Cristiano Ronaldo e chi gioca a calcio puó subire un trauma agli occhi, come comportarci?

Dr. Carlo OrioneData pubblicazione: 06 luglio 2018

In estate si intensificano le partite amatoriali di football, in spiaggia o sui campi di periferia.

Molte persone poco allenate si cimentano, in trance agonistica, a giocare al gioco piú bello del mondo ed al Pronto Soccorso aumentano le visite per traumi alle gambe o agli occhi.

Anche i grandi campioni possono subire colpi pericolosi per la vista come é successo a Cristiano Ronaldo, neo giocatore della Juventus, qualche mese fa in allenamento dove ha subito un trauma vicino all'occhio sinistroche fortunatamente non ha leso il bulbo oculare.

 Quando dobbiamo eseguire unavisita oculistica urgentein caso di trauma perioculare?

 In tutti i casi in cui percepiamo delle macchie scurenel campo visivo (miodesopsie) o la visione di lampi di luce(fotopsie), immediatamente dopo il trauma oppure nei giorni seguenti.

Questi potrebbero essere il campanello di allarme per una rottura od un distacco di retina e, se diagnosticati precocemente risolvibili ambulatoriamente con un trattamento laser. 

La visione annebbiata, invece, potrebbe signifiacare un edema di Berlin, cioé una falda di liquido che solleva la retina e che va monitorata e curata con una opportuna terapia al piú presto.

 I soggetti piú a rischiosono i miopi che hanno un occhio piú lungo ed una retina piú sottile.

Un ematoma perioculare, senza problemi visivi invece, é piú appariscente, ma meno pericoloso per l'integritá dell'occhio, anche se va valutato e curato comunque da un medico oculista.

Un'altro danno da trauma puó essere una abrasionedella parte anteriore e trasparente dell'occhio, la cornea, che provoca dolore, bruciore ed arrossamento oculare.

In questo caso é molto importante recarsi subito da un medico oculista che tramite un sofisticato microscopio puó valutare il grado e l'estensione della lesione per prescrivere la corretta terapia e valutare l'occlusione temporanea dell'occhio con un tampone oculare od una lente a contatto per togliere il dolore ed assicurare una veloce guarigione.

Quindi giochiamo a calcio, ma non sottovalutiamo i traumi oculari e rechiamoci subito dal medico oculista.

Autore

carlo.orione
Dr. Carlo Orione Oculista

Laureato in Medicina e Chirurgia nel 1987 presso Universita di Genova.
Iscritto all'Ordine dei Medici di Asti tesserino n° 1038.

0 commenti

Commenti degli utenti: aperti!
Commenti dei professionisti: aperti!

Per aggiungere il tuo commento esegui il login

Non hai un account? Registrati ora gratuitamente!

Guarda anche trauma occhio 

Vuoi ricevere aggiornamenti in Oculistica?

Inserisci nome, email e iscriviti:

* Autorizzo il trattamento dei miei dati da parte di Medicitalia s.r.l. per finalità di marketing telefonico e/o a mezzo posta elettronica o ordinaria, compresi l'invio di materiale pubblicitario, la vendita diretta e lo svolgimento di indagini di mercato.

Cliccando su iscriviti acconsento al trattamento dei dati personali come da privacy policy del sito.

Contraccezione: quanto sei informato? Scoprilo con il nostro test

Contenuti correlati