Possibile microdelezione del cromosoma y

Buogiorno Dott. ho bisogno del suo aiuto, sono una ragazza di 23 anni sposto da 2 con mio marito di 24 anni, da 14 mesi cerchiamo una gravidanza che non arriva, mio marito ha fatto 3 volte lo spermiogramma, la prima volta la concentrazione era di 15 milioni su un range maggiore di 20milioni, diagnosi leggere oligozoospermia Il secondo dava 12 milioni con diagnosi di oligozoospermia lieve e astenozoospermia...andiamo dall'andrologo che gli diagnostica una varicocele di 2 grado, inizio il trattamento con integratori (ezerex) e lo mette in lista per l'intervento a dicembre. Dopo 5 mesi ripete lo spermiogramma e la conta è solo di 3 milioni...non hanno studiato ne la motilità ne la morfologia perchè erano pochi...Diagnosi grave oligozoospermia e ipoposia, nel foglio c'era scritto di fare la microdelezione del cromosoma Y...Come è possibile che sia cosi peggiorato? Mi ha detto di non aver fatto bene la raccolta perchè aveva freddo, lo scroto era tutto rangrinzito e ha avuto difficoltà a far uscire lo sperma cosa che non era mai succesa prima,ne ha perso anche un pò.....Ditemi qualunque cosa che possa aiutarci vi prego.... é possibile che abbia il problema genetico dato che non si è presentato sugli altri 2? il centro che ha analizato lo sperma è lo stesso e le cellule immature sono nella norma (1,00)Puo essere legato al lavoro che fa? è stato in piedi 8 ore per 5 giorni... Aiutateci con dei consigli vi prego
Cordiali saluti
[#1]
Dr. Mario De Siati Urologo, Andrologo 2,8k 84 1
Rifaccia lo spermiogramma dopo un congruo periodo di astinenza e con un sufficente stato di eccitazione ;probabilmente i primi due spermiogrammi sono quelli veritieri l'ultimo è stato ottenuto in condizioni sub-ottimali.

Distinti saluti

Dott. Mario De Siati Urologo-Andrologo esercita a Foggia,Taranto,Altamura (Bari),Brindisi

[#2]
dopo
Utente
Utente
La ringrazio tanto per la sua celere risposta. Mi auguro sia come lei scrive, rifaremo lo speriogramma e speriamo bene.
[#3]
Dr. Giovanni Beretta Andrologo, Urologo, Patologo della riproduzione, Sessuologo 55,1k 1,2k 1k
Caro lettore ,

ma prima della ricerca delle microdelezioni del cromosoma Y penso abbia almeno fatto una attenta valutazione ormonale mirata ed una ecografica completa delle vie uro-seminale.

Se così non le è stato indicato ho la sensazione che il suo primo passo sia quello di riconsultare un andrologo esperto in patologia della riproduzione umana e con lui incominciare un serio iter diagnostico specifico nel tentativo di capire la causa del suo reale problema seminale.

Un cordiale saluto.

Giovanni Beretta M.D.
http://andrologiamedica.org/prenota-consulto-online/
https://centrodemetra.com/prenota-consulto-online/

[#4]
dopo
Utente
Utente
Intanto la ringrazio per la risposta, e volevo dirle che mio marito ha fatto il prelievo per prolattina, LH, Fsh e testosterone che sono nella norma...l'ultimo spermiogramma aveva 3 milioni di spermatozooi e dal laboratorio hanno consigliato di fare l'esame per la microdelezione del cromosoma Y. Ha una varicocele sx di secondo stadio doppler, a dicembre effettuerà l'intervento. La cosa che non capivo è tutta questa differenza tra gli spermiogrammi, l'ultimo mi spaventa molto.
[#5]
Dr. Giovanni Beretta Andrologo, Urologo, Patologo della riproduzione, Sessuologo 55,1k 1,2k 1k
Cara lettrice,

l'esame del liquido seminale deve essere sempre fatto presso laboratori dedicati ed aggiornati per essere sicuri dei risultati ottenuti.

Detto questo poi ci possono essere anche delle variazioni importanti dei parametri seminali e questi devono essere attentamente monitorati.

Se si conferma un numero di spermatozoi così basso bisogna, oltre alla ricerca delle microdelezioni del cromosoma Y fare altre indagini citogenetiche, come ed esempio la mappa cromosomica, e poi approfondire il discorso diagnostico e terapeutico sempre con il proprio andrologo.

Un cordiale saluto.

[#6]
dopo
Utente
Utente
Guardi il laboratorio è sempre lo stesso, è quello dell'ospedale del paese in cui vivo....Non saprei a chi rivolgermi, i primi 2 spermiogrammi ci davano un po di speranza ma ques'ultimo è un disastro....ho paura...
Appena posso cercherò un centro per la procreazione assistita e ci faremo aiutare...
Grazie
[#7]
dopo
Utente
Utente
Mi scusi ancora una volta ma volevo chiederle a chi posso rivolgermi per indagare tutti questi problemi...il medico di base non sà nulla di tutte queste cose. Io abito a Cuneo, mi posso spostere fino a torino, può consigliarmi qualche centro? Io non lavoro ancora perchè sono all'ultimo anno di università e i soldi sono quelli che sono. Vorrei andare alrove ma non posoo ora come ora.
Grazie per i consigli che mi sapra dare.
cordiali saluti
[#8]
Dr. Giovanni Beretta Andrologo, Urologo, Patologo della riproduzione, Sessuologo 55,1k 1,2k 1k
Cara lettrice ,

a Cuneo ma soprattutto a Torino numerose sono le strutture pubbliche o convenzionate che lavorano in modo dedicato.

In questo senso il nostro sito può aiutarla oppure può consultare anche il sito ufficiale della SIA (www.andrologiaitaliana.it).

Un cordiale saluto.
[#9]
dopo
Utente
Utente
Salve Dottore, ieri mio marito si è sottoposta all'interventio di varicocele di tipo chirurgico con incisione scrotale, l'intervento si chiama Toubler, non è stato speiegato come veniva fatto, lei cosa mi sa dire? Questo tipo di intervento può faclitare il recupero?Non riesco a rintracciare informazioni da nessuna parte.
Volevo ancora chiederle quando posso andare dal ginecologo per la stimolazione ovarica che voleva farmi fare. Vado già adesso o aspetto i 6 mesi?
La ringrazio in anticipo
[#10]
Dr. Giovanni Beretta Andrologo, Urologo, Patologo della riproduzione, Sessuologo 55,1k 1,2k 1k
Cara Signora ,

per procedere ad una "stimolazione ovarica" bisogna aspettare almeno 3-6 mesi dall'intervento di varicocele e quindi non si faccia prendere dalla furia.

Infine penso che l'operazione subita da suo marito si chiama intervento di Tauber cioè, attraverso un' incisione alla base dello scroto, viene incannulata una delle vene varicose dilatate del varicocele, trovata la vena spermatica interna, questa viene riempita di una sostanza sclerosante che determina la sua chiusura fino al suo sbocco nella vena renale.

Chieda comunque maggiori informazioni all'urologo od al radiologo che ha fatto l'intervento.

Se desidera poi avere informazioni più dettagliate su questo particolare ma complesso tema andrologico le consiglio di consultare alcuni articoli pubblicati sul nostro sito e visibili agl'indirizzi:

https://www.medicitalia.it/minforma/andrologia/

https://www.medicitalia.it/minforma/andrologia/

https://www.medicitalia.it/minforma/urologia/

https://www.medicitalia.it/minforma/andrologia/

https://www.medicitalia.it/minforma/urologia/

https://www.medicitalia.it/minforma/radiologia-interventistica/

Un cordiale saluto.

Contraccezione: quanto sei informato? Scoprilo con il nostro test