"Solo i coraggiosi possono amare: tutto il resto è coppia"
Barbara Alberti

ECOS, uno studio osservazionale condotto su quasi 2.000 donne italiane tra i 18 ed i 40 anni (età media 26 anni) ci mostra un "universo giovanile e femminile" totalmente differente dal nostro più segreto immaginario.

Donne sicuramente più colte, più impegnate nella professione, meno proiettate verso la stabilità affettiva ed il matrimonio, più attente al benessere, alla salute ed alla cura di sé; ma di amore, sesso e contraccezione sanno ancora ben poco ed internet, come sempre, docet!

Un'indagine condotta da GfK Eurisko sui mutamenti degli stili di vita delle giovani donne dai primi anni ’90 ad oggi, analizza le ragazze con un'età compresa tra i 18 ed i 24 anni ed i dati sono stati presentati al Convegno “Amore ed Ormoni nella vita delle donne” a Roma.

 

Risultati dello studio

I dati estrapolati dallo studio ci dicono che la vita sessuale, spesso avulsa da quella affettiva ed emozionale, per 3 ragazze su 4 è molto importante, ma 1 su 4 riferisce di viverla come qualcosa che bisogna avere - anzi agire-per appartenere al gruppo dei pari e per non percepirsi diversa.
I genitori sono assenti o scarsamente presenti, i figli, spesso nei guai.
Le giovani donne scoprono precocemente il sesso ma senza un’adeguata preparazione alla vita amorosa, che è ben altra cosa.

La sessualità viene vissuta in maniera più naturale e spontanea di un tempo, ma in modo superficiale e con poca emotività e romanticismo, senza la dovuta ed indispensabile maturità emozionale e psico-corporea.
Le ragazze fanno sesso velocemente e precocemente, ma senza precauzione alcuna e soprattutto senza educazione emozionale e sessuale.
Le giovani donne parlano e si informano di sessualità e di metodi contraccettivi, prevalentemente su internet; sembra infatti che qualunque strategia contraccettiva, passi dall'etere.

Fonte: http://www.galileonet.it/2014/12/istruite-ma-disilluse-la-nuova-sessualita-delle-ragazze/

Riflessioni e note cliniche su amore e sessualità

La vita emozionale e sessuale cambia veste, sapore e colore, a seconda della stagione della vita.
Dalle adolescenti acerbe ed impulsive che non si proteggono sessualmente, passiamo agli over cinquanta di oggi, che vivono la loro sessualità all'insegna della pienezza emozionale e sensoriale.
Vediamo insieme cosa accade.

La magia dell'amore seduce e cattura a tutte le età, con modalità differenti, ma a quanto pare all'alchimia dell'amore nessuno di noi sembra essere immune.
È una malattia virale, endemica, contagiosa, per la quale non esistono vaccinazioni o prevenzione alcuna.

Lo sguardo fatuo, spesso rivolto al cellulare, un sorriso quasi perenne, il cuore che accelera, un buco allo stomaco, una sorta di sospensione dalla vita, unitamente alla presenza di occhi liquorosi e la netta sensazione che il resto del mondo non esista: questi sono alcuni dei sintomi dell'innamoramento.
Il cuore all'improvviso ricomincia a battere.


Le stagioni della vita

L'adolescenza
L'amore e la sessualità, durante questa stagione della vita, si manifesta nella sua forma più estrema, caratterizzata da un'infinità di simboliche prime volte, corredata da proibizione e da cardiopalmo.

Si presenta spesso in forma virulenta, intensa, straripante ed eccessiva: è l'età del tutto o niente, degli amori eterni e totalizzanti, dei lucchetti dell'amore e del desiderio di eternità.
La sessualità è spesso un'esplosione ormonale, vissuta per lo più senza precauzioni e riflessioni.
I tempi sono cambiati, la società è detta liquida ed internet con le sue seduzioni e le sue chat, ha stravolto e velocizzato gli incontri: il sentimento elitario dell'amore cambia veste, ma non significato.

Molti addolcenti hanno rapporti sessuali, senza grande capacità di discernimento: dagli amici di letto ad eros e chat, all'amore online, spesso vivono la bisessualità come un’esperienza naturale che li rende appartenenti al gruppo di pari.

http://www.medicitalia.it/valeriarandone/news/4165/Amici-di-letto-nuove-forme-d-amore

L'amore giovanile è sempre caratterizzato da un notevole investimento emozionale, che occupa grande spazio mentale, emozionale relazionale.
I giovani di oggi, sono spesso figli di genitori separati e mancano dell'interiorizzazione di quell'immagine di stabilità emotiva e di "famiglia duratura", che spesso comprometterà le loro future relazioni; ma nonostante ciò il desiderio è sempre quello di un "lieto fine", di un amore che sia per sempre.

 

L'amore dei trenta/quaranta

È un amore che conduce spesso ad un amore coniugale- finalizzato alla prosecuzione della specie- è un amore edulcorato, che si trasforma nel tempo e nello spazio.

È l'amore caratterizzato dalla sicurezza, dal progetto di vita, dai figli e dalla casa da costruire e spesso da terminare di pagare.
Possono esserci giorni bui, altri grigi, matrimoni interminabili senza proferire parola, ma è un legame stabile, che accompagna durante il corso della vita (talvolta).

La vita sessuale non gode spesso di buona e longeva salute: diventa tiepida, ingrigita anch'essa- salvo rari casi di coppie empatiche mentalmente e sessualmente- l'usura del tempo e del quotidiano, corrode la coppia e l'ago della bilancia si sposta sempre di più verso il fare che l'essere e verso la comunicazione di servizio che emozionale.
L’amore adulto è caratterizzato da un'alternanza di cautelative abitudini che contengono e rassicurano: il lavoro, la casa, i figli da crescere, la pizza del sabato sera con gli amici e la passeggiata domenicale.

http://www.medicitalia.it/valeriarandone/news/4761/Sesso-over-40-un-vero-disastro

 

L'amore "over cinquanta" quali caratteristiche ha?

Un amore a cinquanta o a sessanta, è un amore tiepido, indolore, caratterizzato da buon senso e pacatezza o è invece un amore destruente e totalizzante con la virulenza dell'adolescenza e la pienezza emozionale di un adulto?
L'amore è sempre cieco, anche dopo gli "anta"?
La coscienza obnubilata?
L'esame di realtà compromesso?
Il cardiopalmo un effetto collaterale?
Il sorriso fatuo presente?


Molti over cinquanta oggi, sfidano la biologia, desiderano un figlio a tutti i costi e vogliono ricominciare senza censure e senza mezze misure.
I “capelli brizzolati” non sono sempre da correlare a stanchezza ed astenia sessuale, ma a consapevolezza, rapporto ludico con la sessualità e con la salute sessuale.
I cinquantenni di oggi, provengono spesso da pregresse crisi di coppia e frequenti separazioni, ma nonostante tutto, ricercano nelle partner delle compagne di vita con le quali investire per il loro cammino futuro.

La loro fisicità è indubbiamente più risolta e più equilibrata di un trentenne: un corpo faticosamente scolpito in palestra, da mostrare, abbronzare, depilare e spesso truccare, si sostituisce ad una fisicità foriera di sensorialita e pienezza emozionale e sessuale.
L’uomo/donna over cinquanta - solitamente- ha già superato la fase dell'obbligatorietà al perfezionismo estetico: è un uomo con altre caratteristiche fisiche, psichiche ed esperenziali e ricerca nella donna una compagna sessuale, complice e disinibita, capace di conoscere i propri gusti, la propria corporeità ed il proprio immaginario erotico.

Un valore aggiunto alle coppie un po’ più navigate è la “comunicazione” e la capacità di dialogare con modalità autentiche: sono partners che hanno essenzialmente un dialogo molto leale con loro stessi e di conseguenza con il compagno.
Una buona comunicazione infatti, contribuisce enormemente a creare una buona sessualità, sfronda il talamo da possibili rappresaglie che abitano altre stanze della vita della coppia che transitano poi dalla camera da letto, rendendola infuocata, non di passione erotica, ma di tensione ed incomprensione.

Questo clima emotivo improntato ad un buon rapporto con se stessi, con la propria corporeità e con il proprio mondo pulsionale sommerso, rende gli over cinquanta degli ottimi amanti, che vivono la sessualità in modo ludico e consapevole.
Un altro fattore da non sottovalutare è l’aver superato l’età solitamente associata alla procreazione, sono uomini che spesso hanno già figli grandi ed hanno grandi spazi fisici e mentali, per una buona sessualità , scevra da possibili percorsi gravidici.
L'unico scopo della contraccezione durante questa età, è correlata al concetto di prevenzione di MST.

Gli odierni farmaci per il deficit erettivo inoltre, hanno reso la sessualità più serena ed appagante, migliorando enormemente le performances sessuali ed eliminando, almeno in parte, possibili quote d’ansia associate al cambio di partner o disturbi associati ad eventuali altre patologie.

In un’epoca in cui sembra obbligatorio rimanere giovani in eterno, i capelli brizzolati invece diventano sinonimo di equilibrio, generosità, gioia ed appagamento sessuale.

 

Suggerisco le seguenti letture come possibile approfondimento