Ci risiamo, tra circa quindici giorni le Asl di riferimento chiederanno a noi medici di famiglia il fabbisogno dei vaccini antinfluenzali da somministrare ai nostri pazienti per la stagione 2015-16.

Lo scorso anno c'è stato secondo l'ISS una diminuzione dei vaccinati del 25-30% complice una campagna mediatica sbagliata, una stagione meteo inizialmente mite e forse uno scarso impegno da parte di noi operatori.

I dati illustrati dal Dott. Walter Ricciardi, commissario straordinario dell'Istituto Superiore di Sanità lo scorso Aprile sul l'incidenza delle complicanze anche letali aumentate nella scorsa epidemia di influenza devono far riflettere.

I dati nazionali ed internazionali sulla efficacia, sulla tollerabilità e sull'impatto sociale delle vaccinazioni oramai sono acclarate.

Quest'anno aggiungiamoci, senza isterismi, il problema dei profughi che potrebbe incrementare l'incidenza dell'ondate virali.

Non aggiungerei altro: VACCINIAMOCI primo e facciamo CAMPAGNA a favore della VACCINAZIONE!