gravidanza

Terapia e profilassi dell'Herpes genitale in gravidanza

Dr. Nicola BlasiData pubblicazione: 29 gennaio 2015Ultimo aggiornamento: 05 maggio 2021

L'attenzione nei confronti dell'herpes genitale in gravidanza è importante in quanto può causare un'infezione erpetica del neonato con conseguenze anche molto gravi. Ecco perché è opportuno fare chiarezza sulla gestione dell'infezione da Herpes Simplex Virus (HSV) nella donna incinta.

herpes simplex rischi gravidanza

Precauzioni per l'infezione da Herpes Simplex in gravidanza

Poiché il rischio maggiore di trasmissione materno-fetale è rappresentato dal contagio intrapartum l'ACOG (American College of Obstetrician and Gynecologists) consiglia e raccomanda:

  • esecuzione di un esame colturale del secreto cervico-vaginale a partire dalla 36^ settimana nelle gravide con anamnesi positiva per infezione da HSV o a rischio per esposizione al virus anche se asintomatiche, e ovviamente in quelle sintomatiche con prelievo a livello delle vescicole in fase attiva. Se la coltura da risultato positivo è indicato il taglio cesareo (TC).
  • nelle donne con primo episodio clinico di HSV genitale durante la gravidanza, soprattutto in caso di infezioni da HSV che comportino un grave rischio per la madre (infezione disseminata, encefalite, polmonite, epatite), si può ricorrere al trattamento con acyclovir o valacyclovir. Studi sull'uso di acyclovir in gravidanza suggeriscono che il trattamento iniziato dopo la 36^ settimana o in prossimità del parto, diminuendo notevolmente l'incidenza delle lesioni virali attive e della disseminazione virale (viral shedding), può ridurre la frequenza dei tagli cesarei sia tra le donne con frequenti recidive sia tra quelle con HSV di recente acquisizione. Se l'esame colturale non si negativizza occorrerà eseguire il TC.
  • in caso di rottura prematura delle membrane in pazienti positive per HSV, il taglio cesareo dovrebbe essere eseguito non oltre le 4 ore in quanto, se eseguito tardivamente, può risultare inefficace potendo essere già in atto una infezione di tipo ascendente.

herpes simplex gravidanza cosa fare

È importante ricordare che l'Herpes Simplex Virus, qualora trasmesso dalla madre al feto al momento del parto, può avere conseguenze spesso fatali per il neonato e le gestanti con infezione primaria in gravidanza sono quelle a rischio maggiore di trasmissione virale.

Quindi la prevenzione dell'HSV si basa su tre punti fondamentali:

  1. prevenire l'infezione materna da HSV
  2. prevenirela trasmissione durante la gravidanza e il parto
  3. prevenire l'infezione nei neonati a rischio.

Autore

blasinicola
Dr. Nicola Blasi Ginecologo

Laureato in Medicina e Chirurgia nel 1976 presso Università di BARI.
Iscritto all'Ordine dei Medici di Bari tesserino n° 4485.

3 commenti

#1
Utente 440XXX
Utente 440XXX

Salve dottore...sono incinta di 6 settimane e ho una recidiva di herpes genitale me ne accorgo perché conosco i sintomi di recidiva (dietro la coscia o dietro l osso sacro mi punge)..il mio primo episodio l'ho avuto 8 anni fa in questi anni in caso di freddo o mestruazioni si è riattivato..ora la mia domanda è potrebbe avere ripercussioni il feto con questa recidiva? ora che è nelle prime settimane di formazione?oppure mi sto solo fissando e creando uno stress mentale che mi farà vivere male tutta la gravidanza..grazie mille

#2
Dr. Nicola Blasi
Dr. Nicola Blasi

Deve confermare la diagnosi , e come ho riportato il problema si pone in prossimità del parto. Trovandosi alla 6^ settimana ,ha tutto il tempo per la risoluzione della recidiva.
SALUTI

#3
Utente 440XXX
Utente 440XXX

grazie dottore lei è fenomenale di domenica si è reso disponibile..la terrò aggiornato sulle analisi che farò la settimana prossima se x lei nn è un disturbo..grazie a presto

Commenti degli utenti: aperti!
Commenti dei professionisti: aperti!

Per aggiungere il tuo commento esegui il login

Non hai un account? Registrati ora gratuitamente!

Guarda anche gravidanza 

Vuoi ricevere aggiornamenti in Ginecologia e ostetricia?

Inserisci nome, email e iscriviti:

* Autorizzo il trattamento dei miei dati da parte di Medicitalia s.r.l. per finalità di marketing telefonico e/o a mezzo posta elettronica o ordinaria, compresi l'invio di materiale pubblicitario, la vendita diretta e lo svolgimento di indagini di mercato.

Cliccando su iscriviti acconsento al trattamento dei dati personali come da privacy policy del sito.

Contraccezione: quanto sei informato? Scoprilo con il nostro test

Altro su "Gravidanza"