anticoncezionali

Sospensione periodica della contraccezione ormonale (pillola, anello, cerotto)

Dr. Nicola BlasiData pubblicazione: 19 agosto 2011Ultimo aggiornamento: 15 novembre 2021

Smettere la pillola anticoncezionale aumenta il rischio di gravidanze indesiderate: è un concetto che è necessario ribadire in merito all'uso dei contraccettivi ormonali, perché sono numerosi i consulti sulla opportunità della sospensione periodica della contraccezione ormonale.

Perché le donne scelgono di sospendere la pillola?

La paura di possibili effetti collaterali durante l'impiego dei contraccettivi ormonali è, talvolta, motivo di abbandono. Questi eventi sono riconducibili alla non perfetta sintonia fra gli equilibri della donna e il dosaggio della combinazione estro-progestinica (pillola,anello e cerotto).

Tuttavia la scelta di interrompere la pillola periodicamente continua ad avere gravi conseguenze, in particolare l'aumento delle gravidanze indesiderate e il possibile ricorso all'aborto volontario.

È vero anche che un gran numero di concepimenti indesiderati si verifica quando i metodi di controllo della fertilità vengono usati incostantemente o in modo scorretto: questo fenomeno è stato denominato WEUP, Wilful Exposure to Unwanted Pregnancy (esposizione volontaria a una gravidanza indesiderata) di solito correlato a motivi conflittuali.

Pillola anticoncezionale: benefici

In realtà, oltre agli effetti collaterali, la pillola è in grado di determinari effetti terapeutici come:

  • riduzione dell'incidenza delle gravidanze extrauterine
  • riduzione delle cisti ovariche funzionali
  • riduzione della tensione premestruale e della dismenorrea
  • riduzione delle menometrorragie
  • protezione dalla PID (malattia infiammatoria pelvica)
  • riduzione del rischio di cancro ovarico e della incidenza di cancro endometriale.

Per quanto riguarda il controllo del ciclo, già dopo un mese di assunzione si assiste a un aumento di cicli regolari. Anche la quantità del flusso mostra una riduzione, in tal senso i contraccettivi ormonali possono essere utilizzati nelle menometrorragie (mestruazioni abbondanti ed irregolari).Peraltro la presenza di spotting che si manifesta nei primi mesi d'uso, si riduce fin dal terzo ciclo e solo raramente è motivo di abbandono.

Acne, irsutimso e seborrea trovano molto giovamento con l'impiego di pillole che adottano progestinici a bassa attività androgenica. Effetti positivi possono essere ottenuti nella mastopatia fibrocistica e nei noduli mammari benigni.

Sospensione della pillola anticoncezionale: perché è un errore?

Non esiste prova di effetti cumulativi dei contraccettivi ormonali anche dopo moltissimi anni d'uso e l'interruzione periodica dei contraccettivi orali, senza precisa indicazione medica o motivazione soggettiva, deve essere considerata un errore.

Non esistono neppure basi scientifiche per limitare nel tempo l'uso dei contraccettivi ormonali per coloro che non possiedono controindicazioni reali, che non accusano disturbi e che non presentano variazioni dei parametri biochimici di laboratorio. Le donne che hanno sospeso la pillola impiegano 2-3 mesi in più a concepire rispetto a chi non ne ha fatto uso, probabilmente per ritardo dell'ovulazione nei primi cicli dopo la sospensione.


Autore

blasinicola
Dr. Nicola Blasi Ginecologo

Laureato in Medicina e Chirurgia nel 1976 presso Università di BARI.
Iscritto all'Ordine dei Medici di Bari tesserino n° 4485.

99 commenti

#1
Utente 173XXX
Utente 173XXX

Molto interessante; i vostri articoli sono sempre molto utili perchè spiegati in modo chiaro e semplice per noi utenti che non siamo "addetti ai lavori" .
Grazie.

#2
Dr. Nicola Blasi
Dr. Nicola Blasi

Questo è lo scopo di queste news,la cosa mi soddisfa!
SALUTONI

#3
Utente 119XXX
Utente 119XXX

Prendo la pillola da quasi 18 anni consecutivi, anche nel mio caso non è necessaria la sospensione? Non vorrei aver conseguenze se decidessi in futuro di cercare un figlio.
Grazie anticipatamente

#4
Dr. Nicola Blasi
Dr. Nicola Blasi

La pillola può essere presa continuativamente per tutta la vita ,salvo che la donna non si senta a proprio agio con l'assunzione dell'estroprogestinico(pillola) .In altre parole ,se la donna vuole concedersi un momento di interruzione perchè ne sente la necessità , allora non ci sono problemi ma non è un'indicazione obbligatoria.
L'inibizione ovulatoria procurata dai contraccettivi ormonali è sempre reversibile e dunque non è giustificata l'interruzione.
Salutoni

#5
Utente 119XXX
Utente 119XXX

Grazie mille Dottore per la sua risposta veloce ed esaustiva

#6
Utente 271XXX
Utente 271XXX

Buongiorno,
Ho assunto la pillola yaz per 2 anni e mezzo, tuttavia da 1 anno a questa parte ho notato un notevole peggioramento dell'emicrania di cui soffrivo in maniera sporadica prima di iniziare ad assumere la pillola. Tra le possibili cause di questo peggioramento è stato individuato l'uso di questo contraeccettivo, e sotto consiglio del medico di famiglia ho interrotto l'assunzione della pillola per verificare nei prossimi mesi se l'emicrania persiste o no. Partendo dal presupposto che ho sempre avuto un ciclo tutt'altro che regolare (ritardi anche di 2 settimane...) e che nell'ultimo mese in cui non ho assunto la pillola e nei giorni precedenti all'ultima mestruazione (verificatasi) non ho avuto rapporti (nè protetti e nè non) sono passati 10 giorni da quando avrebbe dovuto venirmi il ciclo e ancora nulla.
Ritiene sia il caso di preoccuparsi?
Sono una ragazza di 22 anni e sto per laurearmi, una gravidanza sarebbe l'ultima cosa che desidero.

#7
Dr. Nicola Blasi
Dr. Nicola Blasi

Controindicazione assoluta all'uso della pillola è l'emicrania con sintomi focali (con aura).Se una donna che fa uso di estroprogestinici (EP) accusa mal di testa nella fase intermestruale,può essere aiutata con la somministrazione di un estrogeno additivo ,nei 7 giorni di pausa,oppure con la scelta di un progestinico a dosaggio più alto(pillole trifasiche).Se ,invece, la cefalea compare durante l'assunzione della pillola ,allora bisogna valutare la situazione da soggetto a soggetto.

#8
Utente 271XXX
Utente 271XXX

La ringrazio della risposta tempestiva ma forse non mi sono spiegata bene :) Ho interrotto la pillola proprio a causa dell'emicrania che compariva non nel periodo intermestruale ma nei giorni intercorrenti tra un ciclo e un altro. Ho interrotto l'assuzione della pillola da 1 mese e non ho avuto rapporti in questo periodo, la mestruazione tuttavia è in ritardo di 10 giorni, ciò che mi chiedevo è se è il caso di preoccuparsi. L'ultimo rapporto l'ho avuto 4-5 giorni prima la comparsa dell'ultima mestruazione il mese scorso. La ringrazio dell'attenzione

#9
Utente 119XXX
Utente 119XXX

Gentilissimo Dottore,
come scritto in un precedente intervento ho sospeso la pillola dopo diversi anni di assunzione (quasi 18) più per un esigenza psicologica che fisica, dopo 25 giorni mi è arrivato il ciclo.
Dovessi ricominciare l'assunzione devo aspettare almeno due cicli mestruali regolari? Ho 36 anni
La Ringrazio anticipatamente.

#10
Utente 278XXX
Utente 278XXX

Interessante questo articolo e in piu' risponde al mio dubbio su tale argomento!grazie

#11
Utente 302XXX
Utente 302XXX

salve dottore le volevo chiedere io prendo la pillola yaz il ciclo mi doveva arrivare settimana prossima cioe il 9 maggio ma mi e arrivato con una settimana prima non mi e mai successo le volevo chiedere se sa di cosa si tratta sono delle perdite o e possibile che arrivi anche n anticipo di una settimana non so che dovrei fare mi devo preoccupare grazie

#12
Utente 367XXX
Utente 367XXX


Salve
Sono Shana Martin.
Sono iscritta al vostro sito e volevo sapere se voi mi potete aiutare. Ho bisogno di un consiglio di un esperto o di un ginecologo.
Io prendo la pillola YAZ da Ottobre 2011 ma ho smesso il 4 Dicembre 2014 perché io e il mio fidanzato ci siamo lasciati.
Adesso siamo tornati insieme. Volevo sapere quando posso riprendere la pillola?.
Grazie
Cordiali Saluti

#13
Dr. Nicola Blasi
Dr. Nicola Blasi

Ripartendo dal primo giorno del prossimo flusso mestruale
Ciao SHANA

#14
Utente 186XXX
Utente 186XXX

La ringrazio Dottore per questo articolo, ogni singola persona che conosco che assume la pillola come me, mi ha SEMPRE suggerito di interromperla perchè "fa male al corpo assumerla per troppo tempo", ovviamente non ho dato mai ascolto a queste parole, perchè ho sempre immaginato che il corpo si trovasse più in difficolta a doversi riadattare ogni volta ad un cambiamento di ormoni, piuttosto che mantenere una situazione stabile.

Grazie

#15
Dr. Nicola Blasi
Dr. Nicola Blasi

É importante demolire le " leggende metropolitane " , queste news hanno questo scopo.
Diffondete tra le persone amiche questi argomenti .
Salutoni

#16
Utente 368XXX
Utente 368XXX

Buonasera, io è da 14 mesi che faccio uso del nuvaring, fino a ora ero tranquilla con questo contraccettivo ma purtroppo nel mese di dicembre data l'assenza di ciclo sono in panico tutt'ora, in quanto mi sono rifiutata di fare il test di gravidanza perchè mi sembra assurdo che si possa rimanere incinte con un solo rapporto avuto nell'arco dei ventun giorni più quelli di pausa se l'anello è stato inserito e rimosso nei giorni giusti.L'unica cosa che sto collegando sono i cicli precendenti molto scarsi addirittura un mese ho avuto solo poche macchie ma finchè c'erano ero tranquilla, inoltre ho fatto una cura per quattro giorni con antibiotico, può aver influito(lo spero tanto).Volevo chiederle qual'è secondo lei il contraccettivo con cui si hanno scarsissime possibilità di gravidanze indesiderate?Io mi sono informata sull'impianto sottocutaneo che mi sembra una bella idea e ci sto pensando se a metà di questo mese si decide ad arrivare il ciclo!

#17
Utente 186XXX
Utente 186XXX

Scusa mi permetto di risponderti anche se non sono un medico.. Durante l'assunzione dellantibiotico hai usato il preservativo? L'efficacia dell'anello non viene compromessa da vomito/diarrea ma, come la pillola, può causare problemi in concomitanza di antibiotici... Il famoso 99% della Pillola/anello di efficacia è dovuto ad errori umani, se assunti correttamente e senza interazioni non c'è pericolo

#18
Utente 368XXX
Utente 368XXX

Infatti io l'ho usato correttamente, per tutta la durata della terapia con antibiotico e anche dopo non ho avuto rapporti, ma purtroppo questa assenza di ciclo che fino ad ora non mi è mai successa mi ha fatto andare in panico chiedendomi se ho sbagliato qualcosa oppure è lo stesso contraccettivo di cui non ci si può fidare al pari della pillola. Spero che sia stata un'interazione con l'antibiotico.

#19
Dr. Nicola Blasi
Dr. Nicola Blasi

In ogni caso la metabolizzazione degli ormoni dell'anello vaginale avviene attraverso il fegato quindi i farmaci in generale potrebbero interferire.
L'anello e il cerotto non risentono dell'assorbimento intestinale ,per questo vomito e diarrea non hanno nessuna influenza.
Salutoni

#20
Utente 369XXX
Utente 369XXX

Salve Dottore,
Vorrei delle informazioni..sono una ragazza di 24 anni e questa mattina il mio ginecologo mi ha prescritto per 2 mesi la pillola Novadien dopo diverse visite e prove con ovuli perché ho problemi ad un ovaio (non mi matura il follicolo, infatti mi sono ritrovata con un ovaio pieno di follicoli e continue perdite a volte marroni altre proprio rosse) considerando che ho anche il ciclo irregolare da sempre ho insistito per prendere la pillola sempre, ma il gine ha detto che per ora devo prenderla per 2 mesi..mi farebbe luce lei su diversi dubbi che mi sono sorti? La pillola devo prenderla dal 1° al 21° giorno di ciclo poi sospendere per quanti giorni prima di ricominciare? Se ho rapporti non protetti da quando sono coperta senza timore di gravidanze indesiderate? E poi dovendo sospendere tra 2 mesi, fino a quando posso avere rapporti prima di smettere di assumere la pillola? Spero di essere stata abbastanza chiara.. La Ringrazio Anticipatamente.

#21
Utente 368XXX
Utente 368XXX

Buonasera, ho finito da poco di leggere online un articolo datato febbraio 2013 in cui si parla della contraccezione ormonale secondo il parere di un certo DR MARC ZAFFRAN. Egli afferma che l'uso dei CO e il rischio che mettono in pericolo le donne dipenda dall'ignoranza dei medici e dal mercato farmaceutico. Secondo la sua opinione i medici sono portati quasi la maggior parte a prescrivere come maggior metodo contraccettivo i CO in maniera superficiale senza andare a chiedere alla paziente se in famiglia ci sono stati casi di ictus,trombosi o altro di importante da indirizzare il medico a far scegliere una pillola senza estrogeni oppure indirizzarli verso gli altri metodi come lo IUD o l'impianto in quanto non fanno correre rischi vascolari perchè non contengono estrogeni, ma questo secondo lui dipende da una questione di dialogo e informazione, se le donne venissero informati dei rischi e benefici di tutti i contraccettivi esistenti.Inoltre tiene a precisare che i vari CO messi in commercio soprattutto quelli di terza e quarta generazione vi è più rischio di ictus e incidenti vascolari e che SOLO le CO di seconda generazione devono essere prescritte come primo metodo contraccettivo per le giovani donne.Il motivo secondo lui per il quale la maggior parte dei medici prescrivono tante pillole di terza e quarta generazione è per due motivi:ignoranza e mercato. La prima per le varie problematiche che si presentano nella facoltà di medicina, e l'altra l'industria farmaceutica che indirizza i medici a prescrivere gli ultimi farmaci usciti(senza conoscere i pericoli) in commercio piuttosto i farmaci già conosciuti .Una delle CO menzionate da questo dottore è la Yasmin che secondo il suo parere il progestinico contenuto in essa ha un effetto diuretico che può portare alla disidratazione e a problemi cardiaci, infatti afferma che questa pillola deve essere usata da pochissime donne anzi dato che ci sono altri metodi si potrebbe evitare del tutto. Da tutto ciò bisogna dedurre che per evitare incidenti le donne che prendono la pillola devono essere informate in maniera corretta e i medici prima di prescrivere un anticoncezionale devono pensare bene a quel che fanno.

#22
Utente 220XXX
Utente 220XXX

Gentile dottor Blasi,
ho letto attentamente i Suoi articoli riguardanti l'utilizzo della pillola . Eppure navigando in rete sono ancora tanti gli articoli scritti anche da altri professionisti in cui si paventa il rischio di infertilità e/o di gravi malattie quali tumore al seno . Se come sostiene lei tutto ciò non è legato all'assunzione della pillola allora come mai altri professionisti lo sostengono? Inoltre io assumo Fedra , da 4 anni . Si tratta di una pillola di che generazione ? É fra quelle rischiose ? Grazie

#25
Utente 368XXX
Utente 368XXX

Concordo pienamente con quello che afferma il DR.Blasi,non bisogna abbandonare il contraccettivo se non si ha un motivo valido infatti io posso dire che dopo aver abbandonato la pillola a distanza di cinque mesi(non usando altri metodi)sono rimasta incinta del quarto figlio.Ora mi rendo conto di quanto sia importante la contraccezione se si vuole vivere più serenamente il rapporto intimo con il proprio compagno senza avere attacchi di panico ogni mese nel momento in cui ritarda il ciclo. Però mi chiedo leggendo i vari consulti riguardo l'assenza di ciclo con l'uso perfetto dei contraccetivi ormonali perchè voi specialisti date come primo consiglio di fare il test di gravidanza? Se una persona decide di assumere un CO lo fa perchè deve credere che i farmaci messi in commercio siano affidabili al 100% proprio per evitare la gravidanza.

#26
Dr. Nicola Blasi
Dr. Nicola Blasi

Grazie per l'apporto emotivo della sua esperienza.
Il test di gravidanza a volte serve (purtroppo) a tranquillizzare le utenti della pillola , in particolar modo se hanno dei dubbi sulla modalità di assunzione della pillola stessa.

#27
Utente 220XXX
Utente 220XXX

La ringrazio , davvero illuminante .

#28
Utente 374XXX
Utente 374XXX

Salve Dottore, sono una ragazza di 20 anni. Prendo da 4 mesi la pillola Diane prescrittami dal ginecologo per lieve irsutismo e per mestruazioni abbondanti e dolorose (e di conseguenza la assumo come metodo anticoncezionale). Adesso sono nella pausa dei 7giorni e sono indecisa se continuare ad assumerla o meno. Pochi giorni fa ho fatto una visita dal mio ginecologo e gli ho detto che per l'irsutismo non ci sono risultati evidenti e mi ha risposto che se voglio posso interromperla oppure cambiarla con una più leggera per assumerla come contraccettivo. Quello che mi chiedo è: vale la pena continuare ad assumere Diane per lieve irsutismo? (ha un dosaggio molto forte e non ne ho sentito parlare molto bene). 4 mesi di terapia posso bastare affinchè si vedano dei risultati? per quanto riguarda gli effetti collaterali negli ultimi giorni ho avuto una forte candida, mi si è aggiunta molta più cellulite sulle gambe ed ho notato un calo del desiderio (il che mi pesa). Secondo lei cosa dovrei fare? Continuare con Diane? e soprattutto, sostituendola con una pillola più leggera, questi effetti collaterali diminuiranno? Il calo del desiderio scomparirà? non riesco a convivere con il fatto che se posso essere più tranquilla durante il rapporto nello stesso tempo però ho meno desiderio di quando non assumevo nulla. Per quanto riguarda il ciclo non ho più dolori e forse è l'unica cosa positiva che ho riscontrato. era abbastanza regolare anche prima di assumere la pillola; quindi mi chiedo, se smetto di prenderla mi tornerà dopo un mese esatto dall'ultima mestruazione o potrei aspettare un altro po? Grazie mille anticipatamente per la risposta e mi scuso se non sono stata molto breve.

#29
Dr. Nicola Blasi
Dr. Nicola Blasi

Può tranquillamente passare ad una pillola a più basso dosaggio di estrogeni (il DIANE si adotta soltanto come terapeutico ) con un progestinico a carattere antiandrogeno come il clormadinone o il drospirenone.
SALUTI

#30
Utente 374XXX
Utente 374XXX

Grazie mille per la risposta Dottore.

#31
Utente 374XXX
Utente 374XXX

Buonasera dott.Blasi. Mi chiamo Silvia e vorrei sottoporle la mia situazione.Nel 2011 per recidivanti dolori acuti alla fossa iliaca dx mi sono sottoposta a visita ginecologica da cui è risultato a carico dell'ovaio dx una struttura cistosa del diam. di 1,9 cm che è stato refertato come sospetto endometrioma e sul fondo uterino una tumescenza vascolarizzata sottosierosa del diam.di 2,5 cm refertata come adenomiosi.Da allora ho cominciato ad assumere la Yasmin come terapia medica. Dal 2013 l'endomiosi è rimasta invariata e l'endometrioma non è più presente sull'ovaio. Il problema però è che nell'ultimo anno la pillola mi ha causato l'aumento più che raddoppiato del valore dei trigliceridi che rientrano nella norma dopo 2 mesi di sospensione della pillola di cui però non posso fare a meno, poichè nel periodo di sospensione mi si riacutizza il dolore pelvico talmente intenso che nè ibruprofene o Aulin riescono ad alleviare rendendomi la vita impossibile.Il ginecologo mi ha detto che non può suggerire altro concezionale poichè tutti metabolizzati allo stesso modo. Il suo consiglio è stato di continuare ad assumere la Yasmin per periodi di 3-4 mesi, sospendere per 2-3 mesi (in modo da far rientrare i valori di colesterolo e trigliceridi) e continuare sempre così. Volevo sapere se lei concorda in quanto mi è stato detto o se in realtà c'è contraccettivo che ovvi al problema...inoltre volevo capire se questo continuo interrompere e riprendere gli ormoni a lungo termine può causare altri danni all'organismo.Saluti, Silvia

#32
Dr. Nicola Blasi
Dr. Nicola Blasi

Gentilissima SILVIA,
in questi casi non parliamo di contraccezione ,ma di terapia dell'ADENOMIOSI (anche endometriosi) quindi si può evitare di assumere un ESTROPROGESTINICO e passare ad un PROGESTINICO come il DIENOGEST specifico per l'endometriosi , evitando l'assunzione dell'estrogeno avremmo un minor carico sul metabolismo lipidico (colesterolo e trigliceridi). Nomi commerciali non ne posso fare.
SALUTI

#33
Utente 374XXX
Utente 374XXX

Dottore la ringrazio per la celere risposta, il medico di base mi aveva suggerito come alternativa alla Yasmin la Loette, rientra questa per caso nell'ambito dei progestinici cui faceva riferimento o anche questa non è adatta al mio caso specifico? In base al suo suggerimento leggevo in internet della Klaira e della Sibilla, visto ke lei non può giustamente fare nomi commerciali, li faccio io ;)

#34
Dr. Nicola Blasi
Dr. Nicola Blasi

Si riferisce al solo progestinico contenuto nella Klaira e Sibilla, ma ha un diverso nome commerciale perchè contiene soltanto il progestinico

#35
Utente 374XXX
Utente 374XXX

La ringrazio dottore, credo di aver compreso qual' e' il medicinale a cui fa riferimento Visanne che pero' leggevo avere un costo piuttosto elevato. Ad ogni modo volevo capire ....qualora continuassi ad assumere la Yasmine ad intervalli di tempo di 3-4 mesi con sospensione di 2-3 mesi, cio' puo' causare a lungo termine ulteriori danni per l'organismo? La ringrazio nuovamente, confidando in suo riscontro.Pur vivendo in provincia di Varese sono nata a Bari dove spesso torno .....vedevo che lei esercita proprio a Bari! Sicuramente passero' in studio per una visita :) saluti

#36
Utente 376XXX
Utente 376XXX

Salve dott. Blasi. Sono Ylenia e ho 28anni, ho usato per quasi due anni la pillola yasminelle, che poi ho deciso di interrompere perche effettivamente non avevo bisogno di assumere un contraccettivo e nonostante lo sport questa mi provocava parecchia ridenzione idrica. Adesso, vorrei riprendere l'assunzione di un contraccettivo e la mia ginecologa (per telefono) mi ha consigliato nuovamente la yasminelle,nonostante le avessi fatto notare che preferivo il cerotto questa volta. Una mia cara amica mi ha parlato molto bene del cerotto evra e vorrei sapere da Lei se mi consiglia di abbandonare l'assunzione di yasminelle in favore del cerotto evra. La ringrazio.

#37
Dr. Nicola Blasi
Dr. Nicola Blasi

Se non ha avuto grossi problemi con la Yasminelle , ci penserei due volte prima di cambiarla, se poi vuole cambiare via di assorbimento può passare all'Evra

#38
Utente 376XXX
Utente 376XXX

Ecco. Volevo togliermi il pensiero dell'assunzione giornaliera, preferendo il cerotto che va cambiato tre volte al mese. È proprio questa la domanda, se il cambiamento è drastico. Inoltre secondo esperienze di amiche mi dicevano che il cerotto provoca minori sbalzi d'umore o tensioni psicologiche date dall'assunzione ormonale costante.
La ringrazio gentilissimo dott. Blasi.

#39
Dr. Nicola Blasi
Dr. Nicola Blasi

Se sono questi i motivi , può tranquillamente passare al cerotto EVRA

#40
Utente 374XXX
Utente 374XXX

Buonasera Dott. Blasi,
volevo chiederele ai fini della terapia del dolore causata da endomiosi, che attualmente sto affrontando con l'assunzione di Yasmin, posso associarvi l'assunzione di fitoterapici come l'Agnocasto o i 2 prodotti hanno azione antagonistica. Se così fosse, il solo Agnocasto potrebbe sostituire l'effetto "analgesico" determinato dall'assunzione di estroprogestinico?
Saluti

#41
Dr. Nicola Blasi
Dr. Nicola Blasi

L'agnocasto non ha azione competitiva con la pillola estroprogestinica.
L'agnocasto non ha azione analgesica

#42
Utente 379XXX
Utente 379XXX

Buongiorno dottore, sono una ragazza di 27 anni che prende la pillola Ginoden da 2 anni e mezzo, prescritta dalla ginecologa per contrastare la presenza di una ciste in un ovaio. Mi sto trovando abbastanza bene, per ora nessun effetto collaterale, infatti la mia intenzione non è quella di smettela, il problema è quest'altro: dopo essermi dimenticata di assumere una pillola della terza settimana ho deciso di sospendere la confezione (invece che iniziarne immediatamente una nuova senza pausa), avere il ciclo per poi poter ricominciare il nuovo blister lo stesso giorno della settimana. Ho fatto peró male i calcoli... (sto attraversando un periodo particolarmente stressante, non mi è mai successo di avere queste dimenticanze) ed ora sono passati 11 giorni dall'ultima assunzione.. Ora quindi non capisco cosa devo fare per ricominciare a prenderla, ricomincio il prossimo mese nel primo giorno di ciclo? (Ammesso che il ciclo arrivi) , aspetto di più? Vorrei cercare di stressare il mio corpo il meno possibile...
Grazie intanto per la sia attenzione.

#43
Dr. Nicola Blasi
Dr. Nicola Blasi

Deve ripartire dal primo giorno del prossimo flusso mestruale

#44
Utente 381XXX
Utente 381XXX

buongiorno dottore sono una ragazza di 20 anni e ho preso per 1 anno la pillola drospil, perché il ciclo era molto abbondante e irregolare.
Ho deciso però di sospenderla almeno per un periodo prima di cambiare pillola prescritta dal mio ginecologo ...ho sospeso la pillola e mi è arrivato giustamente il ciclo di 4 giorni ... dopo un giorno dalla fine mi è ricominciato ma è normale?? la pillola l'ho sospesa sabato 16 maggio 2015 e oggi 21 maggio 2015 mi sono ritornate
attendo una sua risposta
grazie mille per l'attenzione

#45
Dr. Nicola Blasi
Dr. Nicola Blasi

Doveva iniziare dal primo giorno del flusso mestruale..
E' normale avere un flusso dopo la sospensione, non miè chiara la domanda

#46
Utente 381XXX
Utente 381XXX

nella pillola drospil ho preso le ultime 4 pillole bianche alle terzultima mi è arrivato il ciclo .... ieri mi era finito ma oggi verso sera ho ancora un po di perdite non abbondanti ma ci sono

#47
Utente 382XXX
Utente 382XXX

Buongiorno, ho iniziato a usare la pillola anticoncezionale 3 anni fa. Circa un anno fa ho dovuto interrompere per qualche mese quando sono passata da Zoely a Lucille. Dopo qualche mese con Lucille ho deciso di interromperla perché mi causava problemi allo stomaco. Adesso la mia ginecologa mi ha consigliato Nuvaring, come anticoncezionale ma anche per ovaio micropolicistico. Mi chiedo, aver interrotto e poi ripreso questi contraccettivi ormonali più volte potrebbe determinare un aumento del rischio di trombosi? C'è qualche esame che posso fare per verificarlo?
Grazie!!

#48
Dr. Nicola Blasi
Dr. Nicola Blasi

Certo sospendere e riprendere aumenta il rischio tromboembolico come afferma l'AIFA in molte circolari.
Un aspetto importante è trovare la pillola più indicata a meno di NON ESSERE PREDISPOSTA, di avere una storia familiare di trombosi o di soffrire di malattie della coagulazione , e in questi casi la pillola è CONTROINDICATA.
Quindi gli esami della coagulazione risultano nella norma , ma eseguo queste sospensioni aumento il rischio tromboembolico generico (che abbiamo !TUTTI)

#49
Utente 382XXX
Utente 382XXX

La ringrazio moltissimo Dottore per la sua risposta rapidissima!

#50
Utente 374XXX
Utente 374XXX

Buongiorno dottore, da più di un anno assumo Lucille . Come unico effetto collaterale, però, l'anticoncezionale mi provoca l'innalzamento dei livelli lipidici (trigliceridi, colesterolo) per cui devo spesso interromperne l'assunzione per qulache mese per poi ricominciare , al fine di normalizzare tali livelli. Leggevo nel suo precedente commento che sospendere e riprendere la pillola aumenta il rischio tromboembolico. Al fine di scongiurare questa evenienza volevo chiederle se l'assunzione di statine potrebbe essermi utile al fine di contenere i livelli lipidici, consentendomi di evitare le periodiche sospensioni della pillola e rischi ad esse connessi?saluti.

#51
Dr. Nicola Blasi
Dr. Nicola Blasi

Prima di tutto è importante stabilire se l'aumento del colesterolo totale è dovuto alla frazione HDL (quello buono) , e in questo caso è positivo.
Secondo punto , se i valori di Trigliceridi e Colesterolo si stabilizzano prodotti con riso rosso fermentato (monacoline ) potrebbero essere utili in sostituzione delle statine.

#52
Utente 374XXX
Utente 374XXX

Per meglio comprendere la sua risposta, dottore, le riporto i risultati delle ultime analisi effettuate durante l'assunzione di Lucille.
Colesterolo totale 227 mg/dl
Colesterolo HDL 99 mg/dl
Colesterolo LDL 83 mg/dl
Trigliceridi 223 mg/dl
interrompendo l'assunzione per 2-3 mesi gli stessi valori rientrano tra quelli normali di riferimento. Con questo quadro, quindi, Lei suggerirebbe le statine o monacoline?
Scusi l'ulteriore disturbo e grazie ancora.

#53
Dr. Nicola Blasi
Dr. Nicola Blasi

Con l'assunzione della pillola sono d'accordo per le monacoline

#54
Utente 374XXX
Utente 374XXX

Buongiorno Dott. Blasi,
sono affetta da adenomiosi localizzata sul fondo uterino che mi provoca dolori intensissimi che mi rendono la vita molto complicata. Da qualche anno come terapia dell'adenomiosi assumo pillola contraccettiva Lusine ma ultimamente a livello di prevenzione del dolore risulta molto poco efficace (occasinalmente durante l'assunzione nei 21 giorni e in prossimità delle "psedomestruazioni"accuso comunque dolori intensissimi all'addome ), inoltre la stessa pillola mi provoca un eccessivo innalzamento dei valori del colesterolo LDL e dei trigliceridi costringendomi a temporanenee interruzione dell'assunzione della stessa. La ginecologa mi ha suggerito di provare una nuova pillola Cerazette, quale alternativa a Lusine, che dovrebbe ridurre il problema di colesterolo e trigliceridi alti. Volevo sapere Lei è concorde con questo tipo di scelta? Inoltre, dato che Nimensulide, Ibruprofene, Naprossene sodico riescono solo ad alleviare in modo blando i dolori che accuso c'è qualche altro tipo di antidolorifico o antinfiammatorio che potrebbe suggerirmi per poter aver una vita un pò tranquilla per quel che concerne il dolore acuto? Saluti e grazie in anticipo se vorrà rispondermi

#55
Utente 387XXX
Utente 387XXX

Buonasera dottore, ho 19 anni e prendo la pillola estinette da 3 anni, questo mese ho saltato due pillole e ho avuto rapporti non completi, ho fatto due test di gravidanza claear blue uno prima dei 4 giorni di ritardo è uno dopo i 4 giorni di ritardo ed entrambi sono risultati negativi, ora però ho 7 giorni di ritardo e non ho alcuna comparsa del ciclo, secondo lei cosa potrebbe essere?
Scusi per l'intromissione e il disturbo
Arrivederci

#56
Dr. Nicola Blasi
Dr. Nicola Blasi

il ritardo è legato alla mancata assunzione , al massimo potrà ripetere il test di gravidanza.

#57
Utente 293XXX
Utente 293XXX

Assumo la pillola effiprev da due mesi, ho già assunto l'anello nuvaring a solo scopo contraccettivo in passato, perchè mi è stata di recente diagnosticata la sindrome dell'ovaio microcistico. Sono normopeso, ho pochi peli e quasi mai brufoli sul viso. La pillola la dovrò sospendere al termine dei sei mesi, ma io ho paura perchè quando sospesi l'anello nuvaring ebbi per la prima volta in vita mia acne sul viso e peli in eccesso (questi ultimi purtroppo li ho ancora). C'è un modo per evitare che capitino questi effetti collaterali alla sospensione? Non vorrei ritrovarmi con i peli sul seno o peggio sul viso questa volta!

#58
Dr. Nicola Blasi
Dr. Nicola Blasi

Ma non è necessario sospendere la pillola, lei può continuare regolarmente l'assunzione per tutto il tempo che necessita. La sospensione periodica della pillola è una bella leggenda metropolitana.

#59
Utente 401XXX
Utente 401XXX


Salve, assumo la pillola yaz da tre mesi, e oggi prendendo la seconda pillola placebo mi sono accorta che inizierò il blister con un giorno di anticipo. Quasi sicuramente penso di averne prese due in uno stesso giorno, vorrei sapere se in questa situazione l\'efficacia contraccettiva è compromessa. Grazie in anticipo

#60
Dr. Nicola Blasi
Dr. Nicola Blasi

Quindi come se avesse saltato una pillola , per questo motivo per estrema sicurezza ,continuando ad assumere la pillola esegua un test di gravidanza

#61
Utente 368XXX
Utente 368XXX

Sono pienamente d'accordo a nn abbandonare l'uso del contraccettivo se effettivamente nn si vuole un gravidanza ma volevo dei chiarimenti riguardo la reale efficacia che può avere un CO quando ahimè ti capita di dimenticare solo x un giorno, voglio dire leggendo alla lettera il foglietto illustrativo come se ti stesse dicendo che già con un rapporto si può rimanere incinte. È possibile che nell'arco di 24 ore che nn si è assunto il CO si può rimanere incinte? Può essere che l'ovulazione sia effettiva al 100%? Io nel mese scorso ho inserito l'anello 24 ore dopo il giorno abituale premetto che nei giorni di intervallo nn ho avuto rapporti , un rapporto il quarto giorno dopo l'inserimento ma l'eiaculazione è avvenuta all'esterno xo mi chiedo passati già quattro giorni l'inibizione dell'ovulo nn si attiva x niente? Vale anche x i quarantenni?

#62
Utente 293XXX
Utente 293XXX

Grazie della risposta (messaggio del 27 01 2016). Purtroppo da quando utilizzo effiprev ho riscontrato gli stessi effetti collaterali che avevo con il nuvaring (ansia, tensione mammaria, nausea). Sono quindi io in primis che vorrei sospenderla (il ginecologo mi ha detto che devo ptrenderla per minimo sei mesi). Inoltre la pillola effiprev sembra (a differenza dell'anello che mi aveva reso la pelle di porcellana quando lo prendevo)non portare alcun beneficio alla mia pelle( non ho acne grave, ma in questo periodo dopo aver smesso di fumare ho la pelle molto grassa e qualche brufolo sotto pelle). Tempo fa ho assunto l'anello e quando l'ho sospeso ho per la prima volta avuto acne (mandibole) e peli in eccesso (purtroppo a distanza di vari anni questi ultimi li ho ancora) e non vorrei che se ne presentassero altri dopo l'interruzione di effiprev (che come ho detto la vorrei sospendere siccome ogni contraccettivo ormonale mi porta ad avere attacchi di panico). Mi chiedevo quindi se potessi prendere qualcosa per evitare l'iperandrogenismo successivo alla sospensione del contraccettivo (iperandrogenismo che non ho di solito, ma che si è presentato con esisti di acne e peli solo dopo aver interrotto il nuvaring). Ho sentito parlare bene dell'agnocasto e dell'acido folico. Sono utili come integratori secondo lei?

#63
Dr. Nicola Blasi
Dr. Nicola Blasi

L' agnocasto e l'acido folico non hanno azione antiandrogenica come alcuni progestinici contenuti in alcune pillole (clormadinone, drospirenone, dienogest, ciproterone acetato)
Saluti

#64
Utente 293XXX
Utente 293XXX

Grazie, quindi non c'è modo di evitare questi effetti alla sospensione?

#65
Dr. Nicola Blasi
Dr. Nicola Blasi

potrebbe assumere soltanto il progestinico CIPROTERONE ACETATO , se vuol evtare l'assunzione della pillola

#66
Utente 293XXX
Utente 293XXX

Grazie mille, mi informerò.

#67
Dr. Nicola Blasi
Dr. Nicola Blasi

Cara utente #368175 (non ho altri riferimenti) (#61)
le sue osservazioni sono giuste , ma noi siamo tenuti a mettervi in guardia verso una possibile , probabile ripartenza della ovulazione (in caso di dimenticanza o di altre cause) , con questi estroprogestinici (pillola, cerotto e anello) di ultima generazione a basso dosaggio .
Naturalmente felicissimi se tutto ciò non avviene , si tratta di una corretta informazione .
Buona CONTRACCEZIONE

#68
Ex utente
Ex utente

Salve,
volevo chiederle qualche precisazione riguardo la sospensione dell'anello vaginale.
E' possibile che ci sia un anticipazione dell'ovulazione? Oppure, come ho letto, è più probabile un ritardo?
Inoltre sono possibili fenomeni di spotting dopo la sospensione dell'anello?
(Nel mio caso più precisamente circa due settimane dopo la mestruazione indotta dall'ultimo anello)

#69
Utente 220XXX
Utente 220XXX

Come mai molte donne parlano di lunghi periodi di amenorrea se non addirittura di menopausa precoce ? È questo il rischio in cui si incorre non sospendendo la pillola? Perché ciò avviene nonostante esami di controllo positivi? C'è molta confusione .. Io stessa prendo la pillola da 5 anni ma periodicamente mi struggo e mi spavento pensando a cosa potrei dover combattere quando deciderò di sospenderne l'assunzione.

#70
Dr. Nicola Blasi
Dr. Nicola Blasi

Gentile utente , ma se assume la pillola , non può parlare di menopausa precoce soltanto perchè i flussi mestruali sono ridotti o assenti, oltretutto ha un apporto ormonale dato dalla pillola stessa.
SALUTONI

#71
Utente 293XXX
Utente 293XXX

Intervengo intromettendomi nella discussione perchè è una cosa che riguarda ed interessa anche me.
Penso che l'altra utente intendesse chiederle dei chiarimenti su cosa può succedere al corpo di una donna se decide, dopo svariati anni di utilizzo senza alcuna pausa, di smettere il contraccettivo. Molte donne si lamentano degli effetti collaterali successivamente alla sua interruzione ed in particolare lamentano ciclo irregolare, mancata ovulazione, alcune addirittura menopausa precoce...
Quando mi prescrissero il primo contraccettivo ormonale mi consigliarono di interromperne l'utilizzo dopo un anno per un periodo di tre mesi e poi di riprenderlo (periodo di tre mesi che sarebbe servito ad evitare che le ovaie si "impigrissero"). Ciò che penso preoccupi entrambe noi utenti, è proprio è che a causa di queste mancate pause (come dicevo di tre mesi al termine di ogni anno di utilizzo) le ovaie si possano impigrire ed andare in "pensione" precocemente e così precluderci la possibilità di avere dei figli. Lei cosa ne pensa?

#72
Utente 293XXX
Utente 293XXX

Inoltre, lei pensa che, al di là delle pause trimestrali, l'uso prolungato di un contraccettivo ormonale possa poi precludere la possibilità di avere dei figli ?

#73
Utente 220XXX
Utente 220XXX

L'utente qui sopra ha colto esattamente il punto della mia questione. Era proprio in merito a quanto detto da lei che chiedevo chiarimenti.

#74
Dr. Nicola Blasi
Dr. Nicola Blasi

E' possibile constatare un ritardo nella ripresa della funzione riproduttiva dopo la sospensione della pillola, l'entità di tale ritardo è correlata al dosaggio degli estroprogestinici con una più rapida ripresa della funzione riproduttiva dopo uso prodotti a basso dosaggio.
Cosa importante è che l'uso degli estroprogestinici (pillola, anello e cerotto) sembra addirittura implicare una RIDUZIONE del rischio di infertilità : tale effetto è tanto maggiore quanto più giovane è la paziente , indipendentemente dal dosaggio utilizzato e dalla durata del trattamento .
Saluti

#75
Utente 293XXX
Utente 293XXX

Quindi, in sostanza, la velocità con cui le ovaie riprendono a fare il proprio lavoro una volta sospeso il contraccettivo dipende dalla quantità di ormoni del contraccettivo in se' e non dal tempo di utilizzo? Es; se utilizzassi la Effiprev per cinque anni avrei meno problemi a tornare fertile (cioè ci vorrebbe meno tempo dopo la sua interruzione) che se utilizzassi una pillola molto più forte però per un solo anno. E' giusto?
Saluti e grazie per la risposta.

#76
Utente 404XXX
Utente 404XXX

Salve dottore, mi chiamo Beatrice e ho 18 anni.
Ho iniziato a prendere la pillola nel gennaio 2015 perchè soffrivo di dismenorrea che mi provocavano delle volte, anche svenimenti; oltre alla dismenorrea avevo un' evidente acne (anche se lieve) causata da cisti sottopelle che invadevano il mio viso.
Appena fatti tutti gli accertamenti per poterla prendere, e poco dopo averla iniziata, la pillola anticoncezionale Yaz per me, fu un miracolo.
Dopo neanche un mese, verso febbraio 2015 l'acne non c'era più e soprattutto i dolori delle mestruazioni si erano ridotti notevolmente!
Io soffro di fenomeno di Raynaud e sono seguita da alcuni reumatologi che sono sempre stati un po' incerti all' assunzione della pillola. (vorrei precisare che ad agosto ho sospeso la pillola perchè anche io come altre donne pensavo che non fare pause potesse creare dei problemi e appena sospesa, l'acne e i dolori in men che non si dica si ripresentarono) Ho fatto degli esami del sangue questo inverno e l' omocisteina è risultata più alta del dovuto. Il mio medico di base mi ha subito detto di iniziare l'acido folico e io così ho fatto.
Mentre l'ultimo reumatologo che mi ha visitata al fatebenefratelli di Roma oltre a confermarmi l'acido folico mi ha detto di prendere provvedimenti per la pillola che sto assumendo. Adesso io sto cercando di cambiare ginecologa, la mia intenzione sarebbe quella di sospendere la pillola definitivamente ma nello stesso tempo trovare qualcosa che risolva dismenorrea e acne. Alcune persone mi hanno consigliato il cerotto che dovrebbe risolvere entrambi. Ma è vero che per quanto riguarda la trombosi, è sconsigliato ed è addirittura peggio della pillola anticoncezionale?
Aspetto sue risposte, cordiali saluti.

#77
Dr. Nicola Blasi
Dr. Nicola Blasi

Chiariamo subito il problema riferito al fenomeno di RAYNAUD:
Si tratta di un fenomeno di vasocostrizione periferico scatenato dal freddo, ovvero di riduzione del diametro dei vasi sanguigni, che non può essere in alcun modo influenzato dalla contraccezione ormonale. Da questo punto di vista le donne devono stare assolutamente tranquille in quanto la pillola aumenta la vasodilatazione periferica. Precisazione importante : la pillola, il cerotto e l'anello hanno la stessa composizione (estrogeni e progestinico) cambia soltanto la via di assorbimento per poi passare nel sangue .
Se assume acido folico ad alte dosi con ritorno alla normalità dei valori di omocisteina , nessun problema
SALUTI

#78
Utente 404XXX
Utente 404XXX

Perfetto, la ringrazio dottore. Sono più tranquilla.
Buona serata.

#79
Utente 644XXX
Utente 644XXX

Buongiorno dottore,
Sono una donna di 42 anni e da due anni prendo la pillola Arianna perché proprio in prossimità del ciclo soffro di fortissime emicranie che letteralmente mi stendono al tappeto per 2 3 giorni con l'assunzione della pillola il dolore di questi fortissimi mal di testa è sopportabile. Credendo nella leggenda metropolitana e quindi di fare bene da qualche giorno ho interroto l'assunzione e purtroppo il fortissimo mal di testa è tornato come ormai non ricodavo più. A questo punto riprendo immediatamente oppure mi consiglia di attendere ? La ringrazio per i suoi preziosi consigli.

#80
Dr. Nicola Blasi
Dr. Nicola Blasi

Se non ci sono controindicazioni mediche , può tranquillamente ripartire dal prossimo flusso mestruale.

#81
Utente 409XXX
Utente 409XXX

Salve io ho sospeso da 4 mesi la pillola yaz nel quale ero in cura per ovaio policistico che devo dire mi aveva tanto giovata !!!con yaz niente più ritenzione idrica che L ovaio policistico mi causava( pur facendo tantissima attività fisica e dieta da nutrizionista) meno caduta di capelli, Meno acne, umore normale ecc Poi ho deciso di sospendere la pillola per vedere se le mie ovaie funzionassero bene, ma purtroppo il ciclo non è più venuto,mi sono ingrassata e soprattutto gonfiata come non mai, dosaggi ormonali fatti dopo due mesi di testosterone dheas altissimi,umore a pezzi e tutte le conseguenze di prima si sono ripresentate ma molto peggio!!! Il ginecologo mi ha fatto fare ciclo di progeffik per farmi tornare il ciclo .tanto che dAl primo giorno di arrivo l ho ripresa ed ora sono pAssate due settimane dall Assunzione..non vedo ancora giovamento nel tornare come quando la prendevo e le chiedo ma tornerá tutto come prima? La pillola farà lo stesso effetto?? Quanto ci vorrà ? La ringrazio anticipatamente

#82
Dr. Nicola Blasi
Dr. Nicola Blasi

Lei è la dimostrazione vivente dell'inutilità della sospensione della pillola , se non è presente un desiderio di gravidanza o motivazioni mediche.
Ora deve attendere , come quando ha iniziato la prima volta ad assumere la pillola
Mi dispiace
Nicola Blasi , MD

#83
Utente 412XXX
Utente 412XXX

Gentile Dottor Blasi, le scrivo perchè vorrei un consulto circa il mio problema. Io ho 29 anni e assumo la pillola estroprogestinica da ormai 9 anni, per problemi di regolarità di ciclo (ho un lieve ipogonadismo centrale e in assenza di terapia ho il ciclo 2 volte l'anno circa). Ho assunto per 7 anni yasminelle, che ho dovuto sospendere per problemi di forte dolore al seno e mal di testa, passando a zoely. Con questa mi sono sempre trovata bene, nessun effetto collaterale. Da circa 6 mesi però anche questa pillola mi sta dando dolore e ingrossamento del seno (per farle capire, mi fa male anche quando cammino o lo tocco leggermente). Ne ho parlato brevemente con il medico di base che sostiene sia normale e dovuta a un accumulo del farmaco a livello del seno, dicendo che in qualche ciclo il seno si sarebbe sgonfiato. In realtà la situazione è però peggiorata. A me in realtà dispiacerebbe cambiare pillola, perchè con questa mi sono trovata davvero bene, salvo questo piccolo problema recente. Inoltre, ammetto di non aver mai approfondito la questione circa "è davvero necessario che io prenda la pillola" in passato e in ogni caso, essendo fidanzata, mi va bene prenderla perchè oltre che come "cura" ne sfrutto l'effetto anticoncenzionale. Quello che volevo chiederle è: secondo lei ha senso sospendere la pillola per un paio di mesi, per permettere al mio seno di sgonfiarsi, e poi ricominciare a prendere zoely sperando che funzioni come quando ho iniziato a prenderla 3 anni fa, senza effetti collaterali? Spero di essere stata abbastanza chiara e che lei possa aiutarmi! Buona searata

#84
Utente 209XXX
Utente 209XXX

Buongiorno Dottore. Ho interrotto la pillola Yasmin dopo 9 anni. Sono passati 5 mesi ma sembra che l'ovulazione non abbia ripreso. Sto facend cura di clomid senza monitoraggi. IN linea di massima quando il corpo si abituerà al nuovo cambiamento? Mesi o anni? Vorrei fare dei dosaggi ormonali, quali mi consiglia?

#85
Utente 375XXX
Utente 375XXX

Gentile dottor Blasi,
La ringrazio innanzitutto per i suoi contributi a questo sito, che consulto spesso e trovo sempre molto utile e interessante e pieno di risposte alle mie domande.
Le scrivo perché ho un dubbio semplicissimo (e forse anche un po' banale) che non sono riuscita a risolvere leggendo semplicemente i vari articoli trovati.
Io ho assunto lestronette per un paio di anni. Dai anno a questa parte ho fatto la scelta di interrompere perché non mi sentivo più di assumerla. Inoltre avevo iniziato a prendere diversi farmaci e integratori per via di Helicobacter e anemia, quindi ho deciso di interromperla solo per avere più tranquillità e non dover pensare anche alla pillola anticoncezionale.
Adesso vorrei ricominciarla, quindi ho riacquistato la stessa.
Però oggi sono al mio terzo/quarto giorno di ciclo considerando anche i primi due giorni di spotting iniziale (oggi è il primo giorno di dolori in realtà).
Mi chiedevo se posso iniziare la pillola comunque, senza dover aspettare un mese per il nuovo ciclo, oppure ci sono controindicazioni per il mio organismo.
Se non c'è nessun problema a livello fisico, quanti giorni servono per essere certa di avere una protezione anticoncezionale?
La ringrazio davvero per l'attenzione e per il servizio che offre gratuitamente a tutti noi.

#86
Dr. Nicola Blasi
Dr. Nicola Blasi

Per avere una contraccezione immediata deve ripartire dal primo giorno del flusso mestruale.
Se l'inizio dell'assunzione avviene entro il 5° giorno del flusso mestruale , la contraccezione sicura parte dopo 7 giorni di assunzione.
Mi auguro di essere stato chiaro !
SALUTI

#87
Utente 447XXX
Utente 447XXX

Buona sera dottore, io avrei da chiederle una cosa perché sono davvero preoccupata, e il primo mese che prendo la pillola Sibilla lo sospesa per l'arrivo del ciclo lo scorso mese mi e arrivato con 8 giorni di ritardo, ora sono quasi 14 giorni che non mi arriva avendo mal di pancia, crampi ed emicrania è normale? (ho partorito anche da 4 mesi)

#89
Utente 447XXX
Utente 447XXX

Buonasera,sono una ragazza di 28 anni con una carnagione scura,purtroppo da due anni durante l'estate tendo macchiarmi il viso nonostante la protezione alta(Macchie che non vanno via).Per questo interrompo la pillola nei mesi estivi e volevo chiederle se per lei è dannoso per il mio corpo. Saluti

#90
Utente 450XXX
Utente 450XXX

Dott.re Salve,
avrei bisogno della sua opinione.
Ho iniziato ad avere problemi di ciclo dal mese di Febbraio 2017.
Da questo mese ho iniziato dieta e palestra e ad oggi ho perso 8 kg, sono passata da 61 a 53 kg.
Prendo la pillola da 5 anni circa, la Drosure, e dall'ultima sospensione sono trascorsi 1 anno e mezzo circa.
dal ciclo di Febbraio ho notato però dei cambiamenti, ciclo scarso, non riesce ad avviarsi come si deve, e di breve durata, non mi è mai durato tantissimo da quando prendo la pillola, ma non ha mai avuto questi problemi ad avviarsi, capita anche che mi duri solamente 2 giorni scarsi. Anche se applicando un tampax noto che il ciclo sembri "normale".
Può dipendere dalla pillola, mi consiglia di interromperla o no?
Grazie.

#91
Utente 455XXX
Utente 455XXX

Buonasera Dott., io ho utilizzato per un anno nuvaring poi smesso in marzo 2017 perchè io e il mio compagno ci siamo lasciati. A giugno ho ripreso l'utilizzo solo per avere una sicurezza personale in più (oltre all'utilizzo di profilattico) per rapporto occasionale ma ora dopo un solo mese di utilizzo vorrei rismettere. Crea problemi a livello ormonale o di altro genere questa altra interruzione o posso smettere tranquillamente? O consiglia di continuare l'utilizzo per evitare possibili effetti collaterali? Grazie

#92
Dr. Nicola Blasi
Dr. Nicola Blasi

Non deve sentirsi obbligata all'uso dell'anello , se non presenta fattori di rischio, potrebbe sospendere

#93
Utente 455XXX
Utente 455XXX

No non ho fattori di rischio se intende gravidanza. Quindi non ci sono effetti collaterali o disturbi ormonali se smetto dopo solo un mese di riutilizzo giusto? Grazie

#94
Utente 651XXX
Utente 651XXX

Dottor Blasi...ho 27 anni ed ho assunto la pillola contraccettiva per 5 anni. 5 anni tra lybella , securgin e l'ultima ginoden per via delle cisti ovariche. L'ho sospesa con il consenso del mio ginecologo. Sono in ritardo da tre giorni ed ancora nessun segnale del ciclo. Premetto che l'ho sospesa giorno 10 luglio 2017. Nei 7 giorni di sospensione (dal 11 al 17 luglio 2017)è arrivato regolarmente il ciclo. Ma prima di finire il blister ginoden, (giorno 9 luglio 2017) ho avuto con il mio ragazzo un rapporto completo e nei giorni di sospensione 14 e 18 luglio 2017 con il coito interrotto. Nei giorni seguenti i rapporti non sono stati completi. Sono molto ansiosa...questo ritardo sarà dovuto alla pillola presa x 5 anni, oppure altro?

#95
Utente 464XXX
Utente 464XXX

Buongiorno.
Ho sospeso l'assunzione della pillola per due mesi per problemi di spotting pre mestruale che era persistente e fastidioso. Le prime mestruazioni dopo la pillola sono arrivate giovedì invece che domenica dopo 4 settimane. Adesso sarebbero dovute tornare in questi giorni. È normale che il ciclo non è regolare? Posso considerarlo un ritardo? È il caso che mi preoccupi? Ho avuto rapporti sempre protetti con il preservativo. Il mese scorso sono arrivate senza nessun preavviso tranne un dolore al seno abbastanza forte per 7 giorni circa e così è stato anche questa volta solo che un Po di giorni in meno. Nessun altro sintomo di ciclo tranne la pressione bassa.

#97
Utente 481XXX
Utente 481XXX

Buongiorno dottore, ho letto con molta attenzione tutto l'articolo e decine e decine di richieste di altre utenti, ponendo molta attenzione alle sue risposte. Trovo che sia molto esaustivo e già molti dei dubbi che nutrivo sono vagamente dissolti. L'unica domanda a cui non riesco a trovare una risposta è: pillola drospil, ne ho prese 7, la prima volta in vita mia, e voglio smettere perché sto male sia psicologicamente che fisicamente. La ginecologa mi ha consigliato di terminare il blister prima di interrompere, per avere più speranze di una ripresa di ciclo regolare. Ma se io volessi smettere subito, cosa comporta? A livello ormonale è preferibile interrompere quanto prima (assumendomi il rischio di ciclo da sospensione, ovviamente) o attendere pazientemente la 28esima pillola? Il mio timore è che più pillole prendo è più sto male, ma non vorrei agire con leggerezza. Per favore, mi dia un consiglio. Grazie

#98
Utente 476XXX
Utente 476XXX

Buongiorno dottore. Io da 7mesi assumo Sibilla però negli ultimi due mesi,dieci giorni prima della fine del bliSter,ho sempre perdite di sangue tipo mestruazioni,questo mese mi sono durate una settimana! Il mio ginecologo mi ha consigliato di passare a yaz e mi ha detto di rispettare la settimana di pausa e poi ricominciare il nuovo blister. volevo sapere se la contraccezione è comunque garantita oppure no. Io ho preso l ultima pillola sabato e dovrei ricominciare domenica prossima. Grazie e buona giornata

#99
Utente 548XXX
Utente 548XXX

Buongiorno, usavo il cerotto anticoncezionale da circa un'anno. Mi sono accorta di non avere il cerotto addosso, probabilmente non ho attaccato bene, e non sapendo se fossero passate più di 24 ore o no. Non l'ho più usato. Per paura di andare a sballare qualcosa. Dopo tre giorni ho avuto le mestruazioni ma non sapevo se iniziare di nuovo il cerotto o no e volevo aspettare il secondo ciclo. È giusto così o devo fare del altro?

Commenti degli utenti: aperti!
Commenti dei professionisti: aperti!

Per aggiungere il tuo commento esegui il login

Non hai un account? Registrati ora gratuitamente!

Guarda anche anticoncezionali 

Vuoi ricevere aggiornamenti in Ginecologia e ostetricia?

Inserisci nome, email e iscriviti:

* Autorizzo il trattamento dei miei dati da parte di Medicitalia s.r.l. per finalità di marketing telefonico e/o a mezzo posta elettronica o ordinaria, compresi l'invio di materiale pubblicitario, la vendita diretta e lo svolgimento di indagini di mercato.

Cliccando su iscriviti acconsento al trattamento dei dati personali come da privacy policy del sito.

Contraccezione: quanto sei informato? Scoprilo con il nostro test

Altro su "Anticoncezionali"