Più testosterone meno sclerosi multipla

Dr. Giovanni BerettaData pubblicazione: 17 febbraio 2018

Sondaggio su informazioni sulla salute, servizi online e Medicitalia.it Partecipa

 

Questo messaggio positivo ci viene da un recentissimo lavoro, condotto da alcuni ricercatori della Northwestern University e pubblicato ora sui “Proceedings of the National Academy of Sciences (PNAS)” organo ufficiale della United States National Academy of Sciences.

 

   

 

Già è noto che la sclerosi multipla, come molte altre malattie autoimmuni, è una patologia più frequente nelle donne con un rapporto di tre a uno rispetto agli uomini.

La sclerosi multipla è una malattia ad andamento cronico, demielinizzante che interessa il sistema nervoso centrale scatenando diversi e complessi sintomi che tendono ad aggravarsi nel tempo.

 

    

 

I ricercatori in questione hanno scoperto, purtroppo al momento solo su topolini, che la presenza del testosterone è in grado di attivare, a livello di alcune cellule immunitarie, i mastociti, la produzione di una molecola “guardiana”, chiamata citochina IL-33, che è a sua volta in grado di bloccare l’espressione di alcune attività autoimmunitarie alla base della sclerosi multipla.

 

   

 

Ricordando che i livelli di testosterone sono sette o otto volte inferiori nelle donne adulte rispetto ai maschi, si può intuire perché questa malattia è più frequente nelle donne.

Quest’importante osservazione di laboratorio e le sue relative e possibili deduzioni, a questo punto, potrebbero portarci a considerare nuove strategie terapeutiche per affrontare questa terribile patologia neurodegenerativa.

 

Fonte:

https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/29378942

 

Altre informazioni:

https://www.medicitalia.it/news/andrologia/2580-piu-testosterone-meno-bugie.html

https://www.medicitalia.it/news/urologia/7166-testosterone-potrebbe-essere-utile-anche-nelle-incontinenze-femminili.html

 

Autore

giovanniberetta
Dr. Giovanni Beretta Andrologo, Urologo, Patologo della riproduzione, Sessuologo

Laureato in Medicina e Chirurgia nel 1977 presso Università di Milano.
Iscritto all'Ordine dei Medici di Firenze tesserino n° 12069.

0 commenti

Commenti degli utenti: aperti!
Commenti dei professionisti: aperti!

Per aggiungere il tuo commento esegui il login

Non hai un account? Registrati ora gratuitamente!

Guarda anche sclerosi multipla 

Vuoi ricevere aggiornamenti in Andrologia?

Inserisci nome, email e iscriviti:

* Autorizzo il trattamento dei miei dati da parte di Medicitalia s.r.l. per finalità di marketing telefonico e/o a mezzo posta elettronica o ordinaria, compresi l'invio di materiale pubblicitario, la vendita diretta e lo svolgimento di indagini di mercato.

Cliccando su iscriviti acconsento al trattamento dei dati personali come da privacy policy del sito.

Contenuti correlati