x

x

Dry eye, occhio secco che fare?

Dr. Luigi Marino Data pubblicazione: 20 settembre 2011 Ultimo aggiornamento: 20 marzo 2017

L'occhio secco e le patologie correlate al dry eye creano davvero molti problemi alla qualità della vita di un paziente. L'approccio al trattamento di questa patologia deve essere quanto mai razionale evitando i prodotti fai da te e le autoprescrizioni.

Cause, sintomi e diagnosi della sindrome dell' occhio secco

L'occhio secco è la patologia prevalente di questo secolo: computer, tv, ambienti di lavoro polverosi o poco umidi, l'abuso che facciamo di aria ventilata o condizionata, l'aumento della polluzione dell'aria e dello smog sono le cause ambientali.

Questa malattia ha una genesi multifattoriale e crea alterazioni della visione, con variazione circadiane del visus, un discomfort oculare e variazioni qualitative e quantitative del film lacrimale.

Le infiammazioni croniche (congiuntiviti- blefariti), gli squilibri ormonali, le malattie metaboliche, gli abusi di lenti a conatto e di cosmetici giocano sicuramente un ruolo importante.

Questi fattori associati ai fattori ambientali ed alle abitudini di vita costituiscono il pabulum su cui l'occhio secco si aggrava, evolve tendendo con un meccanismo a cascata a coinvolgere la superficie oculare, le ghiandole lacrimali, le ghiandole del Meibomio e tutta la finissima rete di recettori e microterminazione nervose congiuntivali e corneali.

Le alterazioni qualitativo o quantitative del film lacrimale possono danneggiare tutto il segmento anteriore dell'occhio in particolare l'epitelio corneale, questo tessuto che è protetto dal film lacrimale, a cui il film lacrimale fa da barriera, da protezione.

I sintomi sono:

  • bruciore
  • sensazione di corpo estraneo
  • prurito
  • a volte addirittura lacrimazione eccessiva

Possiamo avere anche variazioni significative della qualità della visione con riduzione importante della sensibilità al contrasto, inoltre l'irregolarità nella distribuzione del film lacrimale o la sua scarsa qualità possono creare delle vere e proprie irregolarità della superficie lacrimale con alterazioni quantitative e qualitative importanti della visione (abberrazioni)

Queste alterazioni della visione e questi sintomi possono addirittura aumentare creando grosse difficoltà anche sul lavoro.

Si viene a creare un circolo vizioso, il luogo di lavoro, l'uso del computer, una dieta non bilanciata, fattori ormonali e predisponenti creano l'occhio secco e l'occhio fa più fatica a lavorare sul computer, diventa faticoso leggere, noioso guidare la notte o guardare un film a cinema o alla televisione.

Soprattutto la guida notturna diventa impossibile con glare visione fluttuante soprattutto quando vediamo luci o fari di altre auto.

Per approfondire:Occhio secco nei bambini

La diagnosi di DRY EYE va fatta dal MEDICO OCULISTA.

Si eseguiranno test quantitativi del film lacrimale SCHIRMER TEST ad esempio per poi continuare con il BREAK UP TIME (BUT= tempo di rottura del film lacrimale che si misura in secondi):

- TEST AL ROSA BENGALA

- TEST AL VERDE DI LISSAMMINA

Si valuterà attentamente l'osmolarità della film lacrimale ed insieme al paziente si sceglierà il SOSTITUTO LACRIMALE più idoneo per quell'occhio e per quello stile di vita, per quel lavoro.

Non tutte le lacrime artificiali sono uguali, non tutti i pazienti sono uguali, non tutti gli occhi sono uguali.

L'occhio secco è una malattia seria ed ingravescente e con serietà e professionalità va affrontata e trattata.

La scelta della giusta terapia va fatta con il medico oculista, mentre dei correttivi all'alimentazione possiamo farli subito: bere molta acqua ed avere una dieta ricca di frutta e verdura aiuta sicuramente.

Controllare l'umidità dell'aria negli ambienti dove viviamo, dormiamo e lavoriamo è fondamentale, soprattutto quando ci sono bambini ed anziani.

Per approfondire:Occhio secco: i rischi del clima e della vita sedentaria

Autore

luigimarino
Dr. Luigi Marino Oculista, Medico legale

Laureato in Medicina e Chirurgia nel 1983 presso Università degli Studi di FIRENZE.
Iscritto all'Ordine dei Medici di Milano tesserino n° 35175.

7 commenti

#3
Dr. Luigi Marino
Dr. Luigi Marino

Recentemente nella terapia dell’Occhio secco e delle infiammazioni della ghiandola del Meibomio e delle palpebre e’ stato introdotto un nuovo dispositivo : BLEPHASTEAM.

BLEPHASTEAM.è un dispositivo innovativo e brevettato, che fornisce calore nell’area palpebrale ed è stato progettato per alleviare i sintomi dovuti alle disfunzioni delle ghiandole di Meibomio.
Queste disfunzioni causano molti disturbi oculari e palpebrali,
soprattutto la sindrome dell’occhio secco.
Questo dispositivo innovativo crea un ambiente in grado di aumentare la qualità della secrezione lacrimale, migliorando la salute della superficie oculare ed il comfort dell’occhio e la visione. Il principale effetto consiste nel migliorare spessore e qualità dello strato lipidico al fine di stabilizzare il film lacrimale.

Lo strato lipidico del film lacrimale viene secreto dalle ghiandole di Meibomio situate nelle palpebre ed in caso di ostruzione della secrezione possono manifestarsi alterazioni patologiche come la sindrome dell’occhio secco.

BLEPHASTEAM è progettato per determinare un effetto termico latente in grado di sciogliere il contenuto delle ghiandole di Meibomio, in modo da sbloccare le ghiandole e quindi migliorare la salute della superficie oculare.

Gli anelli sono realizzati in fibra di carta (pasta di cellulosa), riconosciuta sicura dalla regolamentazione dell’ FDA.

#4
Dr. Luigi Marino
Dr. Luigi Marino

Sintomi dell'Occhio Secco
Sebbene la secchezza rappresenti il sintomo più evidente, l’occhio secco può anche dare una sensazione di stanchezza, di corpo estraneo, acquosità o sensibilità alla luce. Sfortunatamente non esistono cure per l'occhio secco.

L'occhio secco può essere difficile da diagnosticare, in quanto esiste un'ampia gamma di cause e fattori che ne determinano la comparsa. Innanzitutto, non tutti soffrono degli stessi sintomi dell'occhio secco – o descrivono questi sintomi esattamente allo stesso modo.

Lei ha notato uno o più dei seguenti sintomi dell'occhio secco?

Secchezza oculare
Irritazione oculare
Prurito agli occhi
Bruciore o fastidio agli occhi
Sensazione di corpo estraneo (come se vi fosse qualcosa negli occhi)
Occhi affaticati
Visione fluttuante o offuscata
Fotofobia (occhi sensibili alla luce)
Bisogno di ammiccare con una frequenza maggiore del solito
Fastidio oculare generale
Lacrimazione eccessiva
Se lei avverte uno o più dei suddetti sintomi, potrebbe essere affetto dall'occhio secco. Per esserne certi, tuttavia, è meglio che si rivolga al suo oculista.

LACRIMAZIONE ECCESSIVA
Lei potrebbe non associare la produzione eccessiva di lacrime con l'occhio secco, tuttavia essa rappresenta uno dei sintomi più comuni dell'occhio secco. Se la superficie del suo occhio è stata danneggiata e non è in grado di trattenere le lacrime come dovrebbe, le ghiandole lacrimali potrebbero essere stimolate a produrre più lacrime per aiutare l'occhio a rimanere idratato.

COMPLICAZIONI NEL LUNGO TERMINE
Se lei ritiene di soffrire di occhio secco, è molto importante trattare il disturbo il prima possibile. Sebbene i sintomi possano iniziare con una lieve irritazione, essi potrebbero aggravarsi. Inoltre, in alcuni casi, i danni alla cornea derivanti dall'occhio secco possono di fatto causare alterazioni della vista nel corso del tempo.

#5
Dr. Luigi Marino
Dr. Luigi Marino

domani 23 luglio

sara’ il giorno dedicato ai malati che soffrono dell’occhio secco ed

in particolare della Sindrome di SJOGREN

Sjogren’s Foundation (@MoistureSeekers)

#WorldSjögrensDay, July 23, was created to commemorate
the birthday of Dr. Sjögren.
Follow this link to learn more:
firstgiving.com/SSF/WSD2015

#6
Dr. Luigi Marino
Dr. Luigi Marino

video molto interessanti

Tearscience.com/en/library/videos/

#7
Utente 482XXX
Utente 482XXX

In Basilicata dove posso trovare uno studio dove usano questa tecnica?

Commenti degli utenti: aperti!
Commenti dei professionisti: aperti!

Per aggiungere il tuo commento esegui il login

Non hai un account? Registrati ora gratuitamente!

Guarda anche occhio secco 

Vuoi ricevere aggiornamenti in Oculistica?

Inserisci nome, email e iscriviti:

* Autorizzo il trattamento dei miei dati da parte di Medicitalia s.r.l. per finalità di marketing telefonico e/o a mezzo posta elettronica o ordinaria, compresi l'invio di materiale pubblicitario e la vendita diretta di prodotti del Titolare e/o di altre società del gruppo CompuGroup Medical SE & Co. KGaA nonché lo svolgimento di indagini di mercato e questionari di customer satisfaction.

Cliccando su iscriviti acconsento al trattamento dei dati personali come da privacy policy del sito.

Contenuti correlati