In Campania vi è un preoccupante aumento delle Malattie Sessualmente Trasmissibili (MST) e nonostante molti adolescenti si avvalgano di Internet per conoscere e saperne di più sulla sessualità (ad es. quasi un quarto delle giovani donne italiane usa la rete come fonte primaria di informazione in materia di contraccezione) il loro comportamento non rispecchia la conspevolezza dei rischi che si possono correre rispetto ai rapporti sessuali non protetti.

Non sempre la Rete fornisce consigli utili, anzi spesso può diventare portarice di informazioni errate. Lo stesso dicasi delle applicazioni su smartphone, che facendo leva sulla paura delle relazioni e dell'intimità, si propongono come accessori che facilitino la sessualità e la rendano più semplice. Il web sta diventando sempre più il punto di riferimento per giovani e giovanissimi, i quali stanno diventando abituali frequentatori del porno online. Le ricadute di questo comportamento sono molteplici: i giovani sviluppano riduzione del desiderio sessuale, aumento dell'eiaculazione precoce e paura dell'intimità, con la diminuzione del piacere legato ai rapporti sessuali reali. Senza contare come, in alcune persone, si sviluppi una vera e propria porno-dipendenza.

In materia di sessualità e affettività, gli adulti non se la passano meglio. Nel 2014 infatti, sono state vendute nel nostro Paese 1,2 milioni di pillole per combattere la disfunzione erettile e migliorare le proprie prestazioni sessuali, in concomitanza con l'Expo è stata varata una campagna di sensibilizzazione di prevenzione per le MST e, notizia di pochi giorni fa, sempre più uomini chiedono aiuto per gestire la propria aggressività nei confronti delle partner.

Queste recenti notizie danno un quadro dell'attuale situazione italiana e ci consentono di comprendere come in questo momento storico ci sia un profondo bisogno di acquisire gli strumenti più adatti per gestire le proprie relazioni e l'intimità, accrescere la propria sfera affettiva e raggiungere una sana e soddisfacente sessualità.

In tal senso, l'Istituto Italiano di Sessuologia Scientifica ha deciso di organizzare dal 19 al 23 maggio la Settimana del Benessere PsicoSessuale, un evento gratuito aperto al pubblico che permetta di informare, sensibilizzare ed avvicinare le persone a tematiche attuali come la formazione della coppia, la prevenzione dalle MST, la dipendenza sessuale, l'assistenza sessuale ai disabili, il rapporto col proprio corpo e l'importanza dell'orgasmo. 

L'evento ha avuto il Patrocinio Gratuito dell'Assessorato alle Politiche Sociali del Comune di Roma, dell'Associazione Italiana Donne Medico e dell'Ordine degli Psicologi del Lazio. Sono previste inoltre consulenze gratuite psicologiche e sessuologiche durante tutto l'arco della Settimana. 

L'informazione, il rispetto e la consapevolezza al centro del benessere.