Masturbazione frettolosa? Fate attenzione all'eiaculazione precoce

Dr.ssa Valeria RandoneData pubblicazione: 03 settembre 2017

L'autoerotismo non nuoce gravemente alla salute.
Non fa male.
Non fa cadere i capelli.
E non fa diventare ciechi.
Agisce, talvolta, con modalità silenti nel sottobosco della psiche, soprattutto in quella degli adolescenti, evocando sgradevolissimi sensi di colpa.

Le richieste di consulenza che noi clinici riceviamo sulla normalità, liceità, e non pericolosità della pratica autoerotica sulla salute sessuale però, sono davvero frequenti.

Qualche passaggio da chiarire: fantasia contro realtà clinica

Diventa di fondamentale importanza effettuare un distinguo tra:

1- autoerotismo sano, ludico, con modalità e tempi, adeguati.

2- autoerotismo compulsivo, sostitutivo di un piacere condiviso, nevrotico, ed effettuato con modalità non consone ad una futura salute sessuale.

 

  • Mi soffermerò sul secondo punto, coniugandolo al maschile.

 

Autoerotismo rischioso:

1- veloce
2- a pancia in giù.

1 - Il primo, una masturbazione effettuata all'insegna della velocità - prima di addormentarsi, più volte al giorno, dopo un rapporto sessuale non troppo soddisfacente, per far durare il secondo rapporto sessuale più tempo, pre-coito nel tentativo di dilatare i tempi eiaculatori, ed ancora, adoperato al posto di un ansiolitico o ipno-induttore -, crea nell'uomo, una pericolosa “memoria corpore del piacere”, e contribuisce a creare quelle che noi sessuologi clinici chiamiamo:

"Cause da cattivo apprendimento sessuale".

2 - Il secondo invece, è decisamente più dannoso del precedente, e porta - come potete ascoltare nel video allegato -: deficit erettivo, anorgasmia, o eiaculazione ritardata, ed infertilità (intesa come incapacità da parte del paziente ad eiaculare in vagina).

Quindi, ricapitolando, in attesa che in Italia rendano obbligatoria l’educazione affettiva e sessuale: autoerotismo si, ma con le giuste modalità e senza fretta.

Autore

valeriarandone
Dr.ssa Valeria Randone Psicologo, Sessuologo

Laureata in Psicologia nel 1992 presso La Sapienza-Roma.
Iscritta all'Ordine degli Psicologi della Regione Sicilia tesserino n° 1048.

4 commenti

#1
Dr.ssa Valeria Randone
Dr.ssa Valeria Randone
#2
Dr. Giovanni Portuesi
Dr. Giovanni Portuesi

La masturbazione " a pancia sotto" è caratteristica dell' infanzia, sia i maschietti che le femminucce.

#3
Dr.ssa Valeria Randone
Dr.ssa Valeria Randone

Gentile Collega,
non è proprio così, la ringrazio per essere intervenuto, così ho l'opportunità di allegare altro materiale per i nostri utenti, da poter consultare su questa frequente, e poco conosciuta, problematica sessuologica al maschile.

https://m.youtube.com/watch?v=qSWXL65UsN0

https://www.valeriarandone.it/disfunzioni-sessuali-maschili/masturbazione-alternativa/

https://www.valeriarandone.it/disfunzioni-sessuali-maschili/masturbazione-maschile-ci-sono-metodi-giusti-e-metodi-sbagliati/

Un cordiale saluto

#4
Dr. Giovanni Portuesi
Dr. Giovanni Portuesi

Ma è capitato a molti genitori vedere le figlie femmine masturbarsi a pancia sotto quando sono piccole. D ' altra parte ho sentito delle donne adulte chiamare questo tipo di masturbazione infantile "lo strusciarsi ". È un modo di masturbarsi anche dei bambini piccoli maschi. Certamente la prosecuzione di questo modo di masturbarsi non indirizza il maschio a ottenere piacere dal coito.

Commenti degli utenti: aperti!
Commenti dei professionisti: aperti!

Per aggiungere il tuo commento esegui il login

Non hai un account? Registrati ora gratuitamente!

Guarda anche autoerotismo 

Vuoi ricevere aggiornamenti in Psicologia?

Inserisci nome, email e iscriviti:

* Autorizzo il trattamento dei miei dati da parte di Medicitalia s.r.l. per finalità di marketing telefonico e/o a mezzo posta elettronica o ordinaria, compresi l'invio di materiale pubblicitario, la vendita diretta e lo svolgimento di indagini di mercato.

Cliccando su iscriviti acconsento al trattamento dei dati personali come da privacy policy del sito.

Contraccezione: quanto sei informato? Scoprilo con il nostro test

Contenuti correlati