7 Regole per il corretto uso del Preservativo

Dr. Luigi LainoData pubblicazione: 05 marzo 2012

Secondo un recentissimo studio di un team di ricercatori che fanno capo al Kinsey Institute americano,  pubblicato sul giornale Sexual Health, non usare o usare male il preservativo è un rischio non solo per sé ma per la Salute Pubblica.

Per noi, questo studio non rappresenta certo una novità - da anni come Venereologi esperti di Malattie sessualmente trasmissibili (MST) cerchiamo di diffondere l'importanza dell'uso del profilattico in ogni (e sottolineiamo - ogni) rapporto sessuale per difendersi da tutte le malattie sessuali (dall'HIV ala Sifilide, all'HPV, all'Herpes genitale, alla Gonorrea alla Chlamidia).

Possiamo dire invece che questo studio rappresenta una conferma di quello che già si conosce, ed in più invia dei messaggi semplici sul corretto utilizzo di questo indispensabile dispositivo, che - sebbene sembrerà strano - ancora non è perfettamente conosciuto ed ancor più correttamente utilizzato.

Vediamo quindi alcune regole per il corretto utilizzo del dispositivo profilattico a tutela della salute propria e di chi ci sta accanto:

1. parlare preventivamente con il partner della necessità di indossarlo - ai più giovani direi di farlo passare come una moda "smart" una figata, una furbata insomma: non usarlo è proprio da stupidoni e da gente poco sveglia!

2. disporre sempre di più profilattici: uno potrebbe non bastare per rapporti multipli o per rottura dello stesso preservativo

3. applicare il profilattico PRIMA DEL RAPPORTO E PRIMA DEI PRELIMINARI con gesti semplici ma fermi: il partner può aiutare a indossarlo e questa può divenire una regola di complicità più che di impaccio; l'importante è avere le mani sempre pulite e libere da oggetti contundenti come anelli, piercing etc che possono facilmente rompere la sottile membrana

4. tenere con due dita la punta e srotolarlo con l'altra mano a pene eretto, cercando di evitare il formarsi di bolle e pieghe eccessive

5. tenerlo indossato per tutta la durata del rapporto e in caso di dubbio controllarne l'integrità

6. usare un profilattico per ogni rapporto sessuale: il rapporto orale ad esempio necessità di un profilattico NUOVO!

7. sfilarlo alla fine del rapporto tenendo la base e liberarsene lontano dai genitali del partner

Usarlo sempre, ma usarlo bene, quindi!

 

Fonte:

https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/22348636

Autore

luigilaino
Dr. Luigi Laino Dermatologo

Laureato in Medicina e Chirurgia nel 2000 presso UNIVERSITA' LA SAPIENZA di ROMA.
Iscritto all'Ordine dei Medici di Roma tesserino n° 50938.

1 commenti

#1
Utente 257XXX
Utente 257XXX

Buona sera,
vorrei sapere una cosa che da sempre ho in mente.
Nel caso in cui A, portatore sano di una qualsiasi malattia, abbia rapporti non protetti con B, sicuramente B incontrerà la malattia? B avrà il 100% di probabilità di contrarre una malattia venerea?
Grazie per l'attenzione!

Commenti degli utenti: aperti!
Commenti dei professionisti: chiusi!

Per aggiungere il tuo commento esegui il login

Non hai un account? Registrati ora gratuitamente!

Vuoi ricevere aggiornamenti in Dermatologia e venereologia?

Inserisci nome, email e iscriviti:

* Autorizzo il trattamento dei miei dati da parte di Medicitalia s.r.l. per finalità di marketing telefonico e/o a mezzo posta elettronica o ordinaria, compresi l'invio di materiale pubblicitario, la vendita diretta e lo svolgimento di indagini di mercato.

Cliccando su iscriviti acconsento al trattamento dei dati personali come da privacy policy del sito.

Sondaggio su Vaccino anti-Covid (6 mesi dopo) Partecipa