Utente 162XXX
Mio padre(79 anni)a settembre è stato sottoposto a cistectomia radicale per carcinoma urotelialepapillare di alto grado pT2aNO Mx, ad aprile ha subito altro intervento per uretrectomia( questo l'istologico:carcinoma uroteliale solido e papillare di alto grado ,infiltrante a tutto spessore la parete e focalmente il margine di resezione chirurgica circonferenziale; diffusi emboli endolinfatici. margine apicale e distale indenni.G3pTxNxMx) a cui è seguita lesione cutanea ulcerata a livello del pene, che si sta rimarginando. Scintigrafia ossea negativa.La radioterapia può servire per rallentare il procedere della malattia o solo per alleviare il dolore? la chemioterapia può essere di maggiore aiuto?

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Cerca nel dizionario medico il significato di

[#1] dopo  
Dr. Alessandro D'Angelo

48% attività
8% attualità
16% socialità
TAORMINA (ME)
FURCI SICULO (ME)
GIARRE (CT)
GIARDINI-NAXOS (ME)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2007
Credo che alle soglie dei 80 anni parlare di chemio sia improponibile.
Cordiali Saluti
Dr. Alessandro D'Angelo
(email: dangelo@oncologiataormina.it)