Mal di testa e basso desiderio sessuale

Dr.ssa Monica CappelloData pubblicazione: 02 gennaio 2013Ultimo aggiornamento: 08 gennaio 2013

MAL DI TESTA E BASSO DESIDERIO SESSUALE

 A molti uomini può sembrare semplicemente una scusa per non fare l’amore, ma uno studio pubblicato sulla rivista Journal of sexual medicine, ha dimostrato una stretta relazione tra emicrania e calo del desiderio sessuale.

La ricerca è stata condotta su 100 donne di età media 40 anni, affette da emicrania o cefalea. E’ stata analizzata la storia delle loro performance sessuali e il livello di stress legato alla mancanza di attività sessuale.

Dai risultati è emerso che il 90 per cento di loro ha una vita sessuale inferiore agli standard di normalità, e circa il 30 per cento vive questo aspetto con disagio e stress.

Il mal di testa, cronico e ricorrente, può aumentare la probabilità di soffrire di DISPAREUNIA, cioè dolore durante il rapporto sessuale.

Inoltre, le donne che fanno uso eccessivo di analgesici, possono avere maggiori problemi di CALO DEL DESIDERIO, anche se una correlazione scientifica tra questi due eventi non è ancora stata dimostrata in modo inequivocabile.

Le cause della riduzione della libido sono molte e possono dipendere da diversi fattori: ormonali, organici, psicologici e relazionali. Lo stress legato ad esempio alla nascita di un figlio, l'insoddisfazione emotiva per la relazione in corso o per le prestazioni del partner, sono elementi che si intromettono in modo negativo nella sfera sessuale femminile, riducendo notevolmente il desiderio.

Il ruolo della psiche è quindi molto importante: il desiderio insorge se c’è il contesto giusto e un partner desiderato, in grado di suscitare fantasie, ricordi, immagini. Se l’eccitazione mentale si innesca, la reazione fisica, del corpo, arriva di conseguenza!

 

Autore

monicacappello
Dr.ssa Monica Cappello Psicologo, Sessuologo

Laureata in Psicologia nel 1999 presso Universita degli Studi di Torino.
Iscritta all'Ordine degli Psicologi della Regione Piemonte tesserino n° 3349.

32 commenti

#4
Dr.ssa Valeria Randone
Dr.ssa Valeria Randone

Monica ciao,
scusa se intervengo, ma ci sono delle cose che non mi tornano nella Tua news.

I disturbi da dolore sessuale includono la dispaurenia ed il vaginismo.
La dispaurenia può verificarsi sia negli uomini che nelle donne, è caratterizzata da un dolore genitale persistente, che si manifesta in associazione al coito o subito dopo, rendendo spesso il rapporto sessuale difficoltoso e, talvolta impossibile.

I disturbi da dolore sessuale, sono caratterizzati da una stentata o totale assenza di lubrificazione vaginale, che amplifica il dolore durante i tentativi di coito, creando possibili “abrasioni vaginali e psichiche”; la donna infatti, in seguito a fallimentari tentativi di rapporti sessuali, tende sempre di più a chiudersi verso un isolamento difensivo, rinnegando la vita sessuale e relazionale.
Solitamente le cause, escluse quelle organiche e/ o infiammatorie, hanno un' etiologia psicogena o relazionale.
Coppie conflittuali, irrisolte o con scarsa empatia sessuale, vanno incontro a dispeurenia, trattabile con terapia di coppia o sessuologica o psicoterapia della donna.

Credo che sarebbe utile, per i lettori, distunguere bene la cefalea, dal dolore sessuale e dal calo del desiderio sessuale.

In attesa di una tua risposta , ti auguro una buona giornata.
Valeria Randone

#5
Dr.ssa Monica Cappello
Dr.ssa Monica Cappello

Provo a chiarire meglio il concetto...

La ricerca è stata condotta dall'Università di Pavia.
Dallo studio sembra che i meccanismi del dolore alla testa e quello che molte donne provano durante il rapporto sessuale, abbiano una radice comune. E' come se il mal di testa, CRONICO E RICORRENTE, aumenti la probabilità di provare dispareunia, ovvero la sensazione di dolore che si avverte nell'area vaginale durante il coito.

Una donna che soffre di una forte emicrania o cefalea, ha spesso poca voglia di avere rapporti sessuali, e quindi una scarsa lubrificazione vaginale, e questo può condurre a provare un forte dolore durante la penetrazione.
Quando questa situazione si ripete, si innesca un meccanismo di evitamento del rapporto, unito ad un calo del desiderio sempre più accentuato.

Ovviamente il mal di testa in sè, non è la causa principale
della dispareunia!

Un saluto...

#6
Dr.ssa Monica Cappello
Dr.ssa Monica Cappello

Una precisazione: la cefalea o l'emicrania ricorrente possono causare disturbi dell'umore, come ansia o depressione, e questo può influire negativamente sul desiderio sessuale e l'eccitazione.
Ritengo che ogni situazione di DOLORE CRONICO possa condurre a problematiche sessuali...

#7
Dr.ssa Valeria Randone
Dr.ssa Valeria Randone

Grazie delle precisazioni, era passato il messaggio, che la cefalea fosse la causa della dispareunia.
Ci alleghi la ricerca, cosi' ci rendiamo meglio dei passaggi?

A volte invece, in situazioni di dolore cronico, succede proprio il contrario:
le donne sofferenti sulmpiano fisico, Cercano conforto, sostegno e piacere nella sessualita' e nella salute di coppia.
La salute sessuale, appartiene al concetto di " qualita' di vita "

#8
Specialista deceduto
Dr. Giovanni Migliaccio

<<Una donna che soffre di una forte emicrania o cefalea, ha spesso poca voglia di avere rapporti sessuali, e quindi una scarsa lubrificazione vaginale, e questo può condurre a provare un forte dolore durante la penetrazione.>>
Mi sembra logico e naturale. Dov'è la novità?

<<<la cefalea o l'emicrania ricorrente possono causare disturbi dell'umore, come ansia o depressione, e questo può influire negativamente sul desiderio sessuale e l'eccitazione.>>>
Mi sembra logico e naturale. Dov'è la novità?

Valeria. Se una donna durante una cefalea in qualche modo dovesse essere costretta a un rapporto sessuale, è del tutto probabile che ci sia la dispareunia. Quindi in questo senso "la cefalea è causa della dispareunia".
Ma dov'è la novità e il valore di tale riscgerca "scientifica"?

Anche un uomo con cefalea in atto è difficile che abbia l'erezione.
In questo senso la cefalea è causa di impotentia erigendi.
E dov'è la novità?

Grazie

#9
Dr.ssa Valeria Randone
Dr.ssa Valeria Randone

Giovanni ciao e buon anno!
Aspettiamo che ci faccia leggere la ricerca, cosi' ci orientiamo noi ed i lettori.

#10
Dr.ssa Vincenza De Falco
Dr.ssa Vincenza De Falco

Giovannicome tu dici non è una novità:-) anche perchè qualsiasi tipo di dolore (mal di denti, mal di pancia,ecc,) è ovvio che determini nella donna e anche nell'uomo un calo del desiderio che in alcuni soggetti può essere percepito come "dolore sessuale"

Per fare un po di chiarezza per gli utenti che leggono, intanto ecco il link dell'articolo scientifico pubblicato sul Journal of Sexual Medicine

http://onlinelibrary.wiley.com/doi/10.1111/j.1743-6109.2011.02601.x/abstract

E poi un passo di un articolo in cui si intervista la dott.ssa Nappi, ginecologa e autrice dello studio, per capire meglio il messaggio che vuole lanciare questo studio:

"Tutte pazienti con un grado severo di disturbo, e per questo assistite in un centro di III livello - precisa Nappi - che spesso avevano anche una storia di abuso di farmaci analgesici". Le donne sono state sottoposte a test neurologici per valutare i livelli di ansia e depressione; è stata analizzata attentamente la loro storia medica e farmacologica, e attraverso specifici questionari si è indagato sulle loro performance sessuali e sul grado di stress 'a letto'.

Risultato: 9 pazienti su 10 riferivano una vita sessuale inferiore agli standard definiti di normalità; quasi 3 su 10 (29%) si confessavano stressate per questo disagio, e il 20% dichiarava un calo della libido."Insieme agli amici del Mondino - spiega Nappi - abbiamo pensato a questo studio partendo dal presupposto che la cefalea, essendo un dolore che si ripresenta spesso, per vari motivi può avere un impatto negativo anche sulla qualità della vita sessuale di chi ne soffre. Così abbiamo verificato che i meccanismi di vulnerabilità al dolore sono comuni", e quindi che "il mal di testa può provocare anche dolore sessuale, inteso in generale come percezione di sofferenza a 360 gradi nel rapporto intimo".

"La cefalea - puntualizza la ginecologa e sessuologa - affonda le sue radici in aspetti vascolari, incide sul tono umore, e le pazienti assumono anche molti farmaci con possibili effetti collaterali. Abbiamo osservato che sono proprio le donne che più abusano di analgesici a riportare problemi sessuali - aggiunge Nappi - Questo può dipendere dal fatto che, così come nell'uomo alcuni di questi medicinali interferiscono con la funzionalità sessuale, anche nella femmina può succedere lo stesso".

Ma nell'intimità di coppia, l'effetto 'respingente' dell'emicrania può anche dipendere dal fatto che "queste donne sono in genere più ansiose e depresse. A volte utilizzano psicofarmaci, un altro 'big killer' della sessualità femminile". Il prossimo passo sarà dunque approfondire i meccanismi che collegano mal di testa e problemi sessuali. "Inoltre - riferisce l'autrice - siamo già partiti con un altro studio, per cercare di indagare gli effetti concreti di questa associazione sul successo e la longevità della coppia". In conclusione, "il messaggio che vogliamo lanciare, soprattutto agli specialisti che operano nei centri di riferimento per la cura delle cefalee, è che la presa in carico dei pazienti va fatta considerando non solo gli aspetti 'tecnici' del mal di testa, ma più in generale l'impatto di questa sofferenza sulla qualità di vita e anche sulla sessualità. Perché di tutti i sintomi che la rovinano, il dolore è il peggiore in assoluto".

Fonte: ADNKRONOS

#11
Dr.ssa Monica Cappello
Dr.ssa Monica Cappello

Certo, forse non è una novità, ma allora gli uomini non dovrebbero più pensare che il mal di testa della propria partner, sia soltanto una scusa...


#13
Dr.ssa Vincenza De Falco
Dr.ssa Vincenza De Falco

Questa aggiunta del link e questo riferimento all'intervista della dott.ssa Nappi autrice dello studio, per chiarire meglio quello che ha già affermato la dott.ssa Monica Cappello nei commenti 5 e 6.
Un caro saluto a tutti.

#16
Specialista deceduto
Dr. Giovanni Migliaccio

Monica,
qualche volta la cefalea può essere una scusa sia per la donna che per l'uomo.
Questo comunque non c'entra nulla con la ricerca della dr.Nappi che, non vorrei apparire presuntuoso, ma non dice nulla di nulla che già non si sappia.
Non vedo la "scientificità" originale di tale ricerca, senza nulla togliere allo studio,notevole, che è stato fatto per confermare però cause non ginecologiche di dispareunia, già conosciute.

#17
Dr.ssa Monica Cappello
Dr.ssa Monica Cappello

Sotto l'aspetto psicologico, entrano in gioco le correlazioni tra mal di testa, basso desiderio sessuale e conflitti di coppia: cioè è interessante capire come conflitti coniugali e tensioni tra i due partner, possano causare cefalea, e di conseguenza evitamento del rapporto sessuale. Ci sono diverse possibilità di lettura, rispetto all'argomento!

Un saluto a tutti e grazie per l'interessante "dibattito" che si è creato! :-)

#18
Specialista deceduto
Dr. Giovanni Migliaccio

Sotto l'aspetto psicologico sono d'accordo,ma quello studio non ha assolutamente dimostrato una stretta relazione tra emicrania e dispareunia che è una condizione patologica ben definita e non psicologica e comunque diversa dall'appetito sessuale.

#19
Dr. Antonio Ferraloro
Dr. Antonio Ferraloro

L'importante è che si sia chiarito che la cefalea non è causa diretta della dispareunia, altrimenti sarebbe passato un messaggio non corretto. Grazie.

Commenti degli utenti: aperti!
Commenti dei professionisti: aperti!

Per aggiungere il tuo commento esegui il login

Non hai un account? Registrati ora gratuitamente!

Vuoi ricevere aggiornamenti in Psicologia?

Inserisci nome, email e iscriviti:

* Autorizzo il trattamento dei miei dati da parte di Medicitalia s.r.l. per finalità di marketing telefonico e/o a mezzo posta elettronica o ordinaria, compresi l'invio di materiale pubblicitario, la vendita diretta e lo svolgimento di indagini di mercato.

Cliccando su iscriviti acconsento al trattamento dei dati personali come da privacy policy del sito.