Una storia comune in tempo di HIV

Dr. Luigi MocciData pubblicazione: 14 giugno 2011Ultimo aggiornamento: 22 febbraio 2016

HIVMolto spesso il virus HIV fa delle vittime ancora prima ed a prescindere da un'eventuale infezione. Infatti, ciò che colpisce è la sindrome da contagio HIV. Ci cascano tanti, ma soprattutto quelli che si sentono in colpa per avere fatto qualcosa che non avrebbero voluto, o dovuto. Allora studiano e ristudiano i loro comportamenti, fino a trovare una falla per un possibile contagio. Direi, anzi, ad immaginare, così forse possono espiare i loro sensi di colpa.


La paura dell' HIV diventa maniacale, tanto da perdere anche il senso logico.Questo si denota spesso dal tono delle consulenze che quotidianamente ci vengono chieste ed alle quali frequentemente rispondo.

E' emblematica la storia di questo utente che, nello spazio dedicato ai consulti mi ha scritto quanto segue:

"Carissimi Dottori, vi ringrazio per il tempo che mi vorrete dedicare. Al rientro di un viaggio di lavoro dal Vietnam ho avuto una febbre altissima, sui 40 gradi per una settimana accompagnata da forte mal di gola, il dottore una volta esclusa una possibile malaria mi ha messo sotto antibiotici. Non ho reagito bene agli antibiotici, lingua bianca, Afte in bocca, affaticamento, fortissima sudorazione notturna, Diarrea,dolore alla trachea, mal di gola e forte dolore durante la deglutizione, linfonodi del collo sotto la mandibola ingrossati, il tutto questo è proseguito per 2 mesi, non sono una persona ipocondriaca, ma andando a vedere su internet ho notato che tutti questi sintomi, erano correlati all' hiv.

Ho letto tutti i forum immaginabili, so tutto sui linfociti t helper, il loro ruolo, quanti ce ne devono essere,, ho correlato lo stato della mia lingua ad una forma di leocupechia villosa, ogni volta che avevo la diarrea ero sicuro che fosse causato da un batterio della famiglia della candida, ogni volta che mi svegliavo sudato o che vedevo dei puntini bianchi sulla lingua, venivo assalito da un panico mai provato prima.

Dal primo contagio dell'hiv ai primi sintomi possono passare 10 anni, in questi dieci anni ho corso alcuni rischi "normali", ovvero non ho usato sempre il preservativo con ragazze delle quali mi fidavo, ovviamente non potevo esserne certo, e sono stato assalito da mille dubbi.

Io e la mia ragazza stiamo provando da 6 mesi ad avere un bambino, la paura di avere anche rovinato la sua vita mi ha semplicemente portato sull'orlo di una crisi di nervi, 10 giorni fa ho trovato il coraggio di andare dal mio dottore, spiegarli le mie angosce e le mie paure. Mi ha fatto fare l'esame delle feci,salmonellosi, brucellosi,epatite,valori del sangue e test hiv.

Sono risultato negativo a tutti i test e non ho un solo valore del sangue sballato. Credo sinceramente che l'80% delle mie patologie sia stato causato dallo stress. Ora infatti la gola mi fa meno male, la lingua sembra migliore e sto andando meglio di corpo. Ho aspettato 2 mesi per fare il test e sono stati i peggiori mesi della mia vita.

Spero vivamente che lei possa pubblicare questa mia storia, in modo che tante persone che hanno vissuto quello che ho vissuto io, possano andare con piu' serenita a fare il test. "                                          (pubblicato su permesso accordatomi dall'autore della lettera)

Direi che quanto scritto dall'utente è più utile di 1000 parole

Autore

lmocci
Dr. Luigi Mocci Dermatologo, Medico estetico

Laureato in Medicina e Chirurgia nel 1991 presso Università di Cagliari.
Iscritto all'Ordine dei Medici di Cagliari tesserino n° 6290.

6 commenti

#1
Utente 207XXX
Utente 207XXX

Mi scusi se la scrivo nel suo blog , purtroppo non riesco proprio a chiedere un consulto su Mediciitalia...
Il 15 Maggio ho avuto un rapporto protetto con una prostituta di colore, il rischio corso è però quello di aver fatto del sesso orale a quest ultima (lo so è da incoscienti)..... Fatto sta che dopo circa due giorni mi è salita una febbricola , accompagnata da dolori articolari (quest ultimi durano tutt ora) , linfonodi gonfi ecc... navigando un pò su internet ho accomunato questi sintomi ad un eventuale contagio da HIV, quindi sono andato nel panico.... Corsi subito dal medico il quale mi rassicurò , dicendomi che i sintomi HIV non compaiono mai dopo pochi giorni. dopo circa una deina di giorni dall eventuale contagio mi salì per una sera una febbre forte a 38.5, da allora ho problemi intestinali e le mie feci sono simili a diarrea.......
le mie condizioni sono migliorate col tempo , ma la debolezza , i dolori articolari ed i problemi intestinali persistono (credo soprattutto al colon) dopo 42 giorni dall eventuale contagio ho effettuato il test e risulta che :..

#2
Utente 207XXX
Utente 207XXX

Ecco il risultato del test : HIV DUO Quick (HIV6 - FV) - DSVID R4.3.0 Dsptc R6.1
S1 RFV :276
Il test risulta negativo se < 0.25
il test risulta positivo se >=0.25
A-1 RDF RFV Valore test Interpretazione

135 30 0.10 NEGATIVO

In pratica il mio test è risultato 0.10 e quindi NEGATIVO

Ho portato il test stamani al mio medico di famiglia , il quale mi ha prescritto l esame EMOCROMO + Formula
Linfocitosi
Prelievo sangue venoso
Mi ha rassicurato che non ha nulla a che vedere con l HIV e che il capitolo in questione posso considerarlo chiuso , secondo lei?..

#3
Utente 207XXX
Utente 207XXX

la cosa che mi preoccupa un pochino sono , alla voce ALLARMI DEFINITIVI sono :
NEUTROPENIA%
LINFOCITOSI%
LINFOCITOSI#
TROMBOCITOPENIA
Secondo lei è qualcosa di potenzialmente grave ?..

#4
Utente 207XXX
Utente 207XXX

il test NEGATIVO dopo 42 giorni può considerarsi effettivo a tutti gli effetti? Apprezzo il modo in cui risponde alle domande di noi "malati", ci vuole molta pazienza con noi XD Migliori saluti Francesco..

#6
Utente 308XXX
Utente 308XXX

Una volta a seguito di un rapporto con una prostituta cinese con mononucleosi, l'ho contratta. Dicono che i sintomi sono simili all'HIV. IO li ho provati e vorrei rassicurare tutte quelle persone che hanno paura di avere preso l'HIV per qualche dolorino che è tutta un'altra cosa! Anzitutto la febbre, poi il dolore alle ghiandole sotto la mandibola che è tremendo e ti farebbe venire la voglia di prendere un coltello e togliersele da solo ! Sono guarito in 20 giorni di dolore assoluto ! Ho contratto la mononucleosi con i rapporti orali. Salve

Commenti degli utenti: aperti!
Commenti dei professionisti: aperti!

Per aggiungere il tuo commento esegui il login

Non hai un account? Registrati ora gratuitamente!

Guarda anche HIV 

Vuoi ricevere aggiornamenti in Dermatologia e venereologia?

Inserisci nome, email e iscriviti:

* Autorizzo il trattamento dei miei dati da parte di Medicitalia s.r.l. per finalità di marketing telefonico e/o a mezzo posta elettronica o ordinaria, compresi l'invio di materiale pubblicitario, la vendita diretta e lo svolgimento di indagini di mercato.

Cliccando su iscriviti acconsento al trattamento dei dati personali come da privacy policy del sito.

Sondaggio su Vaccino anti-Covid (6 mesi dopo) Partecipa

Contenuti correlati