I consigli dell’Università di Harvard sull’educazione dei bambini

Dr. Alberto MiglioreData pubblicazione: 16 giugno 2015Ultimo aggiornamento: 29 luglio 2015

Se si chiede ai genitori quanto sia importante la gentilezza, la sensibilità e l’attenzione per l’altro nei propri figli, la maggior parte di loro indica questa qualità come indispensabile e fondamentale.

Ma la stragrande maggioranza dei bambini, intervistati dall’Università, ha dichiarato di aver ricevuto un messaggio molto diverso. I ricercatori hanno colloquiato 10.000 ragazzi nelle scuole medie e superiori degli Stati Uniti dal 2013 al 2014. Quasi l’80% ha dichiarato che i loro genitori hanno trasmesso, come valori fondamentali, la felicità personale e le prestazioni di alta qualità, aspetti ritenuti molto più importanti dell’attenzione per l’altro e del prendersi cura di altre persone.

figli online

Ma non tutto è perduto. Lo studio fa alcune raccomandazioni semplici per l'educazione dei figli che possono influire sulla trasmissione di valori legati alla gentilezza, all’empatia, alla cura delle altre persone.

1) Offrire ai ragazzi l’opportunità di mettere in praticare questi valori. 

I bambini non nascono con un'innata capacità di agire con gentilezza, ma imparano nello stesso modo in cui si potrebbe apprendere uno strumento o una lingua. Opportunità quotidiane di praticare qualcosa di semplice come aiutare un altro bambino con i compiti, può fare la differenza.

2) I bambini hanno bisogno di imparare due abilità importanti.

Queste aiuteranno i bambini a costruire una più ampia "capacità di osservazione", come indicano i ricercatori. I bambini hanno bisogno di imparare a "zoom in" sui singoli individui, di sviluppare capacità empatiche e di ascolto dell’altro. Hanno anche bisogno di essere in grado di "zoom out" per vedere l’esperienza umana nel contesto in cui è inserita.

3) I bambini hanno bisogno di modelli. 

Ciò non significa essere dei genitori perfetti. I bambini devono essere esposti a relazioni dove l’empatia, la preoccupazione per l’altro, la gentilezza sia una caratteristica naturale di quel rapporto familiare.

4) Aiutare i bambini a gestire sentimenti distruttivi. 

Vergogna, rabbia e la gelosia possono sovrastare le emozioni di segno opposto. I bambini hanno bisogno di sapere che questi sentimenti sono normali, e che possono essere affrontati in modo costruttivo. 

5) Gli adulti dovrebbero smettere di passare la patata bollente. 

I genitori si preoccupano della morale dei bambini, osservano i ricercatori, ma è difficile trovare adulti che ammettano che potrebbero essere parte del problema. Gli adulti hanno bisogno di interrogarsi sui messaggi che mandano e chiedersi: quali valori stiamo veramente instillando nei nostri figli?

La capacità empatica, di preoccupazione per l’altro, della gentilezza nelle relazioni sono competenze trasversali fondamentali e permettono al ragazzo, che diventerà adulto, di inserirsi più facilmente nella società e di costruire più facilmente delle relazioni gratificanti.

Per ulteriori approfondimenti si possono leggere le seguenti news:

 

Fonte:

http://qz.com/422326/harvard-researchers-have-mapped-the-five-child-rearing-techniques-you-need-to-raise-kind-kids/

 

Autore

albertomigliore
Dr. Alberto Migliore Psicologo, Psicoterapeuta

Laureato in Psicologia nel 2003 presso Università degli studi Torino.
Iscritto all'Ordine degli Psicologi della Regione Piemonte tesserino n° 6246.

1 commenti

#1
Utente 384XXX
Utente 384XXX

Grazie per l'articolo, approfondiro' senz'altro grazie al link dello studio in allegato! Mahée Ferlini

Commenti degli utenti: aperti!
Commenti dei professionisti: aperti!

Per aggiungere il tuo commento esegui il login

Non hai un account? Registrati ora gratuitamente!

Guarda anche educazione 

Vuoi ricevere aggiornamenti in Psicologia?

Inserisci nome, email e iscriviti:

* Autorizzo il trattamento dei miei dati da parte di Medicitalia s.r.l. per finalità di marketing telefonico e/o a mezzo posta elettronica o ordinaria, compresi l'invio di materiale pubblicitario, la vendita diretta e lo svolgimento di indagini di mercato.

Cliccando su iscriviti acconsento al trattamento dei dati personali come da privacy policy del sito.

Quali argomenti vorresti approfondire su Medicitalia? Partecipa al sondaggio

Contenuti correlati