Una sensazionale scoperta tutta italiana, punta nuove luci nella lotta all'HIV / AIDS pubblicata oggi su 'Proceedings of the National Academy of Sciences' dai ricercatori italiani (vedi fonti)

I riflettori sono puntati su un particolare enzima: l'Istone deacetilasi 4 (HDAC4), il quale entra in funzione nelle celllule aggredite dal virus dell'HIV arrestando i processi di replicazione cellulare, per non permettere la replicazione delle sequenze di DNA virale.

In questo modo però, i virus si "spengono" e divengono non reperibili dai meccanismi di eliminazione naturale, ma soprattutto dalle terapie immunologiche, le quali sono efficaci nell'arrestare la diffusione del virus attivato, ma non riescono ancora ad individuare i Virus latenti, i quali possono sempre riattivarsi in ogni momento.

Secondo questo studio è stato dimostrato che la soppressione dell'enzima  in oggetto (e per il quale già esistono inibitori specifici), determina la riaccensione della cellula e delle sequenze virali che sono state arrestate: in tal modo si permetterebbel'individuazione del Virus latente ed anche le cellule che nascondono il virus potrebbero divenire attaccabili dalle terapie.

I nostri complimenti ai colleghi e l'auspicio di reperire presto una terapia integrata che accolga questo meccanismo, finalizzata alla distruzione del virus dall'organismo e quindi alla guarigione completa dall'HIV, nel frattempo ricordiamo ancora una volta che:

- L'HIV sta aumentando i casi in Italia: nonostante l'inflessione del battage pubblicitario che negli anni '80 caratterizzava ogni aspetto dell'informazione, ad oggi i casi di nuove infezioni sono in costante ascesa

- dall'HIV ci si può assolutamente difendere, utilizzando il profilattico per OGNI rapporto sessuale!

Vi invito quindi alla lettura delle altre news del sottoscritto su questi temi:

- Decalogo di Prevenzione sul Rapporto sessuale orale

- Le 7 regole per il corretto uso del Preservativo

- La stagione a più alta promiscuità sessuale, l'Estate