% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2008
gentile utente,

se pratica sport a livello agonistico ne potrebbe parlare con il medico della squadra.

alternative vista la sintomatologia e l'età potrebbe essere un neurchirurgo o un ortopedico, o un medico dello sport, sempre con le limitazioni dello strumento che stiamo utilizzando.

capisco la sua situazione ma anche io mi trovo quantomai in imbarazzo per quello che ha scritto riguardo il suo medico, a cui potrebbe chiedere un parere riguardo lo specialita.

mi faccia sapere