Zarelis [Psichiatria]

Definizione: Antidepressivo SNRI (vedi). Specialità medicinale a base di venlafaxina. (Dr. Vassilis Martiadis)

Voci correlate:   Acathisia    Acetilcolina    Agorafobia    Algofobia  

 
 

APPROFONDIMENTI

Consulti relativi a "Zarelis"

  • Ansia e depressione zarelis
    Psichiatria - 06/03/2011 - Egregi dottori, ringrazio fin da subito per le eventuali risposte. Sono un ragazzo di 25 anni che ha iniziato a soffrire di ansia e attacchi di panico circa 4 anni fa. Inizialmente assumevo la sertralina (indicata dal medico di base) poi successivamente, dopo visita psichiatrica, mi è stata prescritta la paroxetina. Tutto bene per circa 2 anni quando ho iniziato la sospensione. Qui l'errore:  [continua...]
     
  • Depressione e uso di zarelis (venlafaxina) discontinuo
    Psichiatria - 06/08/2012 - Cari Dottori, dal 2010 curo la depressione con lo zarelis. Il primo episodio, il più grave, era stato diagnosticato come depressione maggiore. Da maggio 2010 a gennaio 2011 ho assunto zarelis, e Il miglioramento è cominciato dopo circa due settimane, partendo da 75 mg fino ad arrivare a 300 mg, per poi ritornare gradualmente a 75 mg. La cessazione della terapia era stata anticipata da 15 gg di as [continua...]
     
  • Zarelis stanchezza rigidita' alle gambe
    Psichiatria - 03/05/2011 - Salve, mia mamma come potrete leggere nei precedenti post soffre di depressione dovuta alla "fase di menopausa". Visto purtroppo la reazione alla TOS ( è stata peggio di prima ) la psichiatra ha dato una nuova terapia consistente in 1 pastiglia di Zarelis al mattino e 3 pastiglie (mattino,pomeriggio, sera ) di Tavor.( quest'ultime le prende da ormai 6 mesi ) Dopo 3 gg dalla nuova assunzione del Z [continua...]
     
  • Cambio cura con zarelis
    Psichiatria - 07/05/2014 - buongiorno dottori. vorrei chiedervi un consulto. dopo 7 anni che assumo paroxetina,40 mg al giorno,e dopo circa 2 anni che ho avuto una ricaduta,venerdi scorso sono andato dallo psichiatra nuovo.il quale mi ha prescritto dopo un lungo consulto lo zarelis da 75mg. Al momento assumo 1/2 compressa di paroxetina al mattino.e uno zarelis da 37.5 piu una paroxetina alla sera x 4 giorni poi passo a u [continua...]
     
  • Perchè ho paura di morire?
    Psichiatria - 12/06/2011 - Perchè ho questa maledetta paura che mi blocca dall'andar oltre, prima, era per non dare un ultima delusione a chi ha impegnato la vita per rendere la mia migliore; in dei momenti di rabbia mi sono persino convinto che fosse per non dar soddisfazione al mondo e a chi mi remava contro; Ma adesso sono stanco, stanco sfibrato dal tener su sorrisi finti, per non far preoccupare, ascoltare amic [continua...]
     
  • Zarelis e seroxat
    Psichiatria - 12/04/2010 - Salve sono un ragazzo di 30 anni e per circa otto anni ho assunto seroxat DA 20 MG prescrittomi dal mio psichiatra per disturbi depressivi e per un fastidioso tic che mi stava distruggendo la vita di relazione.In questi anni la paroxetina ha fatto un buon lavoro anche se gli effetti collaterali soprattutto a livello epatico( innalzamento delle transaminasi ) mi hanno costretto a farmi rivalutare d [continua...]
     
  • Efexor, zarelis e generico venlafaxina a rilascio prolungato
    Psichiatria - 16/10/2013 - Cari dottori, sono attualmente in cura con venlafaxina 75 a rilascio prolungato, come prescrittami da uno psichiatra. nello specifico lo psichiatra, amico del mio medico di base, nella ricetta ha scritto "venlafaxina 75 a rilascio prolungato" e in studio mi aveva parlato di efexor , ma ha chiamato in mia presenza il medico, chiedendomi che mi facessi lui la ricetta, così che potessi pagare  [continua...]
     
  • Efexor e zarelis
    Psichiatria - 13/07/2011 - Egregi Dottori, proseguo da poco più di 3 mesi la mia cura con Efexor da 150 mg abbinata a 2 mg di Tavor Oro al giorno. Mi sento sicuramente meglio riespetto all'inizio della cura ma credo di aver un po troppi alti e bassi. Riesco a stare benino anche 2025 giorni per poi ritornare con crisi di pianti, ansia, paura del futuro, mal di stomaco e sintomi da depressione con forte calo dell'umore che  [continua...]
     
  • Zarelis e senso di testa vuota estraneamento
    Psichiatria - 11/03/2011 - Egregi Dottori, ringrazio per il vostro prezioso aiuto per chi come noi ha questi tipi di problemi. Scrivo in merito al mio problema. Dopo 2 anni di paroxetina il mio psichiatra ha deciso di sostituirla con zarelis 75 mg una compressa alla sera. Dopo circa 7 giorni di assunzione ho incominciato ad avvertire un senso di estraneamento, come un senso di testa vuota ed intontimento che con la par [continua...]
     
  • Venlafaxina zarelis
    Psichiatria - 29/10/2010 - Sono un ragazzo di 30 anni e soffro di una strana forma ansiosa con episodi di diarrea improvvisa da ansia.Il mio problema consiste in gravi problemi di diarrea improvvisa quando sono fuori di casa o in vista di qualsiasi evento. La mai vita è stata sempre limitata da questo grosso problema. Infatti son 5 anni che cerco di non uscire per dirigermi verso posti sconosciuti per la paura di dover ave [continua...]
     

Articoli recenti

  • Caduti nella "Rete": il fenomeno dell'internet dipendenza
    Psicologia - I cambiamenti indotti dall'utilizzo delle nuove teconologie della comunicazione e da Internet impongono un’analisi dei rischi psicopatologici ad essi correlati, tra questi, ovviamente, quello della dipendenza.
     
  • Evoluzione nella biopsia prostatica per la diagnosi precoce di carcinoma prostatico: tecnica
    Urologia - Nella diagnosi precoce della neoplasia prostatica, la risonanza magnetica multiparametrica della prostata associata a biopsia prostatica mirata attarverso tecnica fusion delle immagini, puo' offrire importanti vantaggi
     
  • Abuso e Dipendenza da tramadolo: un fenomeno emergente
    Psichiatria - L'articolo illustra le caratteristiche dell'abuso e della dipendenza da tramadolo, fenomeno emergente che rientra nel problema del potenziale d'abuso degli oppiacei farmaceutici. Fortunatamente si tratta di un problema con una soluzione già esistente, così come per le dipendenze da oppiacei illegali.
     
  • Chirurgia della Spalla: rapporto medico-paziente e problematiche medico-legali
    Ortopedia - Il percorso terapeutico che conduce al raggiungimento della guarigione da una patologia non è scevro di errori e/o complicanze; queste aprono la strada ad un possibile fallimento dell’agognato risultato provocando gravi ripercussioni sia sulla salute del paziente sia sullo status professionale del medico. L’insufficiente o scarso rapporto medico-paziente può essere alla base di questo fallimento che si traduce, molto spesso, in un contenzioso per negligenza medica. Quest’articolo non ha la pretesa di chiarire completamente l’argomento e nemmeno di risolverlo ma solo piantare un seme di riflessione e di concordia tra chi cura e chi viene curato. La prima cosa che mi viene da dire è: “ogni atto della nostra vita è destinato alla imponderabilità del risultato proprio perché non abbiamo il dono della infallibilità” (LG).
     
  • Depressione post-partum
    Psicologia - La depressione post partum rappresenta una patologia complessa con gravi ripercussioni sulla salute della madre, della coppia e del bambino. E' necessario pertanto un intervento psicologico tempestivo che aiuti non solo nella risoluzione sintomatica ma anche nella comprensione e nella rielaborazione delle cause del disagio
     
  • La gestione delle emozioni nel percorso di cura e di assistenza
    Psicologia - Imparare a conoscere le emozioni è fondamentale per poterle meglio gestire soprattutto per gli operatori sanitari e socio-assistenziali e per i caregiver famigliari, ma non di meno per le persone che stanno affrontando un importante percorso di cura.
     
  • Le fratture del piatto tibiale
    Ortopedia - Le fratture del patto tibiale sono il risultato di un trauma ad alta o bassa energia. Il tipo ed il grado di scomposizione rappresentano un fattore importante nella valutazione del trattamento da adottare. L' obbiettivo finale e' la prevenzione della rigidita', dell' instabilita' e dell' artrosi tardiva del ginocchio e di un risultato funzionale insoddisfacente.
     
  • Il Glaucoma
    Oculistica - Con il termine Glaucoma si intende, oggi, una serie di neuropatie ottiche progressive caratterizzate da un danno al nervo ottico causato spesso, ma non sempre, da un'elevata pressione oculare
     
  • La terapia del dolore
    Terapia del dolore - Il dolore è un sintomo di malattia che, nella maggior parte dei casi, medici di famiglia e specialisti affrontano cercando di rimuoverne le cause. Tuttavia quando il dolore è manifestazione di malattie croniche, come l’artrite e l’artrosi, per le quali è impossibile la rimozione della causa, dato il loro andamento progressivo, diventa esso stesso malattia e come tale va trattato.
     
  • La fisiologia al servizio della medicina: l'osteoporosi
    Reumatologia - Secondo l'Organizzazione Mondiale della Sanità, «L'osteoporosi è una malattia caratterizzata da una riduzione della massa del tessuto osseo, accompagnata da un aumento della sua fragilità»
     

News relative a "Zarelis"

  • Nessun risultato trovato.

Consulti recenti su "Zarelis"

  • Zarelis e nessun miglioramento
    Psichiatria - 09/04/2016 - Cari Dottori..ho cominciato la cura con zarelis il 10 marzo (due giorni con 37,5 .poi dieci con 75 ..adesso sono tre settimane con 150) per l ennesimo caso di depressione ansiosa..non vedo miglioramenti..ho sempre ansia ...dormo male..l umore e sempre depresso..non mi ricordo quando è stata l ultima volta che ho riso..ho paura di tutto..non esco più di casa ..non dovrei già aver visto qualche mig [continua...]
     
  • Zarelis e ciclo anticipato
    Psichiatria - 27/03/2016 - Buona Pasqua..assumo da 9 giorni zarelis da 150 e stamattina ho avuto delle perdite. .sembrerebbe l inizio del ciclo ma sarebbe un Po troppo presto (mancano 10 giorni).è possibile sia la pastiglia? Sto curando uno stato ansioso ..insonnia ..poco appetito e apatia...questa cosa mi ha allarmato e messo in ansia  [continua...]
     
  • Dubbio su farmaci
    Psichiatria - 14/10/2015 - 2004 lavoro a 25 km da casa, iniziano gli attacchi di panico, i sintomi ci sono tutti palpitazioni senso di oppressione al petto senso di soffocamento sospiri Nodo alla gola Vertigini capogiri, sbandamento Senso di svenimento Paura di morire perdere il controllo o impazzire il medico di famiglia prescrive cipralex con dose da 5 mg poi fino a 10 nel 2007 sospendo il farmaco Gli attacchi di panic [continua...]
     
  • Scalare lo zarelis
    Psichiatria - 18/04/2015 - Buongiorno, sono una ragazza di 19 anni e vorrei sapere una cosa. In pratica sto assumendo da circa 2 anni Zarelis 150 mg, e mi ha sempre dato effetti collaterali come vertigini, capogiri, stanchezza, dolore agli occhi, affaticamento ma negli ultimi mesi tali sintomi si sono aggravati. Ecco, vorrei sapere se per scalare la dose da 150 mg posso prendere 3 pastiglie da 37,5 mg + una pastiglia della  [continua...]
     
  • Perdita di efficacia e sospensione zarelis
    Psichiatria - 31/03/2015 - Gentili dottori, ho 63 anni. Soffrendo di ansia cronica da molti anni, ( da sempre, direi) ho provato, nel tempo, parecchi antidepressivi, che non sono mai riuscita a tollerare, dato i numerosi e forti effetti collaterali. Finalmente un nuovo psichiatra mi ha prescritto lo Zarelis, iniziando con la dose più bassa ed arrivando, oggi ai 225 mg al giorno. Devo dire, onestamente, che, oltre a non pr [continua...]
     
  • Associazione di piu farmaci
    Psichiatria - 02/01/2015 - Buongiorno e auguri gent dottori. Premetto che come da precedenti consulti soffro di attacchi di panico con ansia e ossessioni ipocondriache sul fisico per paura di morire e di ammalarmi a ogni sintomo. La mia terapia attuale dal mio psichiatra e Zarelis 75 mg dal 1 dicembre di cui 37,5 i primi 15 gg poi 75 mg. Zyprexa 2,5 la sera per controllare una somatizzazione di ansia che era diventata mo [continua...]
     
  • Scalare zarelis e passaggio cipralex
    Psichiatria - 09/09/2014 - Gentili dottori dopo vari farmaci x ansia e panico prendevo da novembre zarelis 150 ma dopo un po di giovamento mi sentivo troppo attiva così il mio medico mi ha detto di provare a 75. Devo dire che x due settimane sono stata benino senza panico ma da due giorni è ritornato tutto come prima. Oggi il mio medico mi ha dato cipralex da 10 tenendo per 4 giorni lo zarelis a 37,5. Vi chiedo un parere p [continua...]
     
  • Scalaggio zarelis e forti brividi
    Psichiatria - 06/09/2014 - Ho 45 anni e vi ho scritto sempre x la mia ansia e panico. Ora dopo varie cure da novembre ho iniziato con zarelis 75 più xanax a rilascio prolungati. Ho dovuto alzare la dose a 150 perché nn stavo bene ma dal mese di agosto l ho dovuto riportare a 75 perché a 150 mi sentivo troppo eccitata. Adesso sono due settimane che sto a dosaggio di 75 e da un po di giorni ho brividi di caldo freddo. Cosa pu [continua...]
     
  • Zarelis senza più effetto
    Psichiatria - 24/08/2014 - Gentili dottori vi ho scritto tante volte x la mia ansia e panico. Dopo tanti antidepressivi che a un certo punto smettono di fare effetto da gennaio prendo zarelis da 150 che mi ha dato un po di sollievo ma nn in maniera eclatante. Ora da circa 20 giorni mi è ritornata l ansia ma nn il panico. Ho nausea senzo di catastrofe imminente e paura di sentirmi male alla improvviso. Ho forti dolori muscol [continua...]
     
  • Cambio cura con zarelis
    Psichiatria - 07/05/2014 - buongiorno dottori. vorrei chiedervi un consulto. dopo 7 anni che assumo paroxetina,40 mg al giorno,e dopo circa 2 anni che ho avuto una ricaduta,venerdi scorso sono andato dallo psichiatra nuovo.il quale mi ha prescritto dopo un lungo consulto lo zarelis da 75mg. Al momento assumo 1/2 compressa di paroxetina al mattino.e uno zarelis da 37.5 piu una paroxetina alla sera x 4 giorni poi passo a u [continua...]
     


  Il termine Zarelis è stato visto 14854 volte.
 

Specialisti in Psichiatria:


Trova il tuo Psichiatra »

advertising
 

News dai blog degli specialisti:

ultima modifica:  11/10/2015 - 0,11         2000-2016 medicitalia.it  un marchio registrato di MEDICITALIA s.r.l. una societ di CompuGroup Medical Italia SpA - P.I. 01582700090 - staff@medicitalia.it -
Fax: 02 89950896        Privacy Policy