Apprendo ora una notizia che mi ha lasciato perplesso: pare che due Colleghe di New York, abbiano asserito che "fare la doccia tutti i giorni è sbagliato"!

Questo - a detta delle colleghe - poichè l'acqua calda "secca, irrita e favorisce le infezioni della pelle". Da qui l'anatema sulla frequenza delle docce che, secondo l'articolo non dovrebbe mai essere quotidiano.

Noi rispondiamo da specialisti dermatologi e serenamente... non siamo d'accordo!

Probabilmente la nostra collega d'oltreoceano (spero) sia stata travisata e ci sia stata qualche
modifica sostanziale alla traduzione poi - in assoluta buona fede - riportata dai media giornalistici; come si dice... "lost in translation"!

Probabilmente quella che definisco in scienza e coscienza una non corretta informazione, a mio avviso non ha una colpa specifica di alcuno, ma così com'è scritta potrebbe ingenerare un problema alla comunicazione di dati utili sulla salute.

Questo a tutela di chi fa informazione e che spesso può riprendere giornalisticamente delle notizie che forse necessiterebbero di un approfondimento o di un commento specialistico a complemento. E da qui ci permettiamo di farlo, da dermatologi specialisti esperti del settore.

La cosa che mi però piace meno, poi è leggere (e questo accade spesso) "ecco quello che consigliano i dermatologi".

Io personalmente consiglio di fare la doccia spesso anzi spessissimo e in caso di attività
sportive e/o lavori particolari e/o sudorazioni abbondanti... anche tutti i giorni!

Di contro asseriamo che la scarsa frequenza della detersione appropriata, di contro, potrebbe favorire lo sviluppo di speci batteriche grazie all'aumento della secrezione sebacea e della perossidazioni di alcuni acidi grassi.

Quindi attenzione: non stiamo dicendo che l'eccessiva frequenza della detersione sia sempre idonea; esiste difatti una teoria (teoria della iperigiene) che identifica nella perdita eccessiva della protezione batterica e del film idrolipidico, una maggiore esposizione frequenza di eczemi costituzionali (ad esempio dermatite atopica).

Di contro non possiamo far passare l'assioma che "lavarsi tutti i giorni sia errato"!

Difatti NON è la frequenza delle docce a rendere problematica la detersione, ma al contrario, il modo di detergersi!

Se ad esempio, si usano detergenti aggressivi, su pelli più sensibili, anche una doccia sola può
essere lesiva della pelle!

Se una doccia dura 25 minuti invece di 5-10 minuti, ovviamente la macerazione della pelle e la sua delipidizzazione (ovvero l'asportazione di quel film idrolidic protettivo) sarà tuttavia maggiore.

In caso di patologie dermatologiche conclamate (ad esempio, dermatite atopicapsoriasieczemi della pelle), anche la doccia può rivestire un ruolo terapeutico se ben condotta, sempre sotto consiglio del dermatologo.

Insomma: doccia tutti i giorni se necessario?
Assolutmente si, ma attenzione alla scelta del detergente appropriato (in caso di pelli secche o di pelli seborroiche la scelta varia di molto) e ai tempi della detersione, senza dimenticare che la temperatura dell'acqua deve essere affine a quella corporea e non discostarsi di molto dalla stessa.

In caso di dubbi sulla scelta del detergente appropriato, chiedere al proprio dermatologo di fiducia!

 

Fonti:

http://www.corriereadriatico.it/ATTUALITA/fare_doccia_frequenza_ideale/notizie/1118258.shtml