x

x

Lesioni spinali prostatite

Lesioni spinali in pazienti con prostatite cronica, sindrome da dolore pelvico cronico

Dr. Andrea Militello Data pubblicazione: 03 aprile 2022

Un recente studio pubblicato su Pubmed ha voluto analizzare le caratteristiche cliniche e le lesioni spinali correlate alla minzione di pazienti con prostatite cronica o sindrome da dolore pelvico cronico (CP/CPPS).

Come si è svolto lo studio?

I pazienti con prostatite o sindrome da dolore pelvico cronico sono stati arruolati in questo studio presso il reparto ambulatoriale dell'ospedale Tongji tra gennaio e giugno 2019.

I dati delle caratteristiche cliniche sono stati raccolti e analizzati, inclusi sintomi del tratto urinario inferiore (LUTS), sindrome intestinale e dolore su diversi parti del corpo, nonché disfunzioni del tratto urinario inferiore, lesioni spinali e alterazioni morfologiche degli organi pelvici dimostrate dalla risonanza magnetica.

È stato studiato il potenziale ruolo delle lesioni spinali nello sviluppo della sindrome CP/CPPS.

Sono stati inclusi un totale di 126 pazienti con CP/CPPS, con un'età[M(Q1,Q3)]di 41(31,53) anni e un decorso della malattia di 2(1,20) anni.

Tra questi, 126 (100,0%) erano complicati con LUTS, 72 (57,1%) con disfunzione intestinale e 88 (69,8%) con dolore.

La risonanza magnetica ha mostrato l'ernia del disco centrale cervicale (126 casi, 100,0%), il cambiamento ischemico nell'area cervicale della via efferente viscerale (82 casi, 65,1%), l'ernia del disco centrale lombare (65 casi, 51,6%) e il sacrale le cisti nervose (97 casi, 77,0%) sono comunemente osservate.

Inoltre, sono stati dimostrati i cambiamenti morfologici negli organi viscerali contenenti muscolatura liscia, tra cui parete vescicale ispessita (91 casi, 72,2%), vescicole seminali dilatate (70 casi, 55,6%) e colon/retto sigma disteso (59 casi, 46,8%).

Quali sono i risultati?

In conclusione i pazienti con CP/CPPS erano caratterizzati dalla coesistenza di LUTS, disfunzione intestinale e dolore somatico.

La presenza di sintomi multi-organo, combinata con l'elevata prevalenza di lesioni spinali associate al riflesso della minzione, suggerisce il potenziale ruolo delle lesioni spinali nello sviluppo di prostatite e dolore pelvico cronico.

Il messaggio che dobbiamo raccogliere è quello di considerare anche cause midollari e neurologiche nel paziente etichettato con la definizione di dolore pelvico cronico e prostatite cronica, prima di congedarlo con la frase: ci deve convivere.

 

Fonte:

Clinical features and spinal lesions in patients with chronic prostatitis/chronic pelvic pain syndrome

Autore

andrea.militello
Dr. Andrea Militello Urologo, Andrologo, Patologo della riproduzione, Sessuologo

Laureato in Medicina e Chirurgia nel 1991 presso Università La Sapienza di Roma.
Iscritto all'Ordine dei Medici di Roma tesserino n° 43740.

1 commenti

Commenti degli utenti: aperti!
Commenti dei professionisti: aperti!

Per aggiungere il tuo commento esegui il login

Non hai un account? Registrati ora gratuitamente!

Guarda anche prostatite 

Vuoi ricevere aggiornamenti in Andrologia?

Inserisci nome, email e iscriviti:

* Autorizzo il trattamento dei miei dati da parte di Medicitalia s.r.l. per finalità di marketing telefonico e/o a mezzo posta elettronica o ordinaria, compresi l'invio di materiale pubblicitario, la vendita diretta e lo svolgimento di indagini di mercato.

Cliccando su iscriviti acconsento al trattamento dei dati personali come da privacy policy del sito.

Soffri di allergia? Partecipa al nostro sondaggio

Contenuti correlati